Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Corvino: “Vi racconto Semplici e come mai lo presi alla Fiorentina. Colpisce la sua cultura del lavoro”

Ufficializzato alla guida del Cagliari nella serata di ieri, Leonardo Semplici subentra ad Eusebio Di Francesco

Carriera da calciatore di categoria. Da Lucca ad Arezzo, arrivando a Grosseto, la Toscana l’ha girata in lungo ed in largo. I risultati migliori, però, li ha ottenuti da allenatore. Maniaco dei dettagli, puntiglioso, con una cultura del lavoro che pochi hanno. Leonardo Semplici non è il classico allenatore che ha sfruttato una grande carriera da calciatore per poi sedersi in panchina. No, lui è partito dal basso. Dalle prime categorie del calcio dilettantistico.

Una bella carriera nei campi alla periferia di Firenze, alla guida del Figline, dove si è tolto una serie di soddisfazioni. Campionati vinti, fino a che non ha incrociato sulla sua strada Pantaleo Corvino. Il ds pugliese guidava la Fiorentina. Quella di Cesare Prandelli (prima versione), di campioni come Mutu, Toni, Frey e via discorrendo. E’ proprio l’attuale Direttore Generale del Lecce che ci racconta qualche aneddoto sul nuovo allenatore del Cagliari.

Direttore, come ha conosciuto Leonardo Semplici?
Leonardo lo conosco bene, devo partire da lontano. Quando tornavamo dal ritiro in montagna, con la Fiorentina, andavamo sempre vicino a Firenze, a San Piero a Sieve, a concludere la preparazione. Prandelli mi chiedeva sempre un’amichevole con una squadra discreta, ma non particolarmente forte, allora il primo anno il Team Manager, Roberto Ripa, trovò appunto il Figline di Semplici, che militava in Eccellenza. Morale della favola, vincemmo con un punteggio risicato, nonostante le tante categorie di differenza. La squadra di Leonardo era organizzatissima, noi facemmo una fatica incredibile. Gli anni dopo, visto che noi andammo in Champions League, chiesi di rifare l’amichevole, perché ci portò fortuna. Stessa identica cosa dell’anno prima: fatica enorme nel vincere”.

E quindi cosa decise di fare?
Ad un certo punto (Semplici aveva avuto due esperienze ad Arezzo e Pisa, ndr) mi si presentò l’occasione di dover prendere un tecnico per la Primavera e chiamai proprio lui, che nel corso di quelle amichevoli estive mi aveva impressionato per come la sua squadra era organizzata. Lui non ci pensò un attimo, non vedeva l’ora di allenare la Primavera viola e la scelta fu subito ripagata: vittoria della Coppa Italia e della Supercoppa Italiana, con la corsa Scudetto terminata ad un passo dalla finale. E poi l’avventura alla Spal, quella la conoscono tutti: la storica doppia promozione con le conseguenti due salvezze in Serie A. Insomma, i risultati parlano per lui”.

Dalle sue parole, capiamo che il Cagliari ha fatto bene a puntare su di lui…
Come faccio a non parlare bene di un allenatore così? Mi ha sempre colpito per la qualità, la cultura del lavoro. E’ un allenatore bravo, sempre concentrato, per lui parlano i fatti. Io e lui siamo partiti dal basso, sono contento che sia tornato in Serie A, è il campionato nel quale deve stare. Gli auguro tanta fortuna, se la merita, e gli faccio un grande in bocca al lupo per la salvezza del Cagliari”.

41 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
41 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Solo l’allenatore !!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Da esterno il presidente del Cagliari non l ho capito…prima rinnova a Di Francesco..( anche in caso di retrocessione) e poi lo esonera..mah , comunque sportivamente forza Cagliari

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Adesso, concentriamoci sulle prossime prestazioni, elencare meriti precedenti o delusioni non aiuta, massimo appoggio al mister e alla squadra, dimostrate di valere la fiducia e forza Cagliari, sempre.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Se si dovesse retrocedere come si fa’ a dare la colpa a Semplici quando il danno lo ha fatto l’allenatore precedente che ha avuto a disposizione 23 giornate di campionato!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Semplici avrà comunque bisogno delle prime partite per comprendere, in base agli elementi a sua disposizione, quali potranno essere gli schemi “vincenti”. Questo mi pare valga anche per i migliori allenatori

Salvatore
Salvatore
2 mesi fa

Facciamo tutti gli scongiuri del caso, in molti purtroppo non danno il giusto merito o non ricordano il precedente avvenuto nel campionato 2007/’08, quanto dovremmo essere riconoscenti tutti noi che abbiamo un cuore rossoblu nei confronti dell’allora sig. “nessuno” Davide Ballardini che, incaricato di portare la squadra dignitosamente alla fine del campionato e programmare il successivo in B, riuscì con impegno, lavoro ed umiltà a regalarci DIGNITA’ E PERMANENZA IN SERIE A.

Bruno
Bruno
2 mesi fa

Siete con gli occhi chiusi (come tutte le persone di oggi)! Per cambiare la situazione basta davvero poco! Il Todjno, il Parma ed il Crotone sono andati, e pensate che Genoa, Benevento e compagnia non conosceranno cali vistosi? Sembra che il calcio non lo conosciate proprio! Guardate ad esempio il Bologna di 2 anni fa: quell’asino di Inzaghi lo aveva spinto davvero in basso, poi Mihalovich…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Basta con nomi blasonati solo in cerca di lauti contratti, Semplici deve ancora vincere e lo farà portando in zona tranquilla il Cagliari in men che non si dica.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Io da 3 anni… Ma la società mi snobbava!!! 🤗🤗🤗

Alexx
Alexx
2 mesi fa

Wow, una carrierona.

Arturo CAPORALE
2 mesi fa

Molto bella come presentazione del mister. In più mi ha ricordato come fu scoperto Ranieri… Speriamo davvero porti bene!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Io vedo la stessa storia di Raineri al Cagliari solo che Ranieri è andato al Napoli mentre Semplici a continuato con la Spal è retrocesso, perciò con questi giocatori farà sicuramente bene

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ma come fate a essere già rassegnati alla B , quando mancano 15 partite(quasi tutto il girone di ritorno) e ci sono 45 punti in palio?il Torino ha solo avuto fortuna venerdì con noi , gioca ancora da schifo anche con Nicola ed è a soli 5 punti , non troverà sempre squadre messe male come finora il Cagliari. Il nostro organico è molto più forte sia del Torino che di altre squadre che abbiamo davanti

Stef .
2 mesi fa

Semplici è una persona seria e umile, potrebbe portare in spogliatoio un po’ di serenità e ridare sicurezza alla squadra. Tecnicamente assomiglia a Sarri, ossia un altro maniaco dei dettagli e dell’organizzazione di gioco, niente affatto un difensivista, piuttosto un pragmatico che cerca di fare punti con l’equilibrio. Non so con una squadra così forte come se la giocherà, non so se sa gestire personalità più difficili, ma credo a cagliari sia più adatto lui a un progetto serio che DF

Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
Bruno Dessì alias Fogusabbruxidi
2 mesi fa

Mi hai insegnato a non mollare,

mi ricordo da bambino in curva nord al Sant’Elia,
le domeniche a lottare..

questo calcio ci fa schifo

ma finché torni a giocare

sentirai la nostra voce,

io ti devo accompagnare…

Porto avanti un ideale

Rossoblu é la mia vita e non ci sarà partita che nn ci vedrai Cantare….

Io ti so SOLTANTO AMARE‼️❤💙

Sandr5o7
Sandr5o7
2 mesi fa

Ounas…DOMENICA pericolo numero 1…Il muflone. …Ha fatto danni prima dopo e durante…IL FARIAS 2…Ci sta aspettando…Per ringraziare di persona il grande…E ORIENTATO GIULINI.

Aenigma
Aenigma
2 mesi fa

Ma lasciamolo lavorare e basta !

Alexx
Alexx
2 mesi fa
Reply to  Aenigma

Applausi!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ci sta prendendo per il sedere.

Andre
Andre
2 mesi fa

Basta con gianni e zappa.. dentro gente che scalpita come asamoah e duncan

Alexx
Alexx
2 mesi fa
Reply to  Andre

Sono sicuro che Semplici accetterà i tuoi illuminanti consigli.

Max
Max
2 mesi fa
Reply to  Andre

Lo dico da mesi…basta soprattutto col greco un asino patentato

Alexx
Alexx
2 mesi fa
Reply to  Max

Ceee nessuno ti ha ascoltato

Enomis
Enomis
2 mesi fa
Reply to  Max

Avessimo ancora Pajac…mai provato e senza dimostrare di poter essere utile

Alberto Antonini
Alberto Antonini
2 mesi fa
Reply to  Enomis

Mettiamoci anche Despodov, mai testato davvero.

Alexx
Alexx
2 mesi fa
Reply to  Enomis

Pajac, una mancata plusvalenza vagante

Franco Tidu
2 mesi fa
Reply to  Andre

Asamoah pesa 100 chili,non è ancora pronto,tenetelo lontano dal cibo sardo,altrimenti ne va a pesare 200 ,ceeeeeeeee

Alexx
Alexx
2 mesi fa
Reply to  franco

Asamoah?

Sirboi
Sirboi
2 mesi fa
Reply to  franco

😂😂😂😂😂

Andre
Andre
2 mesi fa
Reply to  franco

Cosa fai un paio di amaretti non glieli offri, cerau

Marco casteddu
Marco casteddu
2 mesi fa
Reply to  Andre

Infatti…se poi a giugno va via e racconta di non aver assaggiato gli amaretti fadeusu bregungia

Pgl
Pgl
2 mesi fa

beh che dire, ha tutte carte in regola per far bene. Forza Cagliari

Gvar
Gvar
2 mesi fa

Se riesce in questa impresa c’è da fargli un monumento, cosa alquanto improbabile.

Enomis
Enomis
2 mesi fa
Reply to  Gvar

Se riesce nell’impresa(che tutti speriamo avvenga),DiFrancesco dovrà pubblicamente in tv chiedere scusa a tutto il Popolo Rossoblu,e ammettere che deve imparare ancora tanto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa
Reply to  Enomis

Quello DiFrancesco dovrebbe farlo comunque.

Ninja00
Ninja00
2 mesi fa

crepi

Alberto Antonini
Alberto Antonini
2 mesi fa
Reply to  Ninja00

Perché, povero lupo? Quando la lupa sposta i cuccioli li tiene con la bocca, e quello è il posto più sicuro. Si riferisce a questo, quindi è un augurio che tutto vada bene.

Antonio Loi
Antonio Loi
2 mesi fa

In effetti si dovrebbe rispondere “Grazie”.

Michele Cagliari
2 mesi fa

Speriamo bene dai!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Speriamo porti fortuna pure a noi❤️💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

SPERIAMO …….di certo se si va in “B” credo che a semplici piu’ di tanto NON SI POTRA’ DIRE ……

Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Stupido? Che sciocchezza! Tiddia, che si era diplomato al liceo classico, era un uomo intelligente e perspicace. Restó ad allenare quasi sempre in..."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "I fratelli Orrù, i migliori in assoluto!"
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Gianfranco è un grande uomo oltre che un grande campione, umile onesto e corretto, non è facile incontrare persone di elevata fama che abbiano..."

Gigi Riva

Ultimo commento: "La storia di Gigi Riva e di quel grande Cagliari con tutti gli altri campioni è talmente bella da sembrare inventata. E giustamente è diventata..."

Radja, una storia di vita che sembra un film

Ultimo commento: "Sei un uomo prima di un giocatore ..per sei sempre stato grande e quando sei andato via dalla squadra mi si e spezzato qualcosa sei un grande ...vai..."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Esclusive