Resta in contatto

News

Coppa Italia, Juventus prima finalista: dopo il 2-1 dell’andata contro l’Inter è bastato lo 0-0 allo Stadium

Le occasioni non sono mancate nel match di ritorno ma le rispettive porte sono rimaste inviolate a vantaggio. Per Pirlo prima finale da allenatore

IL MATCH DELLO STADIUM. Pirlo fa riposare almeno inizialmente Bonucci e Chiellini, Conte, invece schiera l’undici migliore possibile, sfruttando l’eccezionale momento di forma, di Barella. Gli ospiti devono vincere con due reti di differenza per arrivare all’atto finale. La contesa vede al 10’ Martinez cadere in area dopo il cross di Hakimi, l’arbitro Mariani, coadiuvato al Var da Valeri, fa proseguire nonostante le proteste dei nerazzurri. Decisione onestamente giusta anche dalle immagini al replay.  Col passare dei minuti aumenta la pressione ospite, con i bianconeri che quando ne vengono in possesso fanno girare palla per stancare gli avversari.  Al 22’ triangolazione Hakimi-Barella, con l’ex Cagliari  che fa partire un tiro da centro area, ma trova De Ligt a ribattere la conclusione che andava dritta verso la porta. Quattro minuti Lukaku a pochi metri dalla porta non riesce a deviare la sfera, dopo la punizione calciata da Eriksen. 28’: fondamentale deviazione in angolo di Buffon su Eriksen. Ronaldo cerca la conclusione vincente (42’) ma Handanovic risponde presente, respingendo di piede, quindi Skriniar chiude in corner. Due minuti dopo il portoghese ci ritenta, ma stavolta è Eriksen arretrato in difesa, che si oppone. L’arbitro manda le due squadre al riposo senza recupero.

Al rientro in campo la gara non ha sussulti fino al 13’, quando Martinez si presenta in area, ma commette fallo su Buffon uscito dalla sua porta per evitare problemi. 19’:  la Juventus ad un passo dalla rete, che avrebbe chiuso i giochi definitivamente tra andata e ritorno, con Ronaldo che vede Handanovic in uscita gli chiudergli lo specchio della porta e si salvare, nella più grande occasione della partita. Altro duello tra i due, dopo la conclusione velenosa seguita da una grande giocata di CR7 al 25’. Conclusione potente, ma sull’esterno della rete (36′) di Hakimi, uno degli ultimi tentativi ospiti di aprire la sfida in terra piemontese. Nulla da fare (40′) neanche per Sensi, vicinissimo al gol, col suo diagonale viene deviato in calcio d’angolo. Ma sul corner. Sugli sviluppi poi Buffon blocca il pallone in uscita Juventus dunque prima finalista. La sua avversaria si conoscerà domani sera, al termine di Atalanta-Napoli, che all’andata una settimana fa al Diego Armando Maradona, si chiuse sullo 0-0.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Xche ci mettete in difficolta 2 canpioni in canpo e fuori. Forza Casteddu.mia Madre Cagleritana .Pandori Amelia.e mio Figlio direttore Sportivo..."

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Ultimo commento: "RIVA, ROMBO DI TUONO, è un mito ineguagliabile nella storia del calcio!"

Altro da News