Resta in contatto

News

IL DRIBBLING DI… Mario Frongia. Cagliari: 3 punti facili per il Milan e classifica da incubo

La squadra è diciassettesima. Si nota coraggio e impegno. Ma in A non basta. Servono rinforzi e saggezza nelle scelte

Sottil in panca per Pereiro. E pare che l’autore del gol all’Atalanta, giovedì scorso in Coppa Italia, non l’abbia presa bene. Per nulla. Andiamo avanti. Duncan subito in campo. Il Cagliari dei senatori, l’hanno chiamato. In effetti, fuori Walukiewìcz, dentro Ceppitelli. Ci sono i big Joào Pedro, Simeone, Nainggolan e Godin. Infortunato Luvumbo, Rog in riabilitazione, Nàndez squalificato, Pisacane al Lecce. Pavoletti, Oliva e Cerri a disposizione con i babies Tramoni, Boccia, Tripaldelli e Delpupo. Il Milan fa i conti con i titolarissimi positivi dell’ultim’ora, Cahlanoglu e Theo Hernandez. Out Rebic, Krunic, Bennacer, Gabbia. I primi della classe, 40 punti, contro i diciassettesimi, 14. Reduci da cinque sconfitte di fila (con la Coppa Italia), all’asciutto dal 7 novembre (2-0 alla Sampdoria), con una rosa mal assortita e scelte poco ponderate, identità di gioco persasi nel tempo e Di Francesco (stavolta con il modulo ad albero di Natale) che cerca di capire quale possa essere la risposta a un’involuzione e a un progetto societario sprofondato ancora prima del girone d’andata. La tifoseria con meno pazienza è furente e parla di concreto rischio retrocessione. Sul tema, è meglio non scherzare. Di certo, è andata molto meglio nel maggio del 2017: Donnarumma battuto da Pisacane, 2-1. L’undici di Rastelli, debuttante con una neopromossa, chiude undicesimo. Gli almanacchi non mentono, ora e mai. Ma, per qualcuno, guai a ricordarlo.

SUBITO SOTTO. Quattro minuti, Brahim Diaz scappa palla al piede, serve Ibra, Lykogiannis lo spinge: rigore. Palla a sinistra, Cragno a destra: 1-0, lo svedese non perdona. I rossoblù aspettano, i rossoneri hanno il pallino. Il Cagliari è in difficoltà, pare molle, la difesa si fa sorprendere dai lanci lunghi, non proprio una novità in questa stagione. Marin e JP10 danno la scossa. Corner. La partita si anima. Nainggolan in regia, Marin (mezzala, da play non ha convinto) e il neoacquisto Duncan ai lati. Il primo si impegna, ma la qualità è modesta. L’ex Fiorentina e Sassuolo ci sa fare ma la condizione non è al top. Simeone duetta con il Ninja e Marin, la palla torna al Milan. Pereiro? Troppo impreciso e molle. Pare “caldo” Joào, Calabria deve mostrargli i denti. Fanno più fatica Ceppitelli, Lyko e Godin. Il Milan non corre rischi, il vantaggio aiuta. Nainggolan prova a creare, ma non va. Calabria impegna Cragno, angolo. L’undici di Pioli non sfonda, quello di Di Francesco cerca concretezza e sostanza. E, magari, un tiro in porta. Che arriva al 33′, ribattuto in angolo da Tonali. Si nota qualche segnale di vita.

Gli ospiti lucrano sull’1-0. Angolo di Marin, Godin di testa, alto. Cambio di fronte, Diaz sprinta su Radja, palo di Calabria con Cragno di gesso. La risposta? JP10 non arriva sulla palla lavorata da Zappa e Marin. Di Francesco non è contento. Chiede altro al centrocampo, la manovra va a strappi. Il nodo? La qualità complessiva è quella che è. Intanto, il team guadagna campo. Romagnoli anticipa Simeone. Nei rossoblù c’è cuore, almeno quello. Ma in A non basta. Pereiro non quaglia, Marin pure. Duncan pian piano scompare nella rete ospite. Certo, il gol a freddo non aiuta, si è intravisto un filo di coraggio. Ai tifosi le pagelle. Ma la salita è tosta. I primi 45′ si chiudono con il 46 per cento, 172 passaggi con l’82 per cento a buon fine del Cagliari contro  56, 265 e 89 del Diavolo, mai così cinico.

INFERNO NOTTE. Pioli inserisce Kalulu per Kjaer. Si parte. Scintille in campo, Godin replica a Ibra, Castillejo e Lykogiannis si strattonano. Il gioco è frastagliato. Il centravanti svedese scappa a Ceppitelli e Godin, sassata di sinistro, gol numero 12 in stagione. Ma è offside. Poi, il Var ribalta: 2-0. Sottil subentra a Pereiro, impalpabile. Ci prova Marin, ribattuto. Sottil cerca l’affondo, sfumato. Ma è Simeone, assist d’oro di JP10, a venir murato da Donnarumma. Porta opposta, miracolo di Cragno su Ibra, servito da Hauge (sostituito al 20′ da Saelemaekers: duro su Zappa, “giallo” dopo 6′). Dentro Oliva, fuori Duncan. Mezzi ottimi ma forma da trovare e giudizio sospeso. Anche perché se viene da quattro gare a Firenze, una ragione ci deve essere. Intanto, Nainggolan ciabatta fuori da 25 metri, mentre Kalulu chiude su Joào, corner.

Pioli richiama Tonali, dentro Meité. L’arbitro Abisso in prima fila al 29′: l’arbitro sventola il secondo cartellino per Saelemaekers, strattonata su Lyko. Milan in dieci. Il Cagliari pressa. Dalla bandierina Marin, Radja al volo centra Romagnoli. Scocca l’ora di Pavoletti e Cerri. Salutano Simeone e Zappa. Ovvero, arrembaggio. Sottil cade in area, spinta di Diaz, Abisso sorvola. Cerri impegna di testa Donnarumma. Il Diavolo si arrocca dietro, Conti rimpiazza Castillejo. Ceppitelli sfiora la traversa su punizione di Lykogiannis. Dall’altra parte, sempre Ibra, contrasto vinto su Godin: angolo. Finisce 2-0, ospiti primi in classifica con 43 punti.

NUMERI DRAMMATICI. La sesta sconfitta di fila è disastrosa oltremodo. Il Cagliari ha 2 punti di vantaggio sul Crotone, ultimo in classifica. Sprofondo rosso. Ormai in casa rossoblù il terrore corre sul filo. E non è quello del fuorigioco ma dei peggiori tre posti della serie A. I rossoblù hanno affrontato il Milan da quart’ultimi con 14 punti. Il Genoa, con un prezioso pari contro l’Atalanta a Bergamo, ha lasciato da soli i Quattro Mori. E la situazione poteva volgere anche peggio: il Torino non ha vinto con lo Spezia, con l’uomo in meno per quasi l’intera gara. E Giampaolo ha fatto le valigie. Quasi peggio il Parma: avanti 1-0 al Mapei Stadium con il Sassuolo ha ingoiato il pari su rigore della squadra di De Zerbi al ’94. Torino e Parma sono passate al gradino numero 13. Ovvero, se granata e ducali avessero vinto, Joào Pedro e soci sarebbero stati penultimi. Con il Crotone che ha liquidato 4-1 il Benevento ed è salito a quota 12: ultimo. E domenica sfida delicatissima a Marassi con il Genoa. Un brivido senza fine.

50 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
50 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
nando
nando
3 mesi fa

con zenga lo scorso anno problemi a centrocampo, uomini contati e cigarini in tribuna. risultato 2021 ancora così mandato via cigarini in più anche ionita senza naingolan, senza regista. i risultati si vedono

nando
nando
3 mesi fa

cambio di ds ed allenatore, altro giro altra corsa. Ballardini pensaci tu

nando
nando
3 mesi fa

DIRIGENTI INCOMPETENTI
ieri una partita cruciale con un milan a pezzi, a centrocampo 2 uomini nuovi ud il terzo cambiato di ruolo. chiamasi disorganizzazione giuliniana. 40 giocatori e poi uomini contati a centrocampo

Giorgio Loddo
3 mesi fa

ragazzi basta con queste pagliacciate, i vari naingollan 4,5 di stipendio, godin 3,5 milioni nandez 2 milioni pavoletti 2 milioni, joao 2 milioni,simeone 2 milioni, stanno ottenendo meno punti dello scorso anno con i vari ladinetti, gagliano, marigosu, carboni, con un ingaggio che non supera i 200 mila euro totali una vergogna inammissibile, il tanto criticato zenga ha fatto gli stessi punti, x non parlare i 47 punti di rastelli

Magicbox
Magicbox
3 mesi fa

Ma basta con sto, se il Parma e il Torino avessero vinto saremmo terzultimi, hanno vinto???? No, e allora non ce bisogno dei se.

Pietro
Pietro
3 mesi fa

Grande Mario! Riepilogo della partita obbiettivo e senza una virgola fuori posto come al solito. 👌🏻

Tonyos (già Forza Cagliari)
Tonyos (già Forza Cagliari)
3 mesi fa

Proviamo a ragionare come forse sta facendo la società: ieri il Cagliari quanto meno come impegno ed abnegazione c’è stato, ha cercato di mettere alle corde il Milan e senza quel 2° goal in quasi fuori gioco avrebbe tenuto in bilico il risultato fino alla fine; ha sfiorato il goal del 1-2 con Simeone (paratona di Donnarumma) ha costretto in 10 il Milan per almeno 20 minuti, diciamo che dopo i segnali del 2 tempo di Bergamo in questo senso la prestazione di ieri contro i primi della classe…

Tonyos (già Forza Cagliari)
Tonyos (già Forza Cagliari)
3 mesi fa

non è stata tutta negativa, ah dimenticavo il rigore non dato per il fallo su Sottil (travolto!) e la cosa scandalosa è che il VAR non ha corretto la decisione! Detto questo i problemi ci sono eccome! Non è possibile che al primo affondo gli avversari facciano goal! Non è possibile che la difesa schierata non riesca a mettere in fuori gioco un solo attaccante avversario ed anzi rischi di subire il 3 goal! Tattica D.F. è stato preso per la sua bravura tattica e allora?! Possibile che non riesca..

FZ
FZ
3 mesi fa

Concordo e aggiungo che è già la seconda volta che la difesa non ferma l’attaccante o tenta di fermarlo convinta che ci sia fuorigioco che poi il var puntualmente nega.
Per me da quando hanno introdotto il var bisogna stare molto attenti perché come abbiamo visto ieri vanno al millimetro e l’occhio umano non ha la stessa percezione.

Stef .
3 mesi fa
Reply to  FZ

Problema mentale, i centrali hanno fatto il movimento correttamente e lasciato Ibra in off side, purtropo Liko si è addormentato sulla fascia opposta e non si è accorto di avere un piede 5 cm troppo basso e ha tenuto Ibra in gioco. Che ci deve fare Difra… Piuttosto è la solita indolenza sui tagli in profondità che lascia perplessi, è un continuo, e Ibra è forte ma non è veloce.. eppure scappano sempre..

Tonyos (già Forza Cagliari)
Tonyos (già Forza Cagliari)
3 mesi fa

a far salire i difensori e la squadra 10 metri più avanti e sfruttare il potenziale offensivo che ha?! Possibile che non riesca far fare ai difensori 1 passo avanti per mettere in fuori gioco un solo attaccante?! Non sarebbe meglio a questo punto giocare con la difesa a tre che consentirebbe di fare meglio il fuori gioco e garantirebbe maggior filtro a centro campo?! Cara Società è veramente D.F. l’allenatore che ci serve in questo momento o sarebbe meglio ripartire con un altro?!

CC 1920
CC 1920
3 mesi fa

Scusa qua non e di Francesco che muove i giocatori, sono loro che devono darsi una svegliata, e come a scuola il prof ti spiega quello che devi fare quali errori non devi commettere ma se tu fai l’asino perché non ti importa e non ti impegni questo e il risultato, sono anni che vivacchiano in una mentalità da mediocri con la complicità della società

Tonyos (già Forza Cagliari)
Tonyos (già Forza Cagliari)
3 mesi fa
Reply to  CC 1920

La bravura del “Professore” come dici tu sta proprio li: essere capace di trasmettere e far apprendere i propri insegnamenti. La differenza tra un bravo allenatore e aggiungo psicologo sta proprio nella sua capacità di far apprendere i suoi insegnamenti.

CC 1920
CC 1920
3 mesi fa

Sono d’accordo ma sta anche a loro applicarsi, sono anni e anni che si cambia ma il risultato è sempre quello, quello che si vede e poca voglia scarsa applicazione , Duncan ieri se perdeva palla lo rincorreva qualcun’altro aspettava che lo facesse il compagno

Tonyos (già Forza Cagliari)
Tonyos (già Forza Cagliari)
3 mesi fa

la differenza tra un bravo allenatore ed uno meno bravo intendevo…Riguardo all’impegno non si può dire che ieri i giocatori non si siano impegnati anzi, è questo che preoccupa.

adi gozzi
adi gozzi
3 mesi fa

in 18 partite forse un paio sono state dignitose il resto abulia più totale , gol subiti 2 a partita ( cioè per vincere ne deve fare 3 tutte le partite !!!) e la società punta ancora su difra … ma cosa deve fare per essere esonerato?

Anarchein
Anarchein
3 mesi fa

Non so se mi preoccupa di più l’assenza di Granese…. od il fatto che forse stia preparando l’Articolo del Tifoso….
:O

Mauro Cadeddu
3 mesi fa

Problemi Cagliari a parte…Giulini fatti sentire!
L’arbitraggio resta scandaloso! Dillo chiaro: la VAR conserva strumenti di elusione visto che può “non” essere usata a discrezione dell’arbitro.
Perché si può dire tutto, ma dare contro un rigore del genere ad una squadra in difficoltà significa volerla ammazzare.

Anarchein
Anarchein
3 mesi fa
Reply to  Wirossoblu

Abisso a posto del cuore ha un cassonetto !!! ahahaha
Ma almeno avesse dato il nostro…. per compensazione….

Anarchein
Anarchein
3 mesi fa

Strattonata su Ceppo, non su Lyko…
A parte questo, la questione “Sottil” o si sviscera tutta, se si conoscono le motivazioni oppure buttare li le mezze frasi sentite sa molto di “ti piace vincere facile” !
Sottil non vale i 90 minuti !!! Quindi avendo giocato Giovedì era più che chiaro ed onesto tenerlo in panca, anche perchè, diciamocelo tutto…., quando gioca, gioca sempre e solamente per se stesso e poco per la squadra e rientra sempre con molta diffcoltà. Ma ieri non mi è dispiaciuto.

GIGI
GIGI
3 mesi fa
Reply to  Anarchein

Hai dimenticato di nuovo il farmaco sul comodino, è questo ti farà passare una brutta giornata.

Anarchein
Anarchein
3 mesi fa
Reply to  GIGI

No, ho rimediato !!!! Meno male che me lo hai ricordato !!! Ahahah
Cosa farei senza di te….

Puzzikorru
Puzzikorru
3 mesi fa

A questo punto chiamerei Donadoni.. conosce l’ambiente e con questa rosa potrebbe raggiungere la salvezza.. dico potrebbe perché se si va avanti così è b certa.. speriamo di no.. già è un dramma la vitale poi retrocede anche il mio secondo amore sarebbe angosciante..

Rob
Rob
3 mesi fa
Reply to  Puzzikorru

Donadoni ha Cagliari ha fatto molto bene ma è risultato indigesto a gente ancora all’ interno della società…
Mi sembrerebbe strano un suo ritorno

Rob
Rob
3 mesi fa
Reply to  Rob

Donadoni a Cagliari

Alberto Antonini
Alberto Antonini
3 mesi fa

Sardegna … terra di vacanza !! Tifosi prima illusi e ormai disillusi. Il milan fa il compitino e noi a balbettare calcio. Ma DiFra le sa preparare le partite? Vaghiamo nel buio. Mi divertiva davvero di più il Cagliari garibaldino di Rastelli e Borriello.

Anarchein
Anarchein
3 mesi fa

Ehhh certo ! Adesso si rimpiange il Rastelli, ma quando c’era tutti a dirgliene di ogni e Frongia dov’era ?

Rob
Rob
3 mesi fa
Reply to  Anarchein

Che tutti gliene dicessero di ogni non conta nulla, visto che è lo sport preferito del tifoso cagliaritano.
C’è qualcuno che parla bene di Arrigoni?
Eppure il suo Cagliari, da neopromossa, giocava bene… Ma lui sostituiva Zola, 39 anni, negli ultimi 15 minuti con Rolando Bianchi

Alessandro
Alessandro
3 mesi fa
Reply to  Rob

Giocava bene perché c era Zola che faceva girare l’attacco. Sparito Zola spariti tutti, Arrigoni in primis

Alberto Antonini
Alberto Antonini
3 mesi fa
Reply to  Anarchein

Se tu ti diverti di più adesso, continua a divertirti. Non rimpiango Rastelli ma almeno si lottava.

Anarchein
Anarchein
3 mesi fa

No ma guarda che io sono d’accordo ! La critica era per il fatto che Rastelli è stato poi crocefisso coram populo….

GIGI
GIGI
3 mesi fa
Reply to  Anarchein

Scedau ge sesi affrori.

Raff
Raff
3 mesi fa

La verità è che abbiamo una società che ha regalato Barella e non contenta a letteralmente buttato via quei 4 soldi con giocatori inutili in più hanno tenuto quelli scarsi una società veramente composta da dilettanti allo sbaraglio. Una preghiera a calcio casteddu non intervistate più passetti prima di una partita quando parla lui e una sentenza. Ricordatevi l anno scorso quando disse che il Cagliari andava bene così 11 RISULTATI DI FILA NEGATIVI A BUON INTEDITOR POCHE PAROLE

Nello
Nello
3 mesi fa

Ma i terrapiattisti che continuano a mettere like negativi, si rendono conto in che situazione saremmo fra tre o quattro partite?

Rob
Rob
3 mesi fa
Reply to  Nello

Non hai capito che in questo blog i like non hanno valore ? se clicchi ripetutamente ne metti e ne togli quanti ne vuoi…
Senza mai superare il 5, però…

Anarchein
Anarchein
3 mesi fa
Reply to  Nello

ma non hai ancora capito che i like negativi qui dentro li mettono solo 3/4 persone e tutta la Redazione ? loro vogliono che ci scanniamo !!! ahahhahaha

Marcello Murenu
Marcello Murenu
3 mesi fa
Reply to  Anarchein

Non credo che tu sia un mago, ma’ hai fatto centro su una questione che anche a me puzza gia’ da tempi ormai remoti. Anzi ti diro’ di piu’, che chi cambia nickname molto spesso, sia qualcuno che abbia controllo di questo sito.Potrei sbagliarmi ma’ a me’ puzza la cosa…

Giorgino
Giorgino
3 mesi fa

Ora la questione sta diventando imbarazzate. Fanno giocare a tutti i costi quelli di proprieta’, specialmente nelle vetrine importanti, e anche se non all’altezza (vedi pereiro, imbarazzante). Nel frattempo si tengono in panca i pochi validi in prestito, che giustamente non la prendono bene (sottil). E’ chiaro che l’interesse sia quello di far acquisire valore ai propri giocatori, mentre gente come sottil farebbe solo lievitare il proprio prezzo per poi andare via a Giugno. Cosi’ pero’ e’ 100% B

logu
logu
3 mesi fa
Reply to  Giorgino

Aspettano la sconfitta, inevitabile, col Genoa e cambieranno allenatore. Sara troppo tardi. Oltretutto chi verrà dovrà tenersi gli uomini scelti da di fra, anche nel mercato di gennaio: resterà solo una settimana e 3 acquisti sono già stati fatti. Resterà soprattutto una difesa del tutto inadeguata. Do la retrocessione all’80%
Siamo la peggiore squadra del campionato

Ignazio
Ignazio
3 mesi fa

Ormai credo che sia arrivato il momento del cambio allenatore. Può essere anche un bravo allenatore ma purtroppo DiFrancesco come e successo con la Samp, a fallito. Ora per forza di cose e anche con il rischio bisogna avere il coraggio di cambiare. Spero in Donadoni e non Mazzarri o altri mediocri.

Alex
Alex
3 mesi fa

Andiamo avanti ancora con DF? Forse sarebbe meglio dire: andiamo indietro. Non ho parole, delusione completa e Giulini dovrebbe intervenire con urgenza

Lucio
Lucio
3 mesi fa
Reply to  Alex

No lui dorme…è contentissimo di svegliarsi in b, forse l’esperienza con Zeman non è bastata?

Dimoniu Arrubiu
Dimoniu Arrubiu
3 mesi fa

DiFra e confermatisdimo. Con lui in panca il Giulivo ha la matematica certezza della serie B

Rob
Rob
3 mesi fa

Bravo, Giulio deve aver bisogno di soldi…
Come nel 2015 quando doveva recuperare i soldi spesi per l ‘acquisto della società

Riccardo B. rossoblu'
Riccardo B. rossoblu'
3 mesi fa

Basta guardare i numeri e il trend. Cosa aspettiamo? Vogliamo aspettare alla scontata sconfitta contro il Genoa? E aspettiamo… Allenatori buoni non ce be sono, forse Donadoni. Stramaccioni, Mazzarri, Di Biagio? Meglio Bernardo Mereu.

adi gozzi
adi gozzi
3 mesi fa

anche Canzi può allenare benissimo la squadra e fare meglio di difra

Claud
Claud
3 mesi fa

Donadoni è un buon allenatore.

Sandro
Sandro
3 mesi fa
Reply to  Claud

Ma ti rendi conto che stipendio prende?

Sandro
Sandro
3 mesi fa

Purtroppo Giulini è sordo…non vuol capire che se non si fa il cambio in panchina sarà sempre peggio

Mario
Mario
3 mesi fa

Ma glielo spiegate a Frongia che non ha senso fare una cronaca minuto per minuto di una partita al giorno d’oggi? Poteva andar bene negli 60 e 70, nel frattempo il mondo e’ cambiato. Anche quello delle cronache sportive.

Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un sardo......."

Gigi Riva

Ultimo commento: "La storia di Gigi Riva e di quel grande Cagliari con tutti gli altri campioni è talmente bella da sembrare inventata. E giustamente è diventata..."

Radja, una storia di vita che sembra un film

Ultimo commento: "Sei un uomo prima di un giocatore ..per sei sempre stato grande e quando sei andato via dalla squadra mi si e spezzato qualcosa sei un grande ...vai..."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Anche a Mannini..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Un fuoriclasse VERO. Grande anche dal punto di vista umano, amato in tutte le piazze in cui ha giocato. Se solo fosse arrivato prima al Cagliari."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da News