Resta in contatto

News

Posticipo Serie A, 2-0 al Vigorito sul Benevento: il Milan si riprende la testa della classifica

Un’ingenuità di Tuia spiana la strada della vittoria ai rossoneri in gol con Kessiè e Lealo. Caprari sbaglia un rigore

Al 6-2 dell’Inter sul Crotone, nel match delle 12,30, il Milan risponde alle 19,53, riprendendosi la vetta grazie al 2-0 suo campo di, ancora una volta, bel Benevento, ormai certezza e non più sorpresa della Lega Serie A 2020/2021.

INTENSITA’ E NON SOLO… Al Vigorito prima del match va in scena il bellissimo abbraccio tra Filippo Inzaghi e Paolo Maldini. Il primo vero squillo è da parte dei rossoneri, che assediano l’area sannita ma segnano al 15’ con Kessiè su rigore, letteralmente regalato da Tuia, con una brutta uscita a vuoto e botta successiva in pieno su Rebic. Pasqua non può fare altro che indicare il dischetto, senza l’ausilio al VAR del collega    Di Paolo. Dal dischetto nessun problema a siglare, dall’ivoriano. Bella riposta da parte di Insigne, sfortunato nel cogliere il palo interno (20’) con Donnarumma battuto. Al 35’ bruttissimo fallo di Tonali su Schiattarella,  che viene ammonito. Richiamato dal VAR, l’arbitro va a rivedere le immagini ed espelle il rossonero. Nel finale di tempo doppia chance per Insigne (42’ e 44’) per il pareggio, che non arriva. Meglio i campani prima dell’intervallo, che arriva dopo 3’ di recupero.

Allunga le distanze la capolista al 5’ della ripresa con un tiro fantastico da posizione defilata di Leao, che va a morire in rete. Non molla la squadra di casa che al 15’ ha la chance per accorciare le distanze, grazie ad un penalty assegnato per fallo su Caprari da parte di Krunic. Ma l’ex Sampdoria fallisce il gol dal dischetto mandando abbondantemente fuori il pallone alla destra di Donnarumma. I due tecnici cercano soluzioni, optando per dei cambi, Inzaghi per riaprire la gara, Pioli per blindarla. Al 26’ Lapudula ad un passo dall’1-2, che non trova per l’opposizione in allungo del portiere ospite. Un minuto, dall’altra parte, Calhanoglu colpisce l’ennesimo legno (palo nella circostanza) della sua stagione dopo una combinazione con Castillejo e un gran tiro da notevole distanza. Doppio palo rossonero al 39’ da Kessié, il quale col piattone a giro centra la parte interna del legno destro e sfiora il sinistro. Infine (42’) destro di Schiattarella  su passaggio di Sau, a lato di un nulla dopo anche una leggera deviazione di Romagnoli. La contesa finisce dopo 4’ di recupero. Applausi per il Benevento, i tre punti al Milan.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Probabile visto che è attaccato al colore dei soldi non certo ai colori rossoblu"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News