Resta in contatto

News

Solinas: “Con screening e vaccini speriamo in un po’ di normalità”

Il presidente della Regione ha parlato dell’emergenza Coronavirus in una lunga intervista a L’Unione Sarda. Ecco un breve estratto

NATALE SOTTOTONO. “Ora proviamo a pensare positivo. Il circuito virtuoso tra screening e vaccini potrebbe restituirci un po’ di normalità già nei primi mesi del 2021“. Così il presidente Christian Solinas in una lunga intervista a L’Unione Sarda dove ha toccato vari argomenti, con un focus particolare sull’emergenza Covid. “Le norme sono particolarmente aspre, c’è stata la preoccupazione da parte del Governo di intervenire rispetto a quello che sta accadendo nel resto d’Europa. L’umore non è dei migliori, non c’è tanta voglia di far festa, anche per la grave crisi economica”.

COMBATTERE. “Col piano messo a punto e presentato venti giorni fa è stata rafforzata la capacità complessiva dei posti letto, con l’apertura del Binaghi e la riorganizzazione dei reparti un po’ in tutta la Sardegna. Il sistema è in grado di fronteggiare la domanda di ricoveri. Vogliamo portare al più presto a compimento il progetto dello screening di massa, che ci consentirà di isolare e controllare più facilmente la diffusione del virus”.

VACCINI. “Abbiamo acquisito e posizionato i frigoriferi per assicurare il mantenimento della catena del freddo, fondamentale per la protezione delle fiale. Il piano di vaccinazione prevede una priorità discendente: prima il personale sanitario, poi i soggetti a rischio, gli anziani, fino al coinvolgimento generale della popolazione. Io lo farò quando arriverà il mio turno, non appena sarà disponibile”.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
marc
marc
5 mesi fa

allora, caro granese spiegami per quale maledetto motivo, nessuno parla delle autorizzazioni fatte da bonaccini per le aperture di discoteche e tutto il resto in emilia, nessuno parla delle autorizzazioni fatte da emiliano in puglia. perchè su queste cose si parla solo della SARDEGNA ? e tu sardo emigrato stai facendo il gioco di questa gente meschina, agisci inconsapevolmente da cassa di risonanza, prestando il tuo pensiero a questi sciacalli. le discoteche, che a te a quanto pare ti sono tan

marc
marc
5 mesi fa
Reply to  marc

tanto a cuore sono state riaperte nel periodo estivo in tutte le regioni a vocazione turistica, escludendo la calabria, tramite la compianta santelli, che anche con lei gli sciacalli hanno avuto da dire, anche dopo la sua morte. sai qual’è il vero problema della sardegna ? essere sempre l’uno contro l’altro. anche se sapiamo che ci facciamo del male. possibile che ancora non ti sei accorto di tutto questo ? ma ….forse la lontananza dalla terra madre ti ha fatto dimenticare parecchie cose

Giambattista Lampis
5 mesi fa

Ogni giorno ci mettete la foto di questo NON governatore, oggi ha rilasciato un intervista all’Unione asserendo che ha riaperto le discoteche ” Alcuni consiglieri regionali avevano dichiarato di avere certezza che molte persone stessero organizzando feste nelle case private e nelle spiagge per sopperire alla chiusura dei locali. Questo avrebbe significato situazioni di assembramento e assenza di controlli”. Faccia nomi e cognomi di queste persone, in realtà si tratta di una bugia detta anche

marc
marc
5 mesi fa
Reply to  Granese

questa volta ti dico che hai rotto, ma ogni volta che vedi solinas vedi rosso, non perdi occasione per fare il tuo commentino. solinas si è adeguato alla situazione, reo come bonaccini in emilia ed emiliano in puglia, dove la riviera romagnola non è stata da meno della costa smeralda, anzi. per quale ca…zo di motivo nessuna ne parla, sempre e ininterrottamente sardegna e solians con le discoteche, ti ho fatto l’altra volta il male esempio di piazza pulita con formigli, ma tu niente, continui i

marc
marc
5 mesi fa
Reply to  marc

inesorabile con la tua campagna da buon comunista, che distorce la realtà dei fatti. se si deve mettere in croce qualcuno, il primo è il primo ministro, che quando gli ha fatto comodo ha lasciato libertà alle regioni, salvo poi tornare indietro per scopi puramente politici e di notorietà, a seguire i governatori di regione, ma nessuno e dico nessuno deve essere escluso, senza distinzione di colore politico, come in realtà è stato, dove la sardegna è apparsa l’untore d’italia

Giambattista Lampis
5 mesi fa
Reply to  marc

Su piazza pulita e Formigli ti ho già risposto non lo guardo e non so che dirti, io ho visto Report dove il responsabile in Sardegna di Forza Italia un partito di destra ha detto che prima del consiglio regionale di cui lui è capodelegazione, ha ricevuto diverse chiamate dai proprietari e gestori delle discoteche che gli facevano pressioni in merito alla chiusura delle stesse, guarda che quel programma te lo puoi rivedere in Raipley cosi smetti di dire che invento, io non invento niente mi

Giambattista Lampis
5 mesi fa
Reply to  Granese

informo cosa differente, poi in base alle dichiarazioni degli altri traggo le mie conclusioni, nessuno a estorto dichiarazioni al responsabile di Forza Italia, Io non sono mai stato comunista, non mi devo giustificare con te ma il comunismo non è mai rientrato nella mai ideologia, pertanto signor Max classificare quelli che dissento per communisti e in caso contrario per fascisti è da persone ignoranti, a meno che uno si dichiari comunista o fascista, tra il bianco e il nero ci sono 50 sfumature

Giambattista Lampis
5 mesi fa
Reply to  Granese

di colore, uno nella vita non deve essere per forza bianco o nero, può essere grigio scuro o grigio chiaro, la mie avversità verso Solinas e prima verso Pigliaru non sono sul colore politico ma sull’incapacità di ambedue di amministrare una regione che mi ha dato i natali e che vorrei fiorisse, mentre continua inesorabilmente a essere preda di 10 bottegai che la tengono in scacco muovendo i fili dei burattini messi li da loro, perchè a questi signori non gli frega nulla che colore governa

Giambattista Lampis
5 mesi fa
Reply to  Granese

ma che il governatore di turno sia incapace e malleabile, quando tu e tanti nostri corregionali capiranno questo, forse inizierà una nuova stagione, abbiamo bisogno di persone serie a prescindere dal colore politico, vedi io ho apprezzamento per Mariano Delogu che è stato presidente anche del Cagliari Calcio, nonché Sindaco della stessa città, persona seria capace iscritto M.S.I. poi confluito in Alleanza Nazionale, non è questione di partito, perchè a livello regionale comunale poco importa.

Giambattista Lampis
5 mesi fa
Reply to  Granese

male, come quando il bambino ruba la marmellata o la nutella, questo Non amministratore, dopo aver fatto danni trova scuse puerili, come pretende che un uomo come me creda a queste panzane, è quasi offensivo, ma come si fa a votare un tale elemento, ma quale passaporto sanitario, documento che non esiste in nessun paese, i tamponi rapidi si è visto con i calciatori non servono a nulla perchè risulti negativo e il virus si manifesta dopo 10 giorni, Solinas ne devi mangiare pappa per farmi fesso.

Santos
Santos
5 mesi fa
Reply to  Granese

In realtà la situazione è un po ‘ più complessa di come la racconta lei. Per farla in breve sono arrivati in Sardegna i giovani italiani provenienti dalla Spagna, bypassando dagli aeroporti italiani.
Senza controllo e tramite aerei e navi a pieno carico.
I media nazionali hanno distorto le informazioni.
Io l’ho vissuta in prima persona, e le responsabilità sono in primis del governo nazionale che non messo a punto un piano con l’estero!

Giambattista Lampis
5 mesi fa
Reply to  Santos

Certo che la situazione è più complessa, l’economia sarda come quella nazionale premevano per un allentamento delle misure, governo e regioni tutte cercavano di dare un minimo d ristoro alle attività turistiche, ma poi sono iniziati i primi contagi, già si parlava di casi di covid fra i dipendenti delle discoteche della Costa Smeralda, i consulenti sanitari, quelli che poi si sono dimessi i primi di agosto avevano dato il loro parere per la chiusura delle discoteche, dopo una settimana Solinas

Giambattista Lampis
5 mesi fa
Reply to  Granese

pressato dai proprietari delle discoteche, dichiarazioni rilasciate a Report dal Consigliere di Forza Italia in Sardegna, non di certo un Bolschevico, dopo un consiglio regionale, autorizza l’apertura delle discoteche, ieri ci racconta di averlo fatto per fantomatiche organizzazioni di feste in case e spiagge, come diceva Totò “Ma mi faccia il piacere” per rispondere con un modo garbato e non offensivo. In verità Solinas non sa Amministrare e poichè è pagato profumatamente per quello, io da

Giambattista Lampis
5 mesi fa
Reply to  Granese

cittadino lo pretendo, quando commette errori ho il diritto sacrosanto di lamentarmi e come in questo caso scriverlo, se poi lui pateticamente dopo 4 mesi rincorso dai giornalisti che gli chiedevano lumi sull’apertura delle discoteche, se ne esce con una scusa banale, dopo aver recato danni anche ai sardi che lui si vanta di proteggere, gli rispondo a modo, senza offendere ma senza farmi neanche prendere per i fondelli da uno abituato a vendere fumo con le chiacchiere.

Advertisement

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "Quando ci ha salvato miracolosamente nedo sonetti alle ultime giornate"

Gigi Riva

Ultimo commento: "Su Riva è stato detto e scritto di tutto. Giocatore Immenso ed unico. Ma il suo carisma lo si può riassumere col termine usato da..."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "Classe pura da grande campione, giocate stupende e professionalità indiscussa Uomo dai principi di vecchio stampo Grazie di tutto " PRINCIPE ", era..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "peccato che perdemo 4-2"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Nel '67 avevo nove anni, ma ricordo quando la formazione iniziava con: Colombo, Martiradonna, Tiddia ... ('64)"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News