Resta in contatto

News

Serie A. Gol lampo di Leao: il Milan vice 2-1 in casa del Sassuolo. L’Inter tiene il passo

Gol ed emozioni nelle tre gare valide per la tredicesima giornata della Serie A.  Al Vigorito Benevento-Genoa 2-0. in rete anche Sau

Tre le gare del pomeriggio, valide per la tredicesima giornata del massimo campionato, che hanno fatto seguito ai quattro anticipi. Già giocate infatti Fiorentina-Hellas Verona 1-1, Sampdoria-Crotone 3-1, Parma-Juventus 0-4 e Torino-Bologna 1-1. Le nostre sintesi:

SASSUOLO-MILAN 1-2. Super avvio dei rossoneri in gol dopo appena 8 secondi con Leao, che fulmina col destro Consigli sul pallone servito da Calhanoglu. Al 9’ il turco raddoppia, ma tutto vano, perché dopo una lunga attesa, il VAR lo annulla per fuorigioco da parte di Saelemaekers.  A fare la gara sono gli ospiti anche se i neroverdi non stanno a guardare, ma subiscono il raddoppio (stavolta rete regolare) siglato dall’appena citato belga che spinge facilmente in rete la sfera al 26’, grazie ad un pallone arrivato da Theo Hernandez, dopo aver mandato fuori giri Marlon. Da notare che l’azione è partita da un angolo errato della squadra di De Zerbi. 31’: botta di Berardi, Romagnoli provvidenziale alla deviazione in corner.  Nove minuti dopo Hauge vicinissimo alla marcatura. Al 40’ Traorè, servito sontuosamente da Berardi, sfiora il gol in acrobazia. Cinque minuti dopo, sull’assist di Calhanoglu, Leao ad un passo dal 3-0. Nel primo minuto dei tre recupero, concessi da Mariani, Donnarumma si oppone alla battuta di Ferrari.

Qualche cambio da parte dei due tecnici a inizio ripresa. Nei padroni di casa dentro anche Caputo per aumentare il ritmo in attacco. Il Sassuolo crea qualche brivido alla squadra di Pioli, che comunque controlla. Al 27′ altra opportunità del 3-0 non concretizzata da Saelemaekers sulla risposta di Consigli, sul gran tiro di Leao. Quattro minuti dopo, dall’altra parte, gran botta dal limite dall’area di Boga, ottima respinta di Kalulu. Possesso palla dei padroni di casa ma la rete non arriva fino al 44′, sulla punizione di Berardi, con brutto errore di Hauge, che beffa Donnarumma.

INTER-SPEZIA 2-1. Pressano i nerazzurri, che sciupano due opportunità nel giro di 3’. Al nono grande deviazione di Provvedel, sulla battuta con il diagonale di Young, quindi (12’) errore del portiere con Lautaro che non centra la porta. Nonostante l’inizio, la partita non decolla e la squadra di Italiano non rischia più di tanto anche se non punge verso la porta di Handanovic. Col passare dei minuti alza il ritmo l’undici di Conte, che va al riposo sullo 0-0 in una gara con poche idee contro un’avversaria decisamente quadrata e propositiva.

Vantaggio nerazzurro al 7′ della ripresa, autore Hakimi (quarta rete in stagione) che non lascia scampo al portiere dei liguri con un perfetto destro sull’assist di Martinez. Al 13′ strepitoso anticipo di Ismajli su Lautaro, con il pallone che aveva già superato Provedel, 25′: Fabbri va a vedere le immagini al monitor per accertarsi di di un fallo di Nzola, sul cross di Sensi: rigore per la squadra di casa, che raddoppia con la battuta vincente di Lukaku. al 32′ rete annullata per fuorigioco a Gyasi. Nel 4′ di recupero accorcia Piccoli.

UN’IMMAGINE DELLA SFIDA DI SAN SIRO

BENEVENTO-GENOA 2-0.  Equilibrio nella prima fase dell’incontro del Vigorito tra due squadre che se la vogliono giocare, ma per i portieri non c’è lavoro per i due portieri. Ad impostare il gioco gli uomini di Filippo Inzaghi, a cui però manca spesso l’ultimo passaggio, mentre quelli di Maran sono guardinghi. Decisamente poco in chiave vittoria per entrambe. Al 12′ della ripresa Insigne sblocca una difficile contesa, che obbliga Maran ai ripari con un triplo cambio. Alza il pressing l’undici rossoblù alla ricerca del pareggio. Si difende bene l’undici di casa al cospetto di un’avversaria che fa gioco ma non impegna Montipò in modo severo. Masiello atterra Sau al 44′. l’attaccante sardo da dischetto non fallisce e realizza il raddoppio.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News