Resta in contatto

News

Anticipo Serie A: botta e riposta tra Juventus e Atalanta: allo Stadium finisce 1-1. Portieri protagonisti

Bianconeri in rete alla mezz’ora con Chiesa. Nella ripresa al 12’ pareggia Freuler poi Gollini para un rigore a Ronaldo

 DUELLO SCUDETTO? Entrambe agli ottavi di Champions, dove affronteranno Porto e Real Madrid, da qui a febbraio potranno pensare solo al campionato e alla Coppa Italia, giocandosi tutte le carte. Gomez in panchina, a conferma che la frattura con Gasperini, continua ad essere ampia. La gara dello Stadium s’infiamma al 5’, quando Morata profitta di un errore degli ospiti e dal fondo serve Ronaldo, che colpisce male e si divora la rete. Cosa che clamorosamente su un morbido colpo di tacco (pensando di essere in fuorigioco) manda fuori proprio Morata al 12’, dopo la respinta di Gollini suCR7. Quattro minuti dopo Djmisiti anticipa in modo fondamentale Morata. Meglio i bianconeri dei nerazzurri nella prima parte della sfida. Al 17’ Schiena provvidenziale di Arthur (che esce per infortunio al 25’ sostituito da Rabiot) sul tiro a botta sicura di Zapata, il punteggio non si schioda. Szczesny abbraccia il compagno di squadra, in segno del pericolo scampato.

Al 29’ sblocca il punteggio, con un gran gol, Chiesa che chiede e ottiene il pallone recuperato da Betancur (dopo il sanguinoso pallone perso da Palomino) fa qualche metro e poi fa partire un destro micidiale che s’insacca all’angolino, alla sinistra del portiere dei lombardi. Rabbiosa reazione bergamasca e pari sfiorato al 32’ sulla botta di Zapata, che non c’è solo per il super intervento alla disperata del portiere polacco, con sfera in corner. Da un fallo su Gosens (41’) bomba su punizione di Malinovski, risposta con i pugni da parte di Szczesny. Squadre negli spogliatoi dopo 3’ di recupero, decretati dall’arbitro romano Doveri,

Nel secondo tempo si assiste alla botta presa in faccia in modo potente (3’) rimediata da Gollini sul tiro di Morata, sul passaggio di Mc Kennie. Tutto ok per l’estremo difensore dei bergamaschi. Entra Gomez (8’) al posto di Pessina. 11’. Pareggio ospite con Freuler, che non lascia scampo alla Juventus sul passaggio del Papu, scaricando un bolide che supera il portiere di casa, tocca la traversa e va in rete. Decisivo l’ingresso dell’argentino per il pareggio. Che resiste, perché Gollini blocca il pallone, calciato male da Ronaldo (nella stessa porta che vide la parata anche di Sorrentino) al 16’. Un minuto dopo il portiere ospite è ancora fantastico da terra a dire no a Morata. Gara bellissima, il secondo anticipo della dodicesima giornata, ma soprattutto apertissima ad ogni risultato. Al 20’ Gosens ad un passo dalla rimonta, sul cross di Hateboer, con palla che non entra davvero di poco. Quattro minuti di recupero per vincere la gara, ma non succede altro oltre a quanto già visto. Allo Stadium è 1-1. La Juventus si porta a 24 punti, l’Atalanta va a quota 18, con una gara da recuperare alla Dacia Arena contro l’Udinese.

Altra chance raddoppio che non arriva neanche al 28’ sul gran volo di testa, da parte di Romero e l’altrettanto splendida riposta dell’estremo difensore polacco. Finta e doppia finta di Ronaldo al 40’, pallone di poco, alto sopra la traversa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Si vergogni sindaco e amministrazione di cagliari che fanno giocare la squadra ds 17 anni in uno stadio prefabbricato"

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News