Resta in contatto

Approfondimenti

Soddisfazione Mastinu: dalla D al debutto in Serie A con lo Spezia

Dopo tanta gavetta tra i dilettanti il centrocampista sassarese classe 1991 ha esordito per la prima volta ieri in un campo della massima serie

Minuto 89 di Spezia-Lazio. Il tecnico deli liguri Italiano richiama in panchina Nzola per inserire Giuseppe Mastinu (insieme anche a Piccoli) tentando così il tutto per tutto. Il fantasista mancino classe  1991 nativo di Sassari quel momento non lo scorderà mai: è il suo esordio in Serie A dopo tanta gavetta in Sardegna tra i dilettanti. Quella di ieri per lui è stata la presenza numero 65 in maglia bianca, condita da 7 gol tutti in Serie B ovviamente, vale anche per un altra statistica. Con quei cinque minuti in campo Mastinu è diventato il 33° giocatore a essere utilizzato in questo campionato dal tecnico delle Aquile.

LA CARRIERA. Lo Spezia lo scoprì in Serie D, all’Olbia, dove in due stagioni il giocatore mise a segno ben 23 reti in 52 presenze. Mancino educato, può giocare da esterno d’attacco nel tridente, trequartista o, addirittura, al Picco lo  SI è visto in qualche circostanza adattato a mezzala da inserimento. Una grande scalata nel calcio professionistico quella di Mastinu che partì dalla IV Serie Nazionale con l’Arzachena (che da un paio di stagioni è di proprietà di Gabriele Volpi, patron anche dello Spezia) militando in bianco verde dal 2008 al 2013. In Costa Smeralda 96 presenze e 13 reti. In seguito passò al Budoni (30 “caps” e 11 gol) e poi all’Olbia. Nel 2016 il salto nel professionismo in cadetteria con le Aquile, ora il debutto in Serie A sperando di lasciarsi presto alle spalle i vari, lunghi, stop per infortunio.

 

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti