Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Quel rifiuto alla Juve che gli costò caro

Virdis

Qualcuno osò dire “no” alla Vecchia Signora per amore della famiglia e della sua terra

Le sfide contro la Juventus non rievoca solo momenti o giocate memorabili, tipo il 2-2 del 1970, quello del 1990, o la roboante vittoria per 2-3 nel 2009.

Questo incrocio è stato pure caratterizzato da trattative di mercato, alcune mai decollate, altre accettate di totale malavoglia.

Fu il caso di Antonio Pietro Paolo Virdis, l’attaccante nativo di Sassari, che il Cagliari pescò dalla Nuorese quando ancora non aveva sedici anni.

E’ lui l’erede di Riva!“, qualcuno diceva. E in effetti quel ragazzo con i baffetti i goal iniziò a farli ben presto. Il Cagliari, però, retrocede in serie B, e qualche voce di radio mercato inizia a solleticare gli orecchi del ragazzo che tuttavia non se la sente di lasciare la squadra in serie cadetta.

Realizza 18 goal e nell’estate del 1977, con i conti in grande sofferenza, la dirigenza accetta la buona offerta della Juventus per Virdis.

No!”, è la sua risposta. Non voleva lasciare l’isola, ma soprattutto la madre con la sorella da sole. Contrariamente a Rombo di Tuono, però, la società rossoblù può fare ben poco per trattenerlo.

Si scomoda persino Giampiero Boniperti per convincerlo, mentre la sua ostinata resistenza riempie le pagine del giornali sportivi e non.

Alla fine, quasi portato allo sfinimento, viene convinto ed arriva a Torino per fare da riserva a Bettega e Boninsegna. Ma l’iniziale rifiuto gli verrà fatto pesantemente pesare dai senatori della sua nuova squadra, tant’è vero che il primo periodo, costellato pure da problemi fisici, fu molto difficile.

In seguito tornò a Cagliari per rivitalizzarsi, ma il suo destino era lontano dalla Sardegna ed i goal realizzati con le maglie della stessa Juventus, Milan, Udinese lo portarono alla ribalta nella massima serie ed anche in Europa.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Qual è il vero valore della rosa del Cagliari?

Ultimo commento: "Nessuna di queste opzioni, la squadra è scarsa anche per la serie B, figurarsi se può vincere e l'allenatore è scarso abituato a giocare per non..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "Deiola va ceduto il più presto possibile,non è un giocatore adatto al Cagliari,quanto accaduto fino ad oggi lo dimostra ampiamente"

Il vero valore della rosa? Per i lettori di CalcioCasteddu mister Liverani sta facendo il massimo

Ultimo commento: "Ma che lettori avete intervistato.liverani sta facendo il massimo per retrocedere"

I lettori di CalcioCasteddu si fidano di Liverani, ma servono rinforzi

Ultimo commento: "Pavoletti non serve lì davanti, fate entrare a luvumbo"

(SONDAGGIO) Radunovic, giornata storta o serve più concorrenza in porta?

Ultimo commento: "Con Sirigu avremmo avuto almeno 5/6 punti in più"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti