Resta in contatto

News

Posticipo Serie A: Osimhen segna e conferma il Napoli che vince 1-0 a Bologna nelle zone alte della classifica

Gara non bella ma pratica al Dall’Ara per gli uomini di Gattuso che soffrono solo nel finale sfiorando il pareggio tre volte nella stessa azione al 41′ della ripresa

Il Napoli, in attesa della decisione che arriverà domani sul match per ora perso 3-0 a tavolino con la Juventus (LEGGI QUI) incamera altri tre punti in classifica imponendosi 1-0 al Dall’Ara sul Bologna.

IL MATCH DEL DALL’ARA. Sia la squadra di Mihajlovic che quella di Gattuso (che lascia fuori per poco impegno Mario Rui e Ghoulam) partono grintose, ma fino al nessuno dei due portieri, viene impegnato dagli avanti avversari.  Al 19’ scambio InsigneMertens, con il belga che tenta un destro a giro che va fuori. Tre minuti dopo passano i partenopei. Lo fanno con Osimhen, che di testa insacca il perfetto pallone fatto giungere sul suo capo in modo perfetto, da Lozano. Quest’ultimo è falciato al 27’ da Danilo (ammonito) che dopo un attimo di frustrazione, chiede scusa per quanto fatto. Trovano difficoltà a portarsi in avanti, come spesso fanno nelle loro partite, i felsinei, il tutto al vantaggio dei campani, che gestiscono la gara e vanno al riposo avanti 1-0, senza recupero da parte dell’arbitro Pasqua, anche per l’errore sottoporta di Insigne al 44’.

La seconda parte della sfida si apre al 4’ con il 2-0 annullato a Koulibaly, per tocco con la mano in area da parte di Osimhen. Lo scampato pericolo regala fiducia agli emiliani, che però non si presentano con convinzione dalle parti di Ospina. Col passare dei minuti riprende la supremazia territoriale degli ospiti. La punizione concessa a Insigne, che al 18’ manda fuori, costa cara al ds della squadra di casa Bigon, espulso dal direttore di gara per proteste. Il Bologna vanifica una tripla occasione per il pareggio al 41’. Ospina si oppone al sinistro di Orsolini poi, sulla ribattuta l’intervento di Hysaj quindi chance per Svanberg, palla di poco a lato. Ancora pressione dei rossoblù durante i 5’ di recupero, ma il risultato non si sblocca. Vince il Napoli, che porta a casa altri 3 punti di grande importanza per la sua classifica.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "sono anni che lo dico, uno capace a prendere morti e strapagarli, e svendere giovani ....vai in pensioneeeee!!"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News