Resta in contatto

Approfondimenti

Accadde oggi… 1967, prime reti (tris!) di Riva in Nazionale

Era il 1° novembre 1967. In occasione di Italia-Cipro, Gigi Riva – reduce dal primo grave infortunio della carriera – trovò finalmente la via della rete anche in azzurro: fu tripletta in quel di Cosenza

CALABRIA. L’Italia è impegnata nelle qualificazioni al campionato d’Europa 1968, la cui fase finale ospiterà tra le mura amiche. In occasione del quarto match del gruppo 6, la Nazionale di Ferruccio Valcareggi ospita il modesto Cipro. Si gioca allo stadio San Vito di Cosenza, è il 1° novembre 1967 e il calcio d’inizio prende forma alle 14:30. Gigi Riva, attaccante del Cagliari, è reduce dal primo grave infortunio della carriera – alcuni mesi prima a Roma contro il Portogallo – ma si riprende una maglia e scende in campo con il numero 11.

TRIS. Dopo la doppietta di Sandro Mazzola realizzata nel primo tempo, il beniamino del pubblico cagliaritano sale in cattedra andando a segno per tre volte: 46° (di testa), 55° (tocco a porta sguarnita) e 59° (al volo di sinistro) sono i minuti delle sue realizzazioni ai danni del portiere cipriota Varnavas. Sono le prime realizzazioni del futuro Rombo di Tuono in azzurro.

TABELLINO.

Cosenza, 1° novembre 1967

Italia-Cipro 5-0

Italia: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Fogli, Bercellino, Picchi, Domenghini, Juliano, Mazzola, De Sisti, Riva. Commissario tecnico: Valcareggi.

Cipro: Varnavas, Kattos, Kureas, Pallas, Panagiotou, Christofis, Kantzilieris, Stravinos, Kotrofos, Krystallis, Stylianou. Commissario tecnico: Gavalas.

Arbitro: Queudeville (Lussemburgo).

Reti: 12° e 22° Mazzola, 46°, 55° e 59° Riva.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "Speriamo che si svegli in fretta la nostra dirigenza se non la finiamo in serie c con la difesa che abbiamo sempre gli stessi errori non si coprano i..."

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti