Resta in contatto

News

Serie A, le gare del pomeriggio: il Napoli soffre ma vince in rimonta 2-1 a Benevento. Il Parma agguanta lo Spezia su rigore

Sette gol e tante emozioni nelle due gare giocate alle 15 e valide per la quinta giornata del massimo campionato

Reti e tanto altro nelle due gare giocate nel pomeriggio, che hanno fatto seguito agli incontri già disputati e validi per il quinto turno della Lega Serie A. Vediamo come si sono concluse.

BENEVENTO-NAPOLI 1-2. La squadra di Inzaghi parte forte, subisce un gol in fuorigioco sul lancio di Osihmen per Mario Rui, sfiora a sua volta la marcatura al 19’ con R. Insigne, ma poi insacca proprio con R. Insigne, battendo al 30’ Meret sul primo palo. Dal quel momento solo gli ospiti padroni del campo, vicini al pareggio con Fabian Ruiz al 38’ , L. Insigne sul tiro a giro, con decisivo intervento di Montipò, quindi al 44’, sul corner perfetto di Mario Rui, Manolas svetta su tutti e di testa coglie la traversa. Palla di nuovo in campo  e Caldirola spazza in angolo per evitare il pareggio. Da segnalare al 22’ pinta di Foulon ai danni di Lozano in area di rigore. Protesta la panchina del Napoli ma Doveri lascia correre e dal VAR Valeri non interviene. Le immagini invece direbbero che il penalty ci fosse.

Nel secondo tempo (3’) annullato per fuorigioco il pareggio di L. Insigne, per posizione irregolare dopo il passaggio fatto da Mario Rui. Gattuso inserisce Politano per Lozano, per dare più e cercare l’1-1, che stavolta al 15’ sigla davvero L. Insigne con un gioiello, rientrando sul sinistro e disegnando una sontuosa traiettoria che colpisce la traversa prima di superare la linea di porta, dove Montipò non può nulla. Inzaghi ci crede e mette in atto al 19’ un triplo cambio. Tra i neo entrati anche l’ex Cagliari, Sau. Gara ribaltata al Vigorito al 22’, grazie a Petagna che mette in rete comodamente un pallone arretrato, servito da Politano. Tutto cambiato in 7’. Fuori per infortunio Bakayoko. Grande azione al 36’ di Politano, che ignora Osihmen, calcia e sfiora il 3-1 d’un soffio. Partita apertissima e 2-2  sfiorato dai sanniti al 39’. Splendida palla di Letizia per Maggio, che sul secondo palo e di testa cerca la rete. Demme si sostituisce a Meret e salva la rete. Nel finale, 48’, Politano scheggia la traversa e non trova il 3-1. In pieno recupero (52’) miracolo di Meret che nega il 2-2 a Sau su punizione.

PARMA-SPEZIA 2-2. Al Tardini l’equilibrio si spezza al 28’ sul vantaggio dei liguri siglato da Chabot che salta più in alto di tutti, trafiggendo Sepe sugli sviluppi di un angolo. Meglio la squadra di Italiano che raddoppia al 31’ con Agudelo, bravo a ricevere la sponda di Nzola e a calciare col mancino all’angolino basso. Nonostante le difficoltà accorcia la compagine di Liverani al minuto 34. Lo fa con Gagliolo, rapace nell’insaccare a porta vuota, dopo la respinta di Provedel in difficoltà, con pallone suo piedi sdi Kurtic. I ducali spingono alla ricerca del pareggio, ma vanno sotto all’intervallo 2-1.

Anche al rientro in campo tiene alta la pressione la squadra emiliana, ma al minuto 11’ sono gli avversari ad un passo dalla rete che sarebbe stata quella del 3-1, sul collo-esterno di Estevez col destro che si stampa sul palo. 21’: Gagliolo manca il 2-2 al 21’ di testa, sugli sviluppi di un corner. 35’: Karamoh, a tu per tu con Provedel, si fa ipnotizzare dall’estremo difensore dello Spezia, che con i piedi salva in angolo, divorando il pareggio. 2-2 che non arriva neanche al 43’, quando Kucka per un soffio fa male a Sepe sul suggerimento di Grassi. Rigore per il Parma al 46’, concesso dall’arbitro Marini di Roma, supportato al VAR da Orsato di Schio, per fallo di Terzi su Cornelius, Dal dischetto grande freddezza Kucka non sbaglia per il 2-2 finale.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Fran
Fran
1 mese fa

Grande Il Parma ha pareggiato con un rigorino nei minuti di rwcupwro🙄

Nando
Nando
1 mese fa
Reply to  Fran

ammetto che come troll non sei molto credibile…impara meglio certe tecniche

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Caro mio, era il S.Elia chiuso allora"

Fabián O’Neill

Ultimo commento: "Presente a quel Cagliari Roma 4-3. Una partita al livello del miglior Francescoli."

Lucio Bernardini

Ultimo commento: "Io ero presente perdemmo 1-0 gol di cravero trasferta indimenticabile eravamo in tanti che emozione ciao ragazzi sempre forza casteddu"

Carmine Longo

Ultimo commento: "Se giulius avesse un ds così ..... anche se ha avuto capozzucca e non è riuscito a tenere, ....sicuramente lo storpio do Marotta non la..."

Pierluigi Cera

Ultimo commento: "Ero ragazzino quando andò via per giocare con il Cesena e ci rimasi malissimo.."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News