Resta in contatto

News

Anticipi Serie A, 2-1 all’Inter: il derby è del Milan. Tris della Sampdoria alla Lazio

Doppietta di Ibrahimovic e inutile gol di Lukaku. A Marassi apre le marcature Quagliarella poi raddoppia Augello e nella ripresa chiude i giochi il classe 2000 Damsgaard

Dopo il netto 4-1 del Napoli sull’Atalanta, nel primo anticipo della quarta giornata, alle 18 giocate altre due gare. Ovvero il derby di San Siro e la sfida di Marassi. Ecco come sono terminate:

INTER-MILAN 1-2. Al 2’ incursione di di Hakimi, che supera Hernandez e lascia partire un cross teso, respinto in tuffo da Donnarumma. Al minuto 11’ rossoneri in vantaggio con Ibrahimovic, che dopo essersi fatto respingere il rigore (concesso per fallo ai suoi danni da Kolarov) aggancia il pallone respinto da Handanovic e lo batte, grazie ad un tocco col piede destro. Penalty concesso da Mariani di Aprilia e confermato al VAR da Irrati di Pistoia.

Al 16’ raddoppia ancora lo svedese, che stavolta realizza di contro balzo, al termine di un contropiede fatto partire da Leao. La compagine di Conte accorcia al 29’ con Lukaku, molto bravo sul cross (con pallone non toccato da Donnarumma) da parte di Peresic.  Nerazzurri vicinissimi al 2-2 in un minuto: prima al 32’ il salvataggio di Kjaer sulla linea, sul colpo di testa di Martinez, quindi Barella impegna il portiere avversario, con una battuta potente ma centrale. Al 46’, di testa Lukaku gira molto bene di testa, ma manda fuori il pallone.

Il secondo tempo vede la squadra stasera ospitante, cercare il pareggio ma trovare l’opposizione difensiva degli uomini di Pioli, al 12’ pericolosi con una azione a campo aperto di Leao che arriva al limite dell’area e poi rientra sul destro: rasoterra che esce d’un soffio. Dall’altra parte (17’) bolide di Barella, Kajer salva tutto, mandando il pallone in angolo. Rigore prima assegnato da Mariani, poi decisione riveduta dal VAR, per un contatto che non c’è tra Donnarumma e Lukaku, con il belga segnalato in fuorigioco. Nel proseguo del derby e nel recupero di 5’ non accade nulla di particolare. Dopo oltre 4 la sfida è vinta dai rossoneri, anche per l’errore davanti alla porta di Lukaku. Nel finale (50’) colpo di tacco del belga, Donnarumma risponde presente

SAMPDORIA-LAZIO 3-0. Subito aggressiva la squadra di Ranieri verso la porta avversaria con Ekdal al 2’, palla alta di poco. Gara che non esplode, anche perché entrambe in avvio sono guardinghe e puntano a non subire, prima di subire. L’undici di Simone Inzaghi si fa preferire nel palleggio, rispetto ai padroni di casa, ma portieri inoperosi nel primo tempo, fino al bel gol di testa di Quagliarella che supera Strakosha al 32’, un attimo dopo dell’intervento di Audero (31’) su Caicedo. Augello ad un passo dal raddoppio al 40’, Strakosha si rifugia in angolo, ma nulla può sullo stesso giocatore avversario, che raddoppia con una super conclusione di prima con il piede sinistro.

Nella ripresa liguri vicini al terzo gol al 7’, ancora con Quagliarella. Inzaghi, con qualche cambio, prova a dare peso in attacco alla ricerca del pareggio. Che al 25’ non trova di un non nulla con Correa, col destro a incrociare da posizione leggermente defilata. Non è serata per i biancocelesti, sotto 3-0  (29’) con un gran controllo e palla sotto l’incrocio dei pali con il 2000 Damsgaard.  Doppia grande parata di Strakosha, che evita al 37’ il quarto gol prima sull’appena citato Damsgaard, quindi sull’ex Keita.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
efisio
efisio
4 giorni fa

In casa Inter, non è tutto oro quello che luccica

Sirboi
Sirboi
4 giorni fa

Ranieri non si smentisce mai ! Se non gli mettono pressione è un grandissimo tecnico che vede bene i suoi giovani 👍peccato che sia stato troppo poco a Cagliari…. anche se è stato un bellissimo periodo !

Commento da Facebook
Commento da Facebook
4 giorni fa

Sampdoria a valanga sulla Lazio ! Credevo che ne avevano fatte 6 invece solo 3!

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Carmine Longo

Ultimo commento: "Se giulius avesse un ds così ..... anche se ha avuto capozzucca e non è riuscito a tenere, ....sicuramente lo storpio do Marotta non la..."

Lucio Bernardini

Ultimo commento: "Aveva il passo da tornante e faceva il regista .... lo.avessimo adesso uno così!"

Fabián O’Neill

Ultimo commento: "Uno dei più " belli " da vedere dal vivo ..."

Pierluigi Cera

Ultimo commento: "Ero ragazzino quando andò via per giocare con il Cesena e ci rimasi malissimo.."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "In quegli anni, assieme a mio cognato e ad altri cari amici; eravamo abbonati con posto centrale nei distinti. Ben 2 macchine che ogni volta facevano..."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News