Resta in contatto

News

Vialli: “Bello tornare in Nazionale, voglio ispirare le persone”

L’ex bomber e attuale capo delegazione azzurro ha parlato a La Gazzetta dello Sport raccontandosi a 360 gradi

IL RITORNO. “Era una situazione eccezionale, mancava Oriali. Di solito va lui in panchina con Roberto e io mi siedo in tribuna, di fianco al presidente. È stato emozionante, non mi sedevo su una panchina da vent’anni, quando allenavo il Watford”. Così Gianluca Vialli ha commentato il suo ritorno in panchina con la Nazionale al fianco del ct Roberto Mancini nell’ultima uscita azzurra contro la Moldavia. “Rientrare in Nazionale? È bello, mi dà l’opportunità di fare quello che voglio fare adesso nella vita: ispirare le persone”.

LA BATTAGLIA. “Non l’ho mai considerata una battaglia, perché ho sempre pensato che il cancro è meglio tenerselo amico. L’ho sempre considerato un compagno di viaggio che avrei evitato. Adesso cercherò di farlo stancare, in modo che poi mi lasci proseguire. La vita è per il dieci per cento quello che ti accade e per il novanta quello che tu produci con intelligenza, passione, capacità di reazione”.

TRA I GRANDI. “Sono stato molto fortunato perché ho giocato con Roberto Mancini, Roberto Baggio, Alessandro Del Piero, Gianfranco Zola. Cioè i quattro migliori numeri 10. Manca Totti, perché è più giovane di me. E io mi sono fatto un mazzo così per loro, che avevano meno attitudine alla corsa rispetto a me. Però mi hanno sempre ripagato con assist incredibili”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Personalmente penso la cosa migliore e meglio che GIULINI venda..."

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ci sono due Capozzucca, l ultimo ha solo l occhio di Marotta"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News