Resta in contatto

News

US – Olbia, Gagliano si presenta: “Scelta fatta per mister Canzi”

L’attaccante di proprietà rossoblù è stato presentato ieri dalla società gallurese. Sono tante le speranze reciprocamente riposte

Nell’edizione odierna de L’Unione Sarda troviamo le prime parole di Luca Gagliano da attaccante dell’Olbia: “Sono arrivato qui anche per via della presenza di mister Max Canzi. Lo conosco bene come lui conosce me. La serie C è un campionato duro e difficile, ma è l’ideale per crescere bene e soprattutto per fare bene”

24 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
24 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Partendo dalla primavera del Cagliari si ha poca visibilità giornalistica. …. prendete Sottil arriva dalla fiorentina tutto un altro mondo. ….Tutto qua. ….

Shardancast
Shardancast
11 giorni fa

Sottil è un nazionale under 21, è quello che gli ha dato visibilità. Gagliano è uno che ancora per la A non è pronto evidentemente.

alex
alex
11 giorni fa

Mi dispiace per Gagliano ma per lui questa scellerata scelta di G. è l’inizio della sua fine. Il Cagliari sta diventando grazie a questo presidente una società rovina giovani sopratutto sardi

GP73
GP73
11 giorni fa
Reply to  alex

Mi sa che lo confondi col ferrarista

alex
alex
11 giorni fa
Reply to  alex

Cellino è il passato questo, purtroppo per il Cagliari, è il presente

alex
alex
11 giorni fa
Reply to  alex

P.S. evitate di rispondere “perché non tifi Brescia” e bla bla bla. Brodaglia senza senso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 giorni fa

Questo è un giocautore pronto per la serie A, non solo sa segnare, ma sa fare assist come un veterano, delle volte cerchiamo negli angoli più remoti della terra a la soluzione era dietro l’angolo, il problema è che non l’abbiamo vista. Forza Casteddu sempre.!!!

Pedru
Pedru
11 giorni fa

L’unico giocatore che in prospettiva può essere buono per giocare in A è Bruno Conti jr.
Ha delle giocate ed una visione di gioco molto superiore alla media.
Forse Carboni ma gli altri sono tutti ancora da verificare

Shardancast
Shardancast
11 giorni fa

Son cose che ha fatto in primavera. Se non è stato tenuto evidentemente non è pronto. Se poi ti basi su quel gol contro la Juventus … Beh gli è arrivata per caso davanti alla porta e lui è stato pronto, ma non basta per definirlo pronto per la A.

Pedru
Pedru
11 giorni fa

Qui c’è molta gente che pensa che aver esordito in serie A equivale a poterci giocare stabilmente.
Non è così, purtroppo.
I ragazzi devono giocare frequentemente e allenarsi in società organizzate.
In serie B fanno panchina, a meno che non sia un fenomeno.

Clemente Melis
11 giorni fa
Reply to  Pedru

Si ma non c’è una regola ferma non tutte le società di possono dare ad alti livelli e non tutti i giocatori sono uguali. C’è anche chi è cresciuto facendo panchina in serie A magari “ascoltando e imparando” nello spogliatoio.Io “il ragazzo” lo avrei tenuto a Cagliari …chissà in un campionato lungo e difficile cosa possa accadere

Pedru
Pedru
11 giorni fa

Puoi ascoltare quanto ti pare ma se non giochi non serve a niente.
C’è l’esempio lampante della Juve che con l’under 23 il primo anno ha rischiato di retrocedere ed è dovuta correre ai ripari in fretta prendendo giocatori di categoria o dalla serie B. Altro che favole.

Pedru
Pedru
11 giorni fa

Sono solo illusioni, lo dico con tutto il rispetto e con rammarico ma la realtà è molto diversa.
Un’altro esempio è Caligara, ha esordito in champions eppure ad Olbia si è visto poco ed a Venezia ancora meno, veniva sostituito dopo 45 minuti. Ieri contro la Roma è stato penoso.

Gigi
Gigi
11 giorni fa
Reply to  Pedru

È vero è molto difficile far capire che solo i fenomeni veri possono esordire subito in serie A e giocarci con una certa continuità e stabilità, gli altri devono seguire un percorso diverso e di maturazione giocando in categorie inferiori. Purtroppo se ne sono persi tanti di giovani calciatori, pur molto promettenti, per la troppa fretta di società, procuratori, tifosi e via dicendo. Bisogna rendersi conto che il tutto e subito non è facilmente realizzabile e occorre avere molta pazienza.

Shardancast
Shardancast
11 giorni fa
Reply to  Pedru

È una strana epidemia, vedono un giovane che fa bene nella formazione primavera e subito diventa pronto (per loro) a fare il salto e giocare in serie A. Poi questa credenza che acquisiscano la bravura dei compagni per osmosi, ma senza giocare è ancora più curiosa.

Giovanni Decortes
Giovanni Decortes
12 giorni fa

Io se fossi giulini , non presterei più nessuno a olbia. Mai una crescita. Meglio in B

claud
claud
12 giorni fa

La serie C di questi ultimi anni è troppo lontana dal calcio che conta. Non vedo come un giocatore promettente come Gagliano possa migliorarsi.

Pedru
Pedru
11 giorni fa
Reply to  claud

Questi sono commenti di chi non conosce la serie c, è di un livello altissimo, guardate le squadre e le formazioni, è una vera e propria serie b.
Chi non cresce in c non va da nessuna parte.
Basta vedere gli ultimi prestiti in b.
Un disastro.

Gigi
Gigi
11 giorni fa
Reply to  Pedru

Ti dò totalmente ragione ma siamo troppo pochi a fare un ragionamento di questo tipo. La maggioranza dei tifosi è, senza offesa, colta da un attacco di “giovanite acuta” per cui i giovani sono la soluzione di tutti i problemi.

Shardancast
Shardancast
11 giorni fa
Reply to  Gigi

È una giovanite mista a sardite, nel senso che se il giovane è anche sardo allora è sicuramente un campione da far giocare subito titolare in A.

PaoloD
PaoloD
11 giorni fa
Reply to  claud

E se fosse Gagliano a migliorare l’Olbia?
Nel senso se lui assieme agli altri a portare l’Olbia finalmente in B sarebbe una plusvalenza per il Cagliari ed il calcio sardo in generale… Ed è quello di cui abbiamo bisogno

claud
claud
11 giorni fa
Reply to  PaoloD

Opinioni tutte rispettabilissime. Io vorrei specificare che non è il tasso tecnico che manchi nella categoria ma bensi’ ci sono problemi logistici economici i a causa del covid che non permette di fare incassi, unico o quasi sostentamento delle società.

Pedru
Pedru
11 giorni fa
Reply to  PaoloD

Questo è un pensiero accettabile ed auspicabile, il resto sono solo illusioni.
Io tendo a fidarmi dei tecnici esperti. Se una decina di persone esperte hanno deciso che per Gagliano e gli altri sia meglio fare esperienza in C, è difficile che si sbaglino tutti.
Poi ribadisco che soprattutto quest’anno la serie C è di un livello molto elevato.
Forza Casteddu, forza Olbia e tutta la Sardegna

claud
claud
11 giorni fa
Reply to  Pedru

ok

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News