Resta in contatto

News

Champions League. 3-0 al Lione: Bayern Monaco seconda finalista. Domenica sfida al PSG per il titolo

Stavolta è bastata una tripletta all’undici allenato da Flick per avere ragione dei ragazzi di Garcia partiti forte mai poi in difficoltà

Domenica alle 21 al Da Luz di Lisbona la finale della Champions League 2019/2020, sarà Bayern Monaco-Psg. I tedeschi si sono imposti 3-0 sul Lione, mentre ieri sera successo netto dei parigini sul Lipsia.

LA PARTITA. Le due squadre si sono ritrovate stasera allo stadio José Alvalade di Lisbona (che ospita le gare casalinghe dello Sporting) opposte 10 anni dopo sempre nella massima competizione per club. Particolare il fatto che i due tecnici non allenavano i rispettivi club all’inizio della scorsa stagione. Infatti Flick ha sostituito Kovac sulla panchina dei bavaresi a novembre scorso, Rudi Garcia ha preso il posto di Sylvinho un mese prima, a ottobre. Partono forte i francesi, che creano scompiglio in avanti e colpiscono il palo al 17’ con Toko Ekambi e subiscono lo 0-1 un minuto dopo con Gnabry, che batte Lopes con un tiro con il piede sinistro risultato imparabile. I transalpini sembrano aver accusato il colpo e al 23’ il portiere deve intervenire sull’autore della rete, per evitare guai maggiori. Ma il raddoppio, siglato ancora Gnabry, è solo rimandato al minuto 33, quando ribadisce in gol da pochi passi una respinta corta di Lopes su scivolata di Lewandowski. Squadre al riposo senza recupero ma con il Lione in affanno.

Dopo 6’ della ripresa Peresic grazia gli avversari del 3-0, che avrebbe chiuso i giochi, sulla grande verticalizzazione di Davies. Neur salva il suo Bayern due volte nel giro di pochi minuti, prima (11’) si oppone allo stacco di Marcelo, quindi al 13’ ipnotizza Toko Ekambi, poco preciso due minuti dopo. Ma la gara è ancora viva. Coutinho, entrato da poco in campo, sigla il 3-0, però vano perché segnato in fuorigioco. Il terzo gol, che regala ai tedeschi l’undicesima finale della storia, lo sigla Lewandowski con un perfetto colpo di testa che mette il pallone in rete al 43’, sull’assist di Kimmich.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Si vergogni sindaco e amministrazione di cagliari che fanno giocare la squadra ds 17 anni in uno stadio prefabbricato"

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News