Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Rastelli/1: “Amo profondamente la Sardegna. Il mio rammarico… rossoblù”

Allenatore del Cagliari per poco più di due campionati tra il 2015 e il 2017, Massimo Rastelli rievoca in esclusiva per i lettori di Calcio Casteddu la sua esperienza umana e professionale in Sardegna

RIFUGIO. Metti una sera di luglio, a 800 metri sul livello del mare. Il tramonto attende dietro l’angolo. Nella strada principale non passa praticamente nessuno, a parte un’aria frizzante che ristora dalla calura, a cui il campidanese è più avvezzo. Lui ha appena trascorso una giornata di relax e “quanto abbiamo mangiato, mamma mia. Poi, l’ospitalità dei sardi è sempre meravigliosa”. Mi introduce Lallo Pili, un signore dalle tante primavere e lineamenti antichi. Ma io e Lui ci conosciamo già, non c’è bisogno di troppi preamboli. Vengo accolto da un sorriso disteso, non ci vedevamo dalla fine della sua avventura a Cagliari nel 2017. Lui è Massimo Rastelli, in vacanza nell’Isola, “per scoprire un bellissimo entroterra e godermi un po’ di mare, le bellezze che non avevo mai visto senza lo stress dei periodi di lavoro”. Mentre il calcio italiano vive le lungaggini della crisi Coronavirus, lui è a spasso. Senza panchina. L’ultima avventura in B con la Cremonese non è andata bene. Con una smorfia amara confessa: “preferirei non parlarne”.

RICORDI. Nella serata aritzese, allora riprendiamo dalla Sardegna: “Ritornare su questa terra, dopo essere stato l’allenatore del Cagliari e tutto ciò che ho vissuto in quei due anni e tre mesi, ha un sapore diverso. Sono fiero, profondamente orgoglioso per i traguardi raggiunti alla guida della squadra rossoblù. Però un retrogusto amaro c’è ancora, anche se i bei ricordi li porterò sempre dentro. Mi riferisco alla sensazione di non essere stato riconosciuto appieno, per il lavoro svolto. Chiaramente, assumo le mie responsabilità perché ho di sicuro commesso degli errori nella gestione tecnica. Però, sostengo che il buon lavoro fatto e gli obiettivi centrati da quella squadra non siano stati amplificati come avremmo meritato. Dinamiche che, lo si voglia o no, fanno parte del nostro mestiere”.

ISOLA. Rastelli è molto affezionato alla Sardegna e alla gente di Cagliari: “L’ho vissuta tanto questa regione, una meta fissa delle vacanze già dagli anni Novanta quando ancora giocavo. Prevalentemente mare, costa settentrionale o meridionale. Ora sto scoprendo di più altre località meravigliose: Cala Sinzias, Tuerredda, Costa Rei, Cala Gonone. Ritornare, ogni volta, è come riavvolgere un po’ il nastro e ricordare il giorno che arrivai qui. Fui subito accolto benissimo, è stato così anche in seguito per il resto della mia permanenza. Ora ritorno ancora più volentieri, pure per visitare qualche caro amico come Giuseppe, il figlio di Lallo”. (FINE PRIMA PARTE)

Rastelli portato in trionfo dai giocatori del Cagliari dopo l’ultima giornata del campionato 2016-17

53 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
53 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Grazie. MR. Rastelli!!❤️💙💯

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

La vita degli allenatori é questa puoi vincere coppe campionati ma se sbagli una stagione viene esonerato loro lo sanno quindi x noi tifosi niente rimpianti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Non scordiamoci che il Cagliari con Rastelli ha vinto il campionato di serie B per la prima volta.👏

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Per una squadra come il Cagliari vincere in serie B non è certo un vanto, non siamo mica il Benevento o il Lecce.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Una normalissima discussione deve necessariamente portare ad offendere chi non la pensa come noi!?Perché offendere un popolo una regione per uno scambio di opinioni!?Dove l’ignoranza parla l’intelligenza tace

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Come persona nulla da dire, anche perché non lo conosco, come allenatore al Cagliari due anni di schifo totale, il primo anno di B Giulini gli ha dato in mano due squadre (non una) di ottimi giocatori il meglio che si potesse avere per la B, con 10 punti di vantaggio stava addirittura per non centrare la promozione diretta facendosi rimontare fino a 1 punto solo di vantaggio dalla seconda, per il secondo campionato, quello di A una pena totale non ne azzeccava una tecnicamente e tatticamente per non parlare del gioco… 0, si sta confermando ovunque stia andando. Sempre… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Comunque ha parte gli scherzi per far l’allenatore di una squadra calcistica non serve aver giocato tanti anni da calciatore…il calcio al mondo di oggi è una professione come tutte le altre..per essere buono è bravo devi studiare e soprattutto saper gestire il tuo potenziale che una società ti ha messo a disposizione… guardiamo il vice di Enrique in Spagna…non ha mai giocato a pallone eppure ha saputo imporre quello che lui ha imparato a scuola…ed adesso allena nel campionato francese…e non ha mai giocato a pallone…😄

Antonio formisano
Antonio formisano
2 mesi fa

Gran bella persona Mr Rastelli l ho conosciuto poko tempo fa ad Ercolano e confermo la sua ammirazione x la Sardegna e soprattutto x il Cagliari calcio grande mrrrr❤️💙❤️💙💪💪💪

Luigi
Luigi
2 mesi fa

Rastelli é stato il mister giusto per riportare il Cagliari dalla B alla A. Il rapporto, a mio avviso, si sarebbe dovuto interrompere dopo la vittoria del campionato di serie B allorché Capozzucca aveva in mano Gasperini pronto a firmare per il Cagliari. Si preferì tenere Rastelli e ci salvammo bene, pur fra tante scoppole e senza una identità di gioco apprezzabile. Chissà dove saremmo andati se fosse arrivato Gasperini!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Rasta torna 😍

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Sarò controcorrente, Rastrelli ha fatto bene la sua parte, il problema è che se non si vince per i più si è incapaci, non la vedo così, aldilà di tutto ,dimostra signorilità

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ha vinto il campionato di B e fatto un grandissimo campionato di A e aveva una squadra inferiore di quella che abbiamo oggi da quando è andato via nessuno ha fatto meglio di lui

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Rastrelli, la maggior parte dei tifosi ha sempre riconosciuto i tuoi meriti!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

E bastaaaaaaaa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Se rimaniamo sul piano emotivo , lui ama la Sardegna è i sardi amano lui , non si discute che sia una persona per bene , ma questo è un’altro discorso , anzi chiuderei qui il commento , se invece vogliamo ampliarlo sul piano tecinico , sostenere che Rastelli sia un grande allenatore mi sembra molto molto generoso come giudizio e anche qui ci sarebbe da scrivere in libro tra la B , famosa Juventus cadetta e la A , mi limito ad osservare la sua carriera post Cagliari , tutto il resto sono vedute personali . Comunque sempre Forza… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Hai vinto il campionato di B
(tanta roba) ❤️💙❤️💙

In A secondo me due errori ❤️💙❤️💙
avere i fedelissimi e cambiare modulo
di gioco durante il campionato
(ahimè lo fanno in molti) ❤️💙❤️💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Può recarsi a vedere il gioco che oggi Zenga ha dato ai ragazzi del Cagliari , che pur non essendo Mourinho , sta dando soddisfazioni ai tifosi. Coraggio. Per fare l’allenatore oltre a capire di calcio , ci vuole coraggio e non la paura di mettere in panchina Padoin Pisano Dessena Cossu e tanti altri che Rastrelli ha sempre voluto rispettare tenendoli in campo seppure giocassero male. Calciatori come Carboni Metiello e il Polacco , il signor Bellicapelli non li avrebbe mai fatti esordire e avrebbe continuato a fare tutto ciò che gli imponevano i senatori Cossu e Conti. Rastelli… Leggi il resto »

Casteddu Matt
Casteddu Matt
2 mesi fa

In realtà conti già non c’era piu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Scarsissimo….,colpa sua sono andati via xalcistori bravi e giovani per tenere i suoi fedelissimi….

Casteddu Matt
Casteddu Matt
2 mesi fa

Tipo?

Gió1
Gió1
2 mesi fa

E c’è chi ha pure detto che è meglio del Gasp……:vero ZF?
Persona aziendalista……yes man

Tore
Tore
2 mesi fa

Persona molto perbene che nel complesso ha fatto bene nella sua permanenza a Cagliari, diamo i giusti meriti a Rastelli, sarai sempre il benvenuto mella ns.splendida terra di Sardegna! In bocca al lupo per tutto!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Per me resta un grande.

federicalfre
federicalfre
2 mesi fa

E’ una persona perbene e quindi assoluto rispetto per l’uomo. Detto questo però, mi perdoni Rastelli, il mio rammarico è aver tenuto lui per evitare di prendere Gasperini come allenatore, questo è stato davvero il più grande degli errori fatti da Giulini. Comunque a Rastelli le più grandi fortune ma mai più a Cagliari.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Persona educata!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Rastelli una brava persona….. Alcuni tifosi…. Mah!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Almeno lui non ha mai chiamato i cagliaritani “beduini” salvo poi dire che ama taaanto la Sardegna e il Cagliari…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Intanto il suo 11° posto con 47 punti è, ancora da battere, e non aveva lo squadrone che c’è oggi!

Marco
Marco
2 mesi fa

Quell’anno 3 squadre erano già praticamente retrocesse e staccate dal girone d’andata, il campionato era una passeggiata. Ricordo di aver letto che quell’anno siamo stati la squadra con più gol subito nei maggiori campionati in europa. Ogni partita con una media e grande era una goleada sicura in casa o trasferta. Record delle peggiori e ripetute sconfitte mai subite dal Cagliari. Umiliante, altro che 11º posto.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

ma spesari…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Vai massimo ,c’è un posto libero che ti aspetta ….🤦🤦🤦🤦😂😂😂😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Sicuramente ha conosciuto persone diverse…..da voi per aver a cuore la Sardegna !

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Vieni in vacanza a lasciarci un po’ dello stipendio che ti sei spaparazzato e sei il benvenuto …

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

La Torres è senza allenatore, vai Massimo!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Rastelli non mi è piaciuto come allenatore, ma sicuramente è un ottima persona e per questo va rispettato.

Danilo BG
Danilo BG
2 mesi fa

Promozione dalla B e buon campionato in A non si dimenticano, Grazie Mr.Rastelli !!!!
Errori ne ha fatti come tutti gli allenatori, ma persona perbene e corretta che non ha mai parlato male del Cagliari.
Gli auguro di trovare in fretta una società seria con un buon progetto, come lo è stato in Rossoblù, purtroppo si ricordano solo le sconfitte.

fabrizio
fabrizio
2 mesi fa

allenatore così scarso, è difficile trovarne, ficcadenti e arrigoni che non mi sono mai piaciuti, a confronto sono guardiola e klopp, rastelli e pisacane hanno portato solo degrado a cagliari, per fortuna rastelli non c’è più, spero pisacane sparisca immediatamente, e se possibile, eliminare i loro nomi dalla storia del cagliari.

Giorgio
Giorgio
1 mese fa
Reply to  fabrizio

Ma vergognati, sparisci tu dai veri tifosi del Cagliari

Federico
Federico
2 mesi fa

Persona per bene! Criticato da molti e bollato come incapace da altri, a me di rastelli rimarrà un ricordo positivo: una promozione immediata in A dominando il campionato (crotone a parte le altre non reggevano il ritmo), al primo anno di A quasi 50 punti e undicesimo posto (vero abbiamo preso più di 70 gol ma ne abbiamo fatti 60 o quasi circa)

Federico
Federico
2 mesi fa
Reply to  Federico

Ma soprattutto signore fuori dal campo, mai una parola fuori posto e grande attaccamento alla nostra causa. Grazie ancora della promozione, che non era scontata, e buona fortuna per il futuro mister ❤️💙

Marco
Marco
2 mesi fa
Reply to  Federico

Concordo in pieno, dal lato umano nulla da dire, anzi da dire che è un vero signore.

fileferru
fileferru
2 mesi fa
Reply to  Federico

Le prendevamo spesso ma le davamo pure, 14 vittorie in campionato.

Marco
Marco
2 mesi fa

Rastelli è effettivamente associato ad un grande rammarico rossoblu, quello di non aver potuto vedere Gasperini a cagliari. Il primo anno in a dopo la promozione dalla b il buon capozucca, reputandolo a ragione meglio di rastelli, aveva un contratto ed accordo verbale già pronto con Gasperini che era libero ed accettava di venire in rossoblu, ma giulini si preferi rastelli.

Marco
Marco
2 mesi fa
Reply to  Marco

Il tempo ha dato ragione a capozucca, il valore dei 2 allenatori si è espresso in maniera incontrovertibile sul campo.

fileferru
fileferru
2 mesi fa
Reply to  Marco

Capozucca e soprattutto Gasperini hanno gia’ smentito questa storiella. Gasperini non sarebbe mai sceso in B, l’accordo di cui parli non e’ mai esistito. Se permetti credo piu’ a Gasperini che a te.

Marco
Marco
2 mesi fa
Reply to  fileferru

Prima di tutto la possibilità di gasperini a Cagliari si riferisce al primo anno in serie a dopo la promozione. Al tempo Gasperini era libero dopo un esperienza non esaltante col genoa e prima con.l’inter ed aveva bisogno di rilanciarsi . Capozucca era amico di Gasperini dai tempi del genoa di anni.prima e si era accordato eccome come dichiarato dallo stesso capozucca ai giornali dell’epoca.

Marco
Marco
2 mesi fa
Reply to  fileferru

Scrivi inesattezze e dimostri di essere scarsamente informato oltre che commentare senza leggere i commenti altrui, visto che se leggi io mi sokovriferito al campionato in a.

Marco
Marco
2 mesi fa
Reply to  fileferru

Anche borriello molto amico di capozucca fu portato proprio da lui.

Marco
Marco
2 mesi fa
Reply to  fileferru

Non risulta da nessuna parte questa smentita, forse tu hai informazioni non diffuse sui giornali. Però gasperini era reduce nel 2016 da un buon campionato col Genoa ma preziosi che aveva problemi economici non gli rinnovo’ il contratto, prima Gasperini ebbe esoneri a genoa, palermo, con inter, ed aveva bisogno di rilanciarsi.

Marco
Marco
2 mesi fa
Reply to  Marco

Nel 2016 fu contattato da capozucca che non riteneva rastelli adatto alla serie a, mentre giulini aveva piena fiducia di rastelli che riteneva un fenomeno e gli rinnovo’ il contratto per altri 2 anni. Gasperini firmò con l’ Atalanta che nel 2015 fini 16ª e anno dopo 13ª. La logica dei fatti dimostra verosimile la possibilità che Gasperini avrebbe accettato anche il Cagliari del suo amico capozucca cosi come fece borriello.

Marco
Marco
2 mesi fa
Reply to  fileferru

Io mi ricordo gli articoli sui giornali e voci a Cagliari, ci può anche stare che certe notizie siano non completamente sicure, però le smentite di cui parli non le ho mai lette né sentite in giro.

federicalfre
federicalfre
2 mesi fa
Reply to  fileferru

Marco, non è che dice solo inesattezze, dice proprio cose inventate di sana pianta. Gasperini mai e poi mai ha rilasciato un’intervista di questo genere e neppure Capozzucca. Lasciarlo a fare onore al suo nickname è cosa buona e giusta.

Riccardo Palmieri
Riccardo Palmieri
2 mesi fa

Massimo, resterai sempre nei nostri cuori. Non ci si dimentica di 1 promozione immediata senza se e senza ma da primi in classifica tutta la stagione e di una salvezza tutto sommato senza problemi. Personalmente penso sei un ottimo allenatore. Poi serve anche tempismo e fortuna nelle carriere. Bravo!!! Comunque se hai qualche dubbio sulla tua esperienza a Cagliari e’ sbagliato. Hai fatto un percorso perfetto.

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Gigi Riva

Ultimo commento: "I miei amici mi dicevano che Gigi Riva viveva proprio lì in una stradine dove giocavamo a pallone per ore e ore tra le macchine parcheggiate ai lati...."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Faccia d' angelo ma cattivo e determinato, ricordo le sue prepotenti escursioni in avanti spesso riuscendo a segnare dei gol davvero belli. Dei tre..."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Grande giocatore"

Carmine Longo

Ultimo commento: "R.I.P."

Giampietro Piovani

Ultimo commento: "Concordo"
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive