Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Rastelli/1: “Amo profondamente la Sardegna. Il mio rammarico… rossoblù”

Allenatore del Cagliari per poco più di due campionati tra il 2015 e il 2017, Massimo Rastelli rievoca in esclusiva per i lettori di Calcio Casteddu la sua esperienza umana e professionale in Sardegna

RIFUGIO. Metti una sera di luglio, a 800 metri sul livello del mare. Il tramonto attende dietro l’angolo. Nella strada principale non passa praticamente nessuno, a parte un’aria frizzante che ristora dalla calura, a cui il campidanese è più avvezzo. Lui ha appena trascorso una giornata di relax e “quanto abbiamo mangiato, mamma mia. Poi, l’ospitalità dei sardi è sempre meravigliosa”. Mi introduce Lallo Pili, un signore dalle tante primavere e lineamenti antichi. Ma io e Lui ci conosciamo già, non c’è bisogno di troppi preamboli. Vengo accolto da un sorriso disteso, non ci vedevamo dalla fine della sua avventura a Cagliari nel 2017. Lui è Massimo Rastelli, in vacanza nell’Isola, “per scoprire un bellissimo entroterra e godermi un po’ di mare, le bellezze che non avevo mai visto senza lo stress dei periodi di lavoro”. Mentre il calcio italiano vive le lungaggini della crisi Coronavirus, lui è a spasso. Senza panchina. L’ultima avventura in B con la Cremonese non è andata bene. Con una smorfia amara confessa: “preferirei non parlarne”.

RICORDI. Nella serata aritzese, allora riprendiamo dalla Sardegna: “Ritornare su questa terra, dopo essere stato l’allenatore del Cagliari e tutto ciò che ho vissuto in quei due anni e tre mesi, ha un sapore diverso. Sono fiero, profondamente orgoglioso per i traguardi raggiunti alla guida della squadra rossoblù. Però un retrogusto amaro c’è ancora, anche se i bei ricordi li porterò sempre dentro. Mi riferisco alla sensazione di non essere stato riconosciuto appieno, per il lavoro svolto. Chiaramente, assumo le mie responsabilità perché ho di sicuro commesso degli errori nella gestione tecnica. Però, sostengo che il buon lavoro fatto e gli obiettivi centrati da quella squadra non siano stati amplificati come avremmo meritato. Dinamiche che, lo si voglia o no, fanno parte del nostro mestiere”.

ISOLA. Rastelli è molto affezionato alla Sardegna e alla gente di Cagliari: “L’ho vissuta tanto questa regione, una meta fissa delle vacanze già dagli anni Novanta quando ancora giocavo. Prevalentemente mare, costa settentrionale o meridionale. Ora sto scoprendo di più altre località meravigliose: Cala Sinzias, Tuerredda, Costa Rei, Cala Gonone. Ritornare, ogni volta, è come riavvolgere un po’ il nastro e ricordare il giorno che arrivai qui. Fui subito accolto benissimo, è stato così anche in seguito per il resto della mia permanenza. Ora ritorno ancora più volentieri, pure per visitare qualche caro amico come Giuseppe, il figlio di Lallo”. (FINE PRIMA PARTE)

Rastelli portato in trionfo dai giocatori del Cagliari dopo l’ultima giornata del campionato 2016-17

53 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
53 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Esclusive