Resta in contatto

Approfondimenti

La prima del Cagliari con i cinque cambi: Zenga uno se l’è tenuto…

Ieri il Cagliari ha rivissuto l’atmosfera della Serie A dopo quasi quattro mesi: con le novità correlate al post Coronavirus, la possibilità dei cinque cambi. Zenga a Verona non le ha sfruttate appieno

CAMBIAMENTO. La Serie A ha introdotto la regola dei cinque cambi, consentiti dal regolamento data l’eccezionalità del periodo storico. Impegni ravvicinati, calura estiva e l’adeguamento fisico al ritorno in campo sono le principali motivazioni per ritenere indispensabile il provvedimento. A cui l’allenatore del Cagliari, Walter Zenga, non si è affidato totalmente.

QUATTRO. L’esordiente tecnico rossoblù ha infatti utilizzato solo quattro delle cinque sostituzioni possibili, preferendo per motivi sconosciuti non giocarsi anche l’ultimo cambio. Questi gli avvicendamenti decisi da Zenga: Birsa per Pereiro (46°), Mattiello per Cacciatore e Paloschi per Ionita (68°), Lykogiannis per Pellegrini (84°). Sono rimasti in panchina i portieri Olsen e Rafael, i difensori Carboni, Klavan e Walukiewicz, oltre ai Primavera Ladinetti e Lombardi.

La sostituzione tra Cacciatore e Mattiello ieri sera a Verona

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti