Resta in contatto

Approfondimenti

Cellino-Giulini, due presidenti a confronto

A completare il nostro pezzo sul Centenario nella sezione Cagliari 1920-2020 (oggi si è parlato della stagione 2014/2015), ecco le figure dei due ultimi patron

Due modi di gestire una società, due differenti vedute su come portare avanti quello che è considerato l’emblema di una regione e di un popolo intero. Il confronto tra le presidenze di Massimo Cellino (iniziata a giugno 1992 e terminata a giugno del 2014) e di Tommaso Giulini, quest’ultimo al timone da quasi sei anni

CELLINO. Il primo è considerato un patron accentratore. Lo è stato al Cagliari, lo è stato al Leeds e continua ad esserlo al Brescia. Tutto passava e passa per le sue decisioni. Dalla scelta del tecnico all’altezza dell’erba del campo di gioco. Non c’era una sola decisione che poteva essere presa senza il suo benestare. E questo è anche il motivo di come Cellino abbia sempre mal digerito i direttori sportivi: dal primo, Carmine Longo, ereditato dalla precedente proprietà della famiglia Orrù, fino a Nicola Salerno, forse quello con cui è riuscito a legare di più, ma attraverso un rapporto comunque mai privo di forti contrasti.

GESTIONE DIVERSA. In tutto questo Tommaso Giulini si differenzia notevolmente dal suo predecessore: da un presidente tuttofare si è passati infatti a un presidente assolutamente delegante. Con lui, ogni specifica mansione ha un responsabile. Sono tante infatti le figure all’interno della società, per un organigramma davvero ricco di ruoli. Giulini ama lavorare senza troppo clamore: i riflettori puntati non fanno per lui, così come non è amante dei colpi di scena. Può esserne un esempio il tema riguardante l’allenatore: dopo gli errori iniziali (leggi Zeman e Zola), la scelta di confermare un tecnico per tre stagioni consecutive, che ha inserito di diritto Massimo Rastelli nella ristretta cerchia dei tecnici più duraturi. Poi, nella stagione 2017/2018 con Diego López, che dopo la salvezza lasciò il posto a Rolando Maran, sostituito il 3 marzo da Walter Zenga. Inutile invece ricordare come Cellino non abbia mai resistito oltre un certo limite: quasi come se la figura dell’allenatore potesse in qualche modo diventare ingombrante e offuscare la sua, sempre in una posizione di assoluto predominio.

La scaramanzia, poi: praticamente assente nel presidente Giulini, mentre Cellino ne ha sempre fatto ampio ricorso. Curiosa la direttiva sulle file numerate allo stadio: impossibile trovare un seggiolino numero 17. Per i tifosi, ecco il meno ‘nocivo’ 16bis.

 

Insomma, due presidenti molto diversi tra loro, ma entrambi con la chiara intenzione di misurarsi col calcio che conta.

74 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
74 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Anon
Anon
1 mese fa

Gli Orrù sono stati i migliori.
Cellino un parassita che ha mantenuto per più di vent’anni il Cagliari nell’anonimato più totale e svendeva i nostri giocatori migliori alla prima offerta.
Giulini è partito malissimo con la retrocessione ma è ancora presto per giudicarlo, deve ancora dimostrare le sue vere intenzioni.
Speriamo non idebolisca la squadra per l’anno prossimo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino grande presidente ci ha tenuto in A da protagonista ed ha pagato caro il suo attaccamento al Cagliari

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

CELLINO ❤️💙🇮🇹

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Per gli amanti del Presidente Cellino, avete una ghiotta possibilità! Tifate il Brescia!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Per me Giulini e i fratelli Orru ,.Cellino era un opportunista nel senso se aveva un giocatore buono lo vendeva subito ,gli importavano i soldi non il Cagliari .Basta guardare il Brescia quel centrocampista bravo che è già venduto .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Non c’è paragone……..Cellino grande presidente…capisce di calcio come pochi….Giulini ?? ancora niente di tutto questo…sta facendo il presidente del Cagliari per conto dell’Inter..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino ” matto come un cavallo” ma mitico.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Celino lo hanno massacrato ….era scomodo ..e bravo…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Non dimentichiamo i fratelli orru che anno preso il nostro Cagliari dalla serie c. E l’anno portata in a subito battendo record di reti segnate e record di reti subite w il Cagliari sempre io o 66 anni e sono grandissimo tifoso del Cagliari da quando avevo 10 anni e o avuto l’onore e il piacere di vedere giocare dal vivo il nostro mito rombo di tuono che spettacolo un saluto da cosenza a tutti quelli che come me amano il nostro grande Cagliari ❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino è stato il migliore presidente della storia del Cagliari, ricordatevi tutti che il vero presidente dello scudetto fu Moratti. …saras

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

100000 volte Cellino…e oggi avremmo avuto lo stadio pronto se non lo avessero boicottato..poi ha fatto un centro sportivo di alto livello..e ci ha portato in cima all’Europa…Giulini in 6 anni ZERO..e un dato di fatto…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Senti Eddy Edoardo Mancini non pensi che se tutti la pensassero come te non avresti modo e tempo di mettere le faccine che ridono a chi NON la pensa come te? Dovresti ringraziarci, non ti pare?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Non c’è confronto…..Giulini deve fare ancora tanta strada per farsi ricordare come Cellino.

ZioFranco
ZioFranco
1 mese fa

Infatti non c’è confronto. Ci sarà quando Giulini ci porterà a giocare a Trieste….e non in trasferta ma in casa. Che tristezza

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino che confronto e!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Giulini chiacchere e basta, Cellino ha portato grandissimi campioni al Cagliari, purtroppo l’ingratutudine e normale nel calcio, non elenco i giocatori portati da Cellino altrimenti finisco tra 2 giorni di scrivere

Kyann
Kyann
1 mese fa

Stai confondendo i cognomi… In 22 anni cello chi ha portato?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino è il passato, Giulini è il presente e il futuro

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Meritiamo di meglio!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il primo investiva in stock il secondo in bonds

Emanuele
Emanuele
1 mese fa

Il primo investiva in azioni il secondo in buoni fruttiferi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino è Sardo è uno come noi.. Cellino ha tutta la mia stima..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Giulini grande presidente cellino no

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino è stato un buon presidente, ma ha pensato più a se stesso che al Cagliari (io dico giustamente). Ha tenuto dignitosamente il Cagliari spesso in serie A. Certo che 3 stagioni ottime, in 20 anni di presidenza è pochino, considerando che le prime 2 (conquista della UEFA, e l’anno dopo la cavalcata sino alle semifinali) sono più merito degli Orru’ che sue.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Giulini un bravo presidente ma in paragone a Cellino non c’è partita!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

il mio solo e unico Presidente è e rimmarrà Massimo Cellino!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Secondo me sono bravi tutti e due veramente mi piacerebbe un duo societario con l’anno dello scudetto ma dubito che possano andare d’accordo ! E se si acetaste? Un mio sogno da tifo verace del Cagliari! Comunque forza Cagliari per sempre un tifoso sportivo ❤️💙🙌🙏👋

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ricordate che senza Cellino il Cagliari sarebbe ancora in C

Anon
Anon
1 mese fa

Senza gli Orrù sarebbe in C, con Cellino vent’anni di purgatorio tra ultime posizioni di A e serie B, e quando abbiamo avuto occasione di andare in Europa ordinò pure alla squadra di tirare i remi in barca perchè non voleva seccature.
Tenetevelo voi, il vostro caro Cello.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino il passato…..giulini Il futuro…….due persone completamente diverse da ringraziare tutt’ e due perché fare calcio in serie A non è facile per nessuno ! Io personalmente apprezzo più lo stile di Giulini !

Mauritius
1 mese fa

Come dice l’articolo…”uno era accentratore e l’altro delega molto”….questo fa sì che Cellino sembri più esperto, perché si è preso sempre i meriti e ha scaricato spesso e volentieri i demeriti sui collaboratori……Giulini delega molto e, oltre a eventuali suoi meriti, si becca i demeriti anche non dipendenti da lui…..personalmente non rinnego Cellino ma preferisco Giulini…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino tutta la vita ❤️❤️❤️

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino “masticava” calcio, spendeva in maniera oculata e sapeva fare gli affari giusti. Tra i tanti tecnici ingaggiati, molti erano dei veri signori della panca. Giulini spende qualcosina in più, ma fino a questo momento, troppe parole, troppi proclami, pochi fatti (e ha rimediato una serie di vicende semplicemente grottesche). La scelta dei tecnici…imbarazzante.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Ùno tirchio!! l’altro taccagno!!🤣🤣🤣🤣

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il Brescia dice tutto!!..GIULINI forever🔴🔵 🔴🔵 💖

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Due presidenti anconfronto ?ma nn ce confronto .giulini manco vicinoa a cellino.un abisso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino ottimi presidente per modeste salvezze….giulini più ambizioso

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Hanno dimostrato entrambi grande amore per il Cagliari, Giulini è sicuramente meno esperto ma tanta passione, Cellino si è fatto il carcere per noi…il cuore mi dice Cellino, la testa Giulini, una cosa è certa…sono la storia del Cagliari e vanno entrambi amati da tutti noi con tutti i limiti, passati e presenti…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino secondo me capisce tanto di calcio.. Ha fiuto per giocatori e allenatori.. e anche un carattere molto forte.. però raramente acquista a certe cifre.. invece Giulini è più disposto a spendere ma forse non ha lo stesso fiuto e mi sembra meno deciso.. Ma ci potrebbe portare comunque a grandi risultati.. Si vede che ci tiene..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

GIULINI

Forza Cagliari
Forza Cagliari
1 mese fa

Cellino sicuramente di calcio ci capisce, ma il suo opportunismo e il suo interesse prevale sul bene della squadra. Avrebbe potuto costruire una squadra stabilmente nei quartieri alti della serie A come l’Atalanta di oggi, ed invece ha smantellato pezzo a pezzo la squadra che ci ha fatto sognare in europa 22 anni dopo lo scudetto (costruita dai F.lli Orrù) sfiorando la finale Uefa. Ha invece investito i soldi guadagnati col Cagliari Calcio per spenderli in Inghilterra acquistando una “Ferrari”

Forza Cagliari
Forza Cagliari
1 mese fa
Reply to  Forza Cagliari

in cambio di una “500” come lui stesso disse: ecco questo è stato Cellino, grandi capacità per tenere il Cagliari a galla. Giulini pur essendo meno competente sta dimostrando di avere cuore per il cagliari e per i sardi. Fra qualche anno quando avremo il nuovo stadio e speriamo una squadra in europa penso che Cellino gradualmente passerà in secondo piano senza incertezze.

Geronimo
Geronimo
1 mese fa
Reply to  Forza Cagliari

Eh sì
Giulietto ha a cuore i sardi
Lo manifesta soprattutto con lo zucchero a velo prodotto dalla sugarsid con il quale edulcora i prati del Campidano🤣

Forza Cagliari
Forza Cagliari
1 mese fa
Reply to  Geronimo

A quanti sardi da lavoro Giulini con la fluorsid? E quanti lavorano per la società Cagliari calcio? Tu credi che i petrolchimici inquinino di meno?!…

Anon
Anon
1 mese fa
Reply to  Forza Cagliari

Diciamo la verità, è risaputo che Giulini ha acquistato il Cagliari per tenersi i Sardi dalla sua parte e distogliere l’attenzione dalle sue attività “diversamente oneste”.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Purtroppo Giulini non ha mai azzeccato un allenatore tranne Maran esonerato per problemi di spogliatoio e sostituito con Zenga non all’altezza per allenare in serie A.

Giuseppe
Giuseppe
1 mese fa

Cellino, almeno nei primi anni di presidenza, si è distinto per alcune scelte azzeccatissime tra giocatori e tecnici; nella parte conclusiva con la vicenda dello stadio ci ha fatto vergognare. Giulini mi sembra molto più razionale ed equilibrato nella gestione di uomini e risorse.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Sono 2 grandi amano il Cagliari

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Giulini tutta la vita !

Geronimo
Geronimo
1 mese fa

Mi trovate concorde solo sul aspetto scaramantico. Giulini e Cellino son entrambi accentratori, nonostante l attuale presidente abbia personaggi distinti per ogni ruolo, nelle decisioni strategiche ha deciso personalmente. Allenatori, calciatori falliti dal passato radioso, calciomercato farraginoso nel quale spesso la figura del DS è stata marginale. Questione stadio, risultati medesimi in entrambe le gestioni.

Porcospino
Porcospino
1 mese fa

Giulini imprenditore al passo coi tempi. Cellino un romantico folle ma geniale. Col cuore sn legato a Cellino e i suoi alfieri (D.Conti, Agostini, Cossu, Lopez) ma ragionevolmente Giulini è adeguato ai tempi. Buona organizzazione societaria a 360’, non a caso la primavera ha fatto passi da gigante. Comunque sia Forza Cagliari e speriamo che con il nuovo Mister si ricominci alla grande. 💪💪💪

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Celino aici aici no

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Il primo è stato un grande, il secondo ( se vuole ) potrebbe diventarlo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Cellino un grande…

Marco
Marco
1 mese fa

Giulini er mejo… Serio, posato, elegante in tutto! Mai una parola fuori posto…. Così deve essere un presidente!

Lele
Lele
1 mese fa

Cellino col calcio vuole guadagnare, Giulini dice di no (forse).
Tutti dicono che Cellino in Inghilterra ha fatto ridere, io non la penso così, il leeds era pieno di debiti, quasi fallito e Cellino é riuscito in tre anni a rimettere (quasi) in ordine i conti. A Ledds dovrebbe essere quantomeno riconoscenti.
P.S. quanDo lo ha rivenduto ovviamente ci ha guadagnato

Raffaele
Raffaele
1 mese fa

Con quello che ha investito giulini cellino ci portava in champion e soprattutto non avrebbe aspettato 11 partite per mandare via quel tentativo di mister e Carli

Simone
Simone
1 mese fa
Reply to  Raffaele

Ah ah ah….
Invece con il braccino corto porta il Brescia in B!!!

ZioFranco
ZioFranco
1 mese fa
Reply to  Raffaele

Cellino è così tanto fenomeno che ha fatto ridere in Inghilterra e a Brescia

Matteo Boe
Matteo Boe
1 mese fa
Reply to  ZioFranco

narasiddu tui o tziettu francu ca esti mellusu a fai arriri in bidda propria. Immoi bai a sburiai su bassinu e lassa a perdi is cosasa pru smannasa de tui

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "era un commento all 'altro articolo sul Carbonia di Caddeo"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti