Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. Inter superata 2-1 in rimonta. Biancocelesti secondi e a -1 dalla Juventus

Young illude la squadra di Conte segnando al 44’. Nella ripresa tutto cambia: Immobile impatta su rigore poi sigla Milinkovic-Savic. Festa sugli spalti

La Lazio fa quello che si era prefissato alla vigilia. All’Olimpico piega in rimonta l’Inter per 2-1 la sorpassa e sale così a quota 56 punti in classifica, a -1 dalla capolista Juventus. Sconfitta pesante per gli uomini di Conte, che rimangono a 53 e si allontanano dalla vetta, dopo averla raggiunta due settimane fa.

IMMOBILE RISPONDE A YOUNG. Primo tempo equilibrato iniziato come occasioni al 4’ col colpo di testa di Godin, che manda il pallone di poco sopra la traversa. Al 9’ traversa di Milinkovic-Savic, mentre al 16’ Luiz Felipe salva su Lautaro pronto a calciare. Due minuti dopo Strakosha dice no a Lukaku. Prima dell’intervallo (44’) nerazzurri in rete con Young, il primo in Serie A,  bravo nello sfruttare una brutta respinta del portiere di casa sulla botta potente di Candreva, e mettere in rete dall’altezza del dischetto, con un gran destro di controbalzo.

MILIKOVIC-SAVIC. Al rientro in campo si riparte con una squadra di casa motivata a riprendere il match. Al 3’, uno scontro fortuito tra Skriniar e Padelli che spiana la strada a Immobile, sbilanciato irregolarmente da De Vrij, a pochi passi dalla porta, mentre stava per concludere. Fischia subito Rocchi, che ammonisce il centrale olandese e indica il dischetto. Un silent-ceck al Var di Mazzoleni avvalla la decisione dell’arbitro. Al 21’ Young, galvanizzato dal gol, ancora pericoloso ma Luiz Felipe ci mette una pezza. Il 2-1 lo sigla la squadra di Inzaghi, grazie a Milikovic-Savic al 24’. Marusic calcia a botta sicura ma trova la respinta sulla linea di porta di Skriniar, la difesa dell’Inter non riesce a liberare, pallone che arriva sui piedi del serbo rapace nel trafiggere Padelli, con un sinistro chirurgico.

Trovandosi sotto dopo il vantaggio Conte opera subito due sostituzioni: dentro Moses e Eriksen per Candreva e Brozovic.  Al 33’ Strakosha respinge la battuta dell’appena citato Moses, Lautaro aggancia la sfera e segna, ma tutto vano per fuorigioco. Stop meraviglioso di Immobile (40’)  che si beve Godin e De Vrji, ma non fa i conti con la respinta di Padelli, suo compagno di squadra al Torino. Inter pericolosa al 45 per ben due volte: prima Strakosha è decisivo su Lautaro, quindi Acerbi libera l’area dal pallone vagante in area e fa gioire squadra e tifosi: Biancolesti a -1 dalla Juventus capolista e nerazzurri superati, ora terzi.

4 Commenti

4
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Max
Ospite
Max

La grande Lazio batte una grande Inter e mette altri 3 punti in cascina per la Champions, il Cagliari ci ha portato fortuna, da quella partita in poi per la Lazio è stata un crescendo. A dimenticavo un saluto a tutti i gufi. Sono di piaciuto per la situazione del Cagliari che mi sta a cuore per questioni affettive. 😁😁😁😁😁

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Inter squadra sopravvalutata

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Dai rubentyni chiamiamo le cose col giusto nome

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Bella foto eh!! 😂😂

Advertisement

Giampietro Piovani

Ultimo commento: "Accidempoli, bell'articolo. Ma qualche documento da proporre a supporto no? Siamo ridotti all'osso, ma in effetti è già tanto scrivere due battute,..."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Che formazione formidabile"

Guglielmo Coppola

Ultimo commento: "Ha la casa a Torre"

Gigi Riva

Ultimo commento: "https://www.google.com/search?q=0pPms02Ce2Pe3CUTsoBHxW9R - Qui le ragazze conoscono i ragazzi e non viceversa"

Fabrizio Cammarata

Ultimo commento: "http://trim4.me/bt1 – Qui le raagazze conosscono i ragazzi e non viceversa"
Advertisement

I Miti rossoblu


Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News