Resta in contatto

News

US – Marroccu: “Vi racconto l’acquisto dei gioielli rossoblù”

L’ex ds del Cagliari, attualmente al Genoa, incrocerà di nuovo il suo vecchio club nella prossima gara di campionato. Ha raccontato a L’Unione Sarda alcuni retroscena sugli arrivi di Nainggolan, João Pedro e Cragno

PRESENTE E JP10. Francesco Marroccu è un personaggio legato a doppio filo all’epoca rossoblù firmata Massimo Cellino. Il direttore sportivo cagliaritano ricopre ora il medesimo incarico al Genoa del presidente Preziosi e domenica a Marassi incrocerà di nuovo il suo vecchio club. Ha raccontato a L’Unione Sarda tanti aneddoti sul rapporto con Cellino e in particolare in ambito calciomercato: “Mi ricordo che avevamo appena ingaggiato Donsah, ma Zeman desiderava una mezzala tecnica. Tramite due intermediari cerchiamo il prospetto indicato dal Mister, io e Pierluigi Carta scoprimmo João Pedro osservando un video relativo al suo periodo all’Estoril, in Portogallo. Ci piacque immediatamente, cominciammo ad informarci su di lui. Tramite lo scambio con Cabrera liberammo una casella da extracomunitario e aggiungendo 800.000 euro chiudemmo l’affare“.

CRAGNO E RADJA. Marroccu svela inoltre i dettagli degli arrivi a Cagliari di Alessio Cragno e Radja Nainggolan: “Zeman voleva solo portieri veloci, reattivi e bravi a giocare con i piedi. Cragno, ragazzo straordinario, aveva già gli occhi di diversi club addosso. Il presidente Giulini è molto sensibile sull’argomento, avendo giocato come estremo difensore in gioventù. Rompiamo gli indugi, offriamo un milione al Brescia: affare fatto. Per Nainggolan, invece, non è stato facile. Ma non portarlo, bensì superare le prime diffidenze di Cellino. Radja è tatuato pesantemente, arrivò a una riunione tecnica in ritardo (insieme al croato Brkljaca) per il disappunto di Mister Allegri. Il primo allenamento andò come un treno: ma alla prima da titolare si fece cacciare… a fine stagione convinsi il presidente a riscattare l’altra metà del cartellino di Nainggolan dal Piacenza. Un milione e centomila euro… Il Cesena di Ficcadenti ci aveva offerto lo scambio con Parolo, ma riuscii a vincere le perplessità di Cellino“.

 

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Il tutto parte da Giulini perché è lui che negli ultimi anni ha fatto il mercato e non il ds, dunque per me in primis al Cagliari manca il rispetto..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini comunque vada un tecnico giovane bravo e con tanta voglia di fare bene sia in A o B e col cuore ROSSOBLU"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News