Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. Napoli battuto al San Paolo 2-0: vola la Fiorentina di Iachini

Grande gara della squadra viola che passa con merito mettendo ancora più in crisi la squadra di Gattuso sempre più lontana dalla zona Europa

Anche la Fiorentina batte il Napoli a domicilio. Lo fa in modo netto, imponendosi 2-0 con un gol per tempo e rilanciandosi con Iachini in panchina, sette punti in tre gare. Un occasione per parte a inizio gara. Al 10’ Lirola serve una bella palla a Castrovilli, che però colpisce sporco da sottomisura e sfiora la rete Due minuti dopo, dall’altra parte, Callejon imbecca Mlilik, che si coordina col sinistro, ma trova la pronta risposta di Dragowski. Pasqua (19’) va al Var per verificare un tocco con la mano di Allan, che viene reputato non irregolare e la gara prosegue.

LA SBLOCCA CHIESA. San Paolo ammutolito al vantaggio viola siglato al 26’ dall’attaccante figlio d’arte servito intelligentemente da Benassi, che supera Ospina all’altezza del dischetto. I partenopei si riversano in area avversaria sfiorando alla mezz’ora il pari con Zielinski, ma un minuto dopo il portiere dì casa nega (con un gran riflesso) il raddoppio alla squadra di Iachini, che segna con Cutrone, ma in fuorigioco. Al 36’ urlo strozzato in gol per i tifosi partenopei sul colpo di testa di Callejon, uscito al lato davvero per questione di centimetri. Le occasioni migliori nel finale di tempo sono dei toscani, che al 42’ Benassi, ricevuta palla da Cutrone, vede  Ospina distendersi e devia in angolo dopo un brutto controllo di Luperto. Squadre al riposo con gli ospiti a gestire palla, dopo 3’ di recupero. Napoli subissato di fischi.

VLAHOVIC MOSSA VINCENTE. Entra in campo carica la squadra di Gattuso, che al 6’ fallisce il pari Allan e un con un minuto dopo Insigne, calcia col destro dai venti metri un pallone che prima scheggia il palo e finire fuori. Clamoroso però (11’) lo 0-2 non siglato da Chiesa che, a tu per tu con Ospina si fa ipnotizzare, dopo la sfera spettacolare arrivata al numero 25, da Castrovilli. Il raddoppio lo segna Vlahovic al 29’, otto minuti dopo il suo ingresso in campo al posto di Cutrone, col sinistro che non lascia scampo a Ospina. Fino al fischio finale dell’arbitro Pasqua, arrivato dopo 3’ di recupero, la Fiorentina gestisce, portando a casa una vittoria che la rilancia alla grande e affossa ulteriormente un Napoli, brutto specie nella ripresa.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
5 mesi fa

Godo😂🖕🏼🖕🏼

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un altro gol memorabile fu quello segnato al Parma ai tempi di Ranieri, nel 1991, una bomba dal limite dell'area al 95' che diede ai rossoblù una..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Le sue parabole di collo pieno hanno contribuìto alla scalata per il ritorno in serie A, facendo esplodere noi tutti tifosi e il glorioso stadio..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "era un commento all 'altro articolo sul Carbonia di Caddeo"

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News