Resta in contatto

News

CL. l’Atalanta batte 2-0 la Dinamo Zagabria e spera negli ottavi. La Juventus regola 1-0 l’Atletico Madrid

Grande gara a San Siro della squadra di Gasperini che batte all’inglese i croati e si gioca la qualificazione nella sfida diretta con lo Shakhtar Donetsk

Serata felice per le due italiane nella quinta giornata della fase a gironi della Champions. In attesa che domani scendano in campo Napoli e Inter, ecco come sono andate le sfide di stasera.

ATALANTA-DINAMO ZAGABRIA 2-0. A San Siro (dove gioca le gare di Champions) la squadra di Gasperini va subito all’attacco dei croati, che all’andata si imposero con un pesante 4-0. Al 2’ Muriel fa partire un cross basso in area, dove si fa trovare presente Hateboer che però arriva male sul pallone e grazia gli ospiti, da posizione assolutamente favorevole.  Cosa che fa Pasalic al 20’ sul passaggio di Gomez. Insistono i nerazzurri, che centrano al 26’ la traversa con Gosens e poi vanno in vantaggio un minuto dopo, con un rigore concesso per fallo di Peric su Muriel, che lo stesso colombiano realizza. Al 32’ un Muriel scatenato supera Dilaver, ma al momento del tiro non trova il guizzo giusto per raddoppio. Due minuti dopo conclusione a botta sicura di Hateboer, Peric salva il gol sulla linea di porta. Al 36’ Orsic calcia a giro sul secondo palo, ma centra la parte bassa della traversa della porta difesa da Gollini.

In apertura della ripresa le cose per i bergamaschi si mettono ancora meglio. Al 2’ infatti Gomez allunga le distanze con il raddoppio, grazie ad un destro secco di collo esterno che obbliga Livakovic a recuperare il pallone dal fondo della rete per la seconda volta in serata. Che spettacolo il gol de Papu. 23’: assist al bacio di Ilicic, che sfiora il palo e ovviamente il 3-0, dopo il fraseggio con Pasalic. L’ex Palermo ci riprova senza fortuna al 27’, quando si vede respingere da un avversario, il tiro col destro in angolo. Quattro minuti dopo splendida imbeccata di De Roon per Gomez che, tutto solo calcia clamorosamente sul corpo di Livakovic, che ovviamente ringrazia. Infine, in pieno recupero, gli  ospiti  sfiorano la rete con Gojak. Vince l’Atalanta. Che per accedere agli ottavi deve andare a vincere nell’ultima giornata in casa degli ucraini dello Shakhtar Donetsk e sopratutto sperare che la Dinamo non batta il City di Guardiola.

JUVENTUS-ATLETICO MADRID 1-0. Già agli ottavi (prima squadra qualificata con due gare d’anticipo) l’undici di Sarri, che guida la classifica in Serie A parte in modo aggressivo, ma di fatto Oblak nella prima parte dell’incontro, non è mai veramente impegnato. Al 21’ prova un suo numero Dybala, ma Hermoso è fondamentale nell’evitare problemi. Tre minuti dopo sul tiro di Saul c’è la  deviazione di Bonucci, che quasi mette fuori tempo Szczesny, che però e reattivo e para la sfera in due tempi. A sbloccare il match sono i bianconeri nel primo dei due minuti di recupero che passa in vantaggio grazie ad uno splendido calcio di punizione di Dybala con il sinistro, che fulmina un Oblak non perfetto, trovando un angolo incredibile che fa esplodere lo Stadium.

Nella seconda parte della contesa (6’) gli spagnoli aumentano il ritmo alla ricerca del pareggio: angolo di Trippier per Koke, che stoppa di petto e calcia col destro di controbalzo. Molto bravo nella circostanza Szczesny nel bloccare in due tempi e allontanare il pericolo. Al 21’, dall’altra parte, l’appena entrato Bernardeschi centra il palo.  Superbo De Ligt al 35’, quando ci mette il piede ed evita in scivolata la rete a Correa, appena servito da Joao Felix. Dopo quattro minuti l’arbitro inglese Taylor dice che basta così.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News