Resta in contatto

Approfondimenti

I ragazzi del miracolo Canzi. Marigosu musica e magia, Gagliano bomber puro

La squadra di Max Canzi ancora una volta regala spettacolo nella sfida contro la Lazio e i suoi ragazzi continuano a brillare

MERAVI-GOSU. Finta col destro, cross di sinistro e palla col contagiri sulla testa del bomber Gagliano che insacca. Con questa giocata i rossoblù di Canzi hanno riacciuffato una partita contro la Lazio che sembrava compromessa già dopo appena 6 minuti dalla rete di Cerbara. Un colpo di classe da parte del fantasista Federico Marigosu, ormai una certezza per la formazione Primavera e sempre più leader nel ruolo di trequartista.

PANZER GAGLIA. E per un Marigosu che inventa c’è un ariete che la butta dentro in tutti i modi. Luca Gagliano si è dimostrato ancora una volta un centravanti completo, capace di unire il fisico alla tecnica, segnando di testa e con un sinistro delicato. Il numero 11 rossoblù è l’arma principale per scardinare le difese avversarie, sia con le buone che con le cattive.

QUALITA’ DI GRUPPO. Ma a brillare non sono solo due stelle. La squadra di Canzi è un firmamento e tutto sta girando alla perfezione. Contini è un attaccante a tutto campo, preziosissimo nei ripiegamenti difensivi, anche se sul caratterino c’è da lavorare. Carboni e Boccia sono una coppia di centrali solidissima, Ladinetti un regista già maturo (che gol oggi!), Lombardi e il “piccolo Kanté” Kanyamuna sempre capaci di portare tanta sostanza a centrocampo. Senza dimenticare poi il portiere Ciocci, i terzini Porru e Nader, più alcuni meno impiegati in questa stagione ma di sicuro affidamento come Manca, Cossu, Cusumano, Zinfollino e Cancellieri.

MAD MAX. Un gruppo ben assemblato e magistralmente diretto da un allenatore che si sta dimostrando prima di tutto un educatore. Max Canzi regala gioie in campo attraverso la macchina perfetta che ha plasmato, ma dà spettacolo anche fuori mentre dirige tatticamente i ragazzi e li catechizza per qualche atteggiamento sopra le righe. Contini non l’ha certo passata liscia per aver lasciato in dieci la sua squadra e le urla lanciate dal mister verso il suo giocatore che tergiversava nelle proteste sono un manifesto all’educazione sportiva. I successi passano soprattutto dalla testa.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
pierto
pierto
1 anno fa

braVi ragazzi senza paura di nessuno ..Forza cagliari

Giovanni A
Giovanni A
1 anno fa

Bellissimo

Sergio
Sergio
1 anno fa

Super..top. forza Castedduuuuu

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement

Radja, una storia di vita che sembra un film

Ultimo commento: "Sono belle cose, complimenti vivissimi, dev'essere stata un'esperienza incredibile."
Francescoli

Enzo Francescoli

Ultimo commento: "e quando e' tornato da avversario si e' commosso e al secondo tempo il tecnico del toro l ha sostituito ricordo molto bene..."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Cagliari per sempre!!! Riva un eroe,come gli eroi della mitologia!!"
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Fu allenatore forse nel mio momento migliore, la passione per il Cagliari me la trasmise Gigi Riva, ma quando Mario Tiddia ne divenne l’allenatore,..."
zola

Gianfranco Zola

Ultimo commento: "Un fuoriclasse VERO. Grande anche dal punto di vista umano, amato in tutte le piazze in cui ha giocato. Se solo fosse arrivato prima al Cagliari."
Advertisement

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!
Advertisement

Altro da Approfondimenti