Resta in contatto

News

Anticipo Serie A. 1-0 a Parma: la Juventus campione d’Italia riparte con una vittoria

Al Tardini sfida decisa dopo 21’ da  Chiellini. Per lunghi i bianconeri tengono in mano le redini del match contro un’avversaria pericolosa solo a tratti

La Juventus, otto volte consecutive campione d’Italia, ricomincia il suo cammino in Serie A, con una vittoria. Lo fa imponendosi 1-0 al Tardini su un buon Parma. Bianconeri senza il loro neo tecnico Sarri, assente per una polmonite, il quale però ha indicato al suo sostituto in panchina Martusciello di far giocare Higuain titolare, con Dybala che parte dalla panchina. In casa gialloblù D’Aversa si affida alla coppia d’attacco (che ha fatto molto bene nella scorsa stagione) composta da Inglese e Gervinho.

DECIDE CHIELLINI. Botta e risposta nel giro di poco più di trenta secondi tra il 13’ e il 14’. Prima, con una girata di testa, Ronaldo manca d’un soffio la rete, quindi sul capovolgimento Szczesny si oppone alla conclusione a botta sicura, da parte di Inglese. Poco dopo (19’) il duello si ripete, con il numero 45 che mette forza nella conclusione. La Juventus sfrutta al meglio una palla inattiva. Infatti, su una respinta difensiva da parte del portiere del parma,  il pallone giunge a Alex Sandro  serve Chiellini, il quale tocca quel tanto che basta per far insaccare la sfera al 21’. La squadra di casa accusa il colpo dello svantaggio subito, tanto che  al 28’ Ronaldo, imbeccato da Higuain, fa partire un destro che termina fuori non di molto. Annullato il gol del 2-0 a CR7 al 35’. L’arbitro Maresca, dopo averlo concesso, ritorna sulla decisione presa dopo un lungo controllo da parte del VAR.  Nel primo dei 3’di recupero concessi, padroni di casa pericolosi con Inglese, fermato però in modo provvidenziale  da Douglas Costa.

Dopo 12’ della ripresa D’Aversa inserisce Siligardi per l’ex Atalanta Kulusevski, nella speranza di dare un maggiore aiuto a Inglese e Gervinho in avanti, alla ricerca del pareggio. Nove minuti dopo però Sepe è costretto ad evitare guai (lo 0-2) sulla conclusione improvvisa e violenta, da parte di Ronaldo, che si ripete saltando il connazionale Bruno Alves, ma non riuscendo a superare al 27’ il portiere dei ducali.  Il Parma attacca in modo convinto, specie nel finale, sfiorando il pareggio al 48’ con Hernani e un minuto dopo con Inglese, ma Szczesny è sempre attento ed evita il gol.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Larghissima maggioranza tra i lettori di CalcioCasteddu: Giulini dovrebbe passare la mano

Ultimo commento: "Probabile visto che è attaccato al colore dei soldi non certo ai colori rossoblu"

(SONDAGGIO) Capozucca confermato, pro o contro?

Ultimo commento: "Ne' Capozucca ne' Giulini. Dove sono finite le promesse e i buoni propositi del Presidente, ha promesso per il centenario la zona uefa invece siamo..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News