Resta in contatto

Approfondimenti

Decimo posto finale: dal Sassuolo al Parma Cagliari compreso è lotta a sei

Gli emiliani di De Zerbi passando a Firenze hanno conquistato la parte sinistra della classifica e sono in vantaggio di un punto su toscani e rossoblù

La sconfitta del Cagliari, sabato scorso in casa della Roma e i conseguenti successi del Sassuolo ai danni della Fiorentina (ieri sera al Franchi) del Bologna sull’Empoli e i pareggi della Spal con il Genoa e del Parma con il Chievo Verona, hanno compattato la lotta per il decimo posto, allungando il gruppo a sei contendenti.  Infatti, dalla squadra di De Zerbi (salita a quota 41 punti) a quelle di Mihajlovic e D’Aversa attestate a 37, il divario a quattro giornate dalle fine, è di quattro punti.

Vediamo, compagine per compagine,  il calendario che aspetta ognuna di loro fino al 26 maggio, giorno della trentottesima giornata della massima serie, che ha già dato alcuni verdetti importanti. Ovvero, con la Juventus campione d’Italia per l’ottava volta consecutiva, il Napoli sicuro di un posto nella prossima Champions League e le retrocessioni di Frosinone e Chievo Verona in Serie B.

SASSUOLO. Da ieri sera al decimo posto a quota 41 punti, grazie alla vittoria sulla Fiorentina al Franchi nello scontro diretto, gli emiliani di De Zerbi hanno il calendario al pari del Cagliari, più difficile almeno sulla carta, ad accezione della gara casalinga di domenica alle 15 contro il già retrocesso in B, Frosinone. Torino, in trasferta, Roma in casa e Atalanta a Bergamo (tre avversarie tutte in lotta per un posto in Champions) le ultime tre partite.

CAGLIARI. Il match del San Paolo domenica alle 20.30 col Napoli e il quello successivo alla Sardegna Arena contro una Lazio, in bilico tra la qualificazione in Champions o in Europa League (oltre alla finale di Coppa Italia contro l’Atalanta) sono due ostacoli non semplici da superare per i ragazzi di Maran fermi a quota 40 punti e che nelle ultime due giornate, affronteranno un Genoa di fatto salvo nonostante le tante difficoltà in stagione e poi chiuderà la stagione alla Sardegna Arena contro una Udinese, che ancora deve lottare per avere la meglio dell’Empoli, per evitare la retrocessione.

FIORENTINA. La squadra di Montella (un punto in tre partite col suo avvento in panchina al posto del dimissionario Pioli) con 40 punti in classifica, appare quella più in difficoltà e domenica è attesa al Castellani dal derby con un Empoli quasi disperato. Nel turno successo al Franchi sarà di scena un Milan in crisi, ma ancora in grado di lottare per il quarto posto che vale la qualificazione in Champions. Le ultime due gare per Chiesa e compagni saranno contro il Parma al Tardini, sfida diventata uno scontro diretto e contesa casalinga contro il Genoa.

SPAL. Alla lotta per il decimo posto si è iscritto anche l’undici di Semplici, attestatosi a quattro partite dal termine, a quota 39 punti. Nel prossimo turno gara a portata di mano contro il retrocesso Chievo Verona, ma a preoccupare sono le altre tre gare rispettivamente contro il Napoli secondo in classifica, l’Udinese ancora impegnata nell’evitare la discesa nel campionato cadetto e il Milan, nel trentottesimo e ultimo turno.

BOLOGNA.  L’arrivo di Mihajlovic in panchina al posto di Filippo Inzaghi, ha decisamente cambiato il corso della stagione. I felsinei sono passati dall’incubo della retrocessione, a giocarsi il decimo posto in queste ultime quattro gare da qui a fine campionato. 37 punti all’attivo, l’obiettivo (con quattro punti da recuperare al Sassuolo) non è però per nulla semplice. Il calendario poi va decifrato. Lunedì prossimo posticipo casalingo contro un Milan in corsa per la Champions, quindi l’eventuale scontro diretto al Dall’Ara col Parma e due gare sulla carta da zero punti contro Lazio e Napoli. Tuttavia il Bologna è stato capace di vincere (come in casa dell’Inter) in campi difficili e tutto può ancora accadere.

PARMA.  Come i cugini emiliani, anche quelli ducali sono attestati a quota 37 punti a -4 dal Sassuolo. La matematica tiene in gioco la squadra di D’Aversa, meno il calendario delle ultime quattro partite da affrontare, anche se giocare domenica contro una Sampdoria fuori dal discorso Europa League, potrebbe essere un vantaggio. Ma sono le ultime tre partite, almeno sulla carta, a nascondere le insidie. Bruno Alves e compagni se la vedranno infatti nello scontro diretto sul terreno di gioco del Bologna, quindi ospiteranno la Fiorentina in un latro faccia  a faccia per il decimo posto, prima di chiudere la stagione all’Olimpico contro una Roma che potrebbe avere l’obbligo di vincere per puntare ancora ad un posto in Champions.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo
Paolo
1 anno fa

da casteddaio sfegatato non posso che augurarmi il decimo posto per il cagliari ma sarà difficile

FRANCO D.
FRANCO D.
1 anno fa

Se si gioca come contro la Roma,sara’ molto difficile…..

Ea
Ea
1 anno fa

Volendo crederci:
Il Sassuolo dopo il Frosinone potrebbe arrivare a 44,poi ne ha 3 difficili.
Il Cagliari per il Calendario deve temere più la Fiorentina in grado di arrivare a 47.
Se puntano i 48 finiamo decimi ma potrebbero bastare 47,con i Viola siamo avanti negli scontri diretti.
Battere Lazio e Udinese e uscire con minimo un pari da Marassi e siamo in corsa. Se si pareggiasse col Napoli sarebbe oro: 48

PaoloS
PaoloS
1 anno fa

È più probabile che Cragno segni di rimessa un gol nella porta avversaria che il Cagliari chiuda decimo il campionato nonostante ci siano ancora 12 punti disponibili…. Ma io essendo tifosissimo della mia squadra voglio sperarci sino all’ultimo. ??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

ancora non sono salvi e pernsano al 10 posto

Mister RB
Mister RB
1 anno fa

L’Empoli deve vincerne 4 e noi dobbiamo perderle tutte. Abbiamo 11 punti di vantaggio. Cugurra.

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Grandissimo Herrera!!! Garra uruguagia, cuore rossoblu."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "Ricordo quel grande Cagliari seppur 12enne...È stato la colonna sonora della mia crescita e della mia vita. Ancora oggi ripenso alla immensa fortuna..."
Tiddia

Mario Tiddia

Ultimo commento: "Un 6 posto grandioso che purtroppo non fruttò la qualificazione Uefa perché all'epoca avevamo solo 2 squadre qualificate se non sbaglio..."

Massimiliano Cappioli

Ultimo commento: "Non dimenticherò mai le sue lacrime durante il suo ultimo giro di campo. Grande Cappio"

Carmine Longo

Ultimo commento: "È vero, Arrica è stato il più grande ma venne favorito da Angelo Moratti che foraggiava il Cagliari affinché Riva non andasse alla Juve. Gran..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti