Resta in contatto

News

Le gare del pomeriggio: la Sampdoria batte 2-0 il Genoa nel derby, Fiorentina-Bologna 0-0

Reti bianche anche tra Sassuolo e Parma con Ceravolo che si fa parare nel primo tempo un rigore da Consigli. Comincia con un pari il Montella bis

Non sono mancati gol ed emozioni nei tre incontri giocati alle 15, validi per il trentaduesimo turno della Serie A. Già ieri, nei primi tre anticipi,  c’erano stati il successo a sorpresa della Spal per 2-1 sulla Juventus e l’1-0 di Roma e Milan, importanti per la qualificazione alla Champions League della prossima stagione, ai danni di Udinese e Lazio, mentre alle 12.30 un Cagliari (che ha chiuso in 9 contro 10) ha imposto con merito il pareggio al Torino. Queste le nostre sintesi dei match del pomeriggio, in attesa di Chievo VeronaNapoli (ore 18) FrosinoneInter, ore 20.30 e della gara di domani, sempre alle 20.30, tra Atalanta e Empoli.

SAMPDORIA-GENOA 2-0.  I rossoblù (oggi ospiti) ad un passo dalla rete dopo appena 1’ con Kouame, che dal limite dell’area fa partire un sinistro a giro sul secondo palo, col pallone che termina al lato di pochissimo. L’1-0 al 3’ lo sigla invece la compagine blucerchiata con Defrel, il quale mette alle spalle di Radu, la sua conclusione con il sinistro. Al 20’ Genoa vicino al pareggio con il bolide di sinistro da parte di Veloso, che grazia Audero. Otto minuti dopo splendido assist di Murru per Praett, il quale ci prova senza fortuna con il destro al volo, che si perde sull’esterno della rete. Al 36’Biraschi nega il 2-0 ai padroni di casa intervenendo all’ultimo istante in scivolata davanti alla sua porta, sul rimpallo fortunoso che aveva portato Quagliarella al tiro.   Veloso (40’) fa partire un sinistro dal limite, ce Audero respinge in angolo, salvando la sua porta.

Al 5’ della ripresa braccio largo di Biraschi (espulso) nel tentativo di ostacolare Defrel. Calvarese indica il dischetto e dal Var Orsato conferma la decisione del collega in campo.  Dal dischetto (8’) Quagliarella non sbaglia e spiazza Radu per il 2-0. Al 25’ Anderson per poco non riapre la sfida con un autogol su tiro di Pandev, mentre un minuto prima Audero aveva allontanato con i pugni il tentativo di realizzare, da parte di Criscito. Nel finale (47’) Radu nega a Quagliarella la gioia del 3-0.

FIORENTINA-BOLOGNA 0-0. Cerca subito il vantaggio al squadra di Montella (al ritorno in panchina dopo quasi 4 anni al posto del dimissionario Pioli) e al 10’ quasi lo trova con Simeone, il quale costringe Skorupski alla parata  a terra. Il portiere dei felsinei al 18’ prima perde il pallone sul tiro di Dabo, poi lo recupera prima che arrivino guai seri. Al 40’, sulla prima vera occasione capitata alla squadra di Mihajlovic, per poco Lafont non viene trafitto dal tentativo di Orsolini su cross da parte di Dijks. Al 6’ della ripresa (con la pioggia battente sul Franchi) Chiesa sfiora il vantaggio. Col passare dei minuti solo Fiorentina a fare la partita con pressione alla ricerca del gol che aumenta, come conferma il salvataggio di Skorupski su Muriel al 19’, con una respinta decisiva per evitare la rete. Al 29’palo dei viola con il destro a giro dalla distanza del colombiano, che grazia gli avversari. Lafont strepitoso quando esce fuori dall’area senza commettere fallo sul contropiede del Bologna con Santander, poi recupera e salva in angolo sul tiro sul sinistro di Orsolini. Alla fine al franchi è 0-0. Per Montella, un pareggio al suo ritorno in panchina, mentre il Bologna porta a casa un pareggio importante per la sua salvezza.

SASSUOLO-PARMA 0-0. Padroni di casa al 5’ in gol con Matri, ma tutto vano, perché l’arbitro Piccinini (su segnalazione del Var) annulla per posizione irregolare dell’attaccante ex Cagliari e Juventus. Al 13’ sfortunato Boga, il cui tiro col collo interno a giro verso il secondo palo, trova la respinta di Sepe, mentre lo stesso attaccante ex Chelsea non può gioire alla mezz’ora, quando la sua conclusione cozza sul palo, a Sepe battuto. Alla sua prima occasione del match la squadra di DAversa ha l’occasione di andare in vantaggio: Bourabia ferma in modo falloso e rischioso Barillà e il direttore di gara indica il dischetto dopo essere stato richiamato dai colleghi al var, a visionare il monitor. Ceravolo però (dopo 4’ di attesa) dagli undici metri si fa parare il rigore da Consigli.

Il secondo tempo si apre (4’) con la chance sciupata da Peluso, il quale spizza di testa ma trova il portiere del Parma ad una parata fondamentale per evitare lo svantaggio.  Al 12’ occasione anche per Berardi, ma Sepe è reattivo e salva tutto allontanando la sfera con i piedi. Al 19’ invece Ferrari sfiora il palo con un colpo di testa quasi perfetto. Al 27’ è Matri a sfiorare la rete, anticipato all’ultimo istante in angolo da Gagliolo, su imbeccata dal fondo da parte di Lirola.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Moi e amarugi se avessero avuto gli introiti TV come questo non si sa chi la spunterebbe a prendere la palma del peggiore"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News