Resta in contatto

News

Serie A: l’Udinese batte 3-2 l’Empoli e fa suo lo scontro diretto, Frosinone corsaro 1-0 sulla Fiorentina

Tre punti d’oro per i friulani ai danni dei toscani e tre della speranza per una salvezza obiettivamente ancora difficile per la squadra di Baroni

Dopo gli anticipi di ieri, che hanno visto il pareggio per 0-0 tra Parma e Torino e i successi della Juventus sul Milan e della Roma corsara 1-0 a Genova sulla Sampdoria, altre due partite si sono disputate in attesa dei quattro posticipi della trentunesima giornata. Le nostre sintesi:

FIORENTINA-FROSINONE 0-1. I laziali di Baroni bissano il 2-1 sul Parma ottenuto mercoledì, imponendosi al Franchi 1-0 con la rete siglata al 39′ della ripresa da Ciofani. Un gol fondamentale per i ciociari, arrivato dopo alcune occasioni fallite (su tutte quelle di Goldaniga al 24′ e Paganini alla mezzora) nel momento migliore della Fiorentina, grazie ad contropiede innescato da Pinamonti che serve l’attaccante ciociaro, che in girata manda al bar Pezzella e fulmina Lafont sull’altro palo. Applausi al Frosinone e fischi copiosi dai tifosi di casa alla Fiorentina che, va riconosciuto, non ha certo giocato male: anzi. I viola in classifica restano fermi a quota 39 punti, mentre i laziali salgono a quota 23.

UDINESE-EMPOLI 3-2. Anche alla Dacia Arena, come su tutti gli altri campi, 1′ di silenzio per omaggiare le vittime del terremoto di L’Aquila, verificatosi esattamente dieci anni fa. Al 6′ ospiti ad un passo dalla rete ne con Farias, il quale si trova la respinta di Musso al suo diagonale, pronto ad insaccarsi. Botta e riposta tra le due squadre nel giro di 4′. Toscani in vantaggio (11′) con Caputo, che batte il portiere di casa con un destro ad incrociare sul suggerimento di Krunic. A tornare in vantaggio al 24′ è però l’Empoli con Krunic, bravissimo sul filo del fuorigioco a battere Musso con un piatto destro che va a morire all’angolino sul secondo palo, dopo l’ottimo assist di Farias. Squadre al riposo con i friulani avanti 3-2, effetto della marcatura di Mandragora che batte Dragowski (che tocca ma non trattiene la sfera) con un bel sinistro che si infila all’angolino.

Nel secondo tempo (11′) Opoku vicinissimo al 4-2 con la battuta col destro alta di poco sopra la traversa, mentre un minuto dopo intervento provvidenziale di Stryger Larsen su Caputo pronto ad appoggiare la palla in rete. Insistono gli ospiti, ad un passo dal 3-3 al 16′ con Antonelli che fa partire un sinistro rasoterra a botta sicura, Musso è assolutamente strepitoso, opponendosi con i piedi. Gara intesa, con Fofana che colpisce il palo esterno a porta vuota al 25′. Da segnalare Udinese in 10 dal 18′: espulso per doppia ammonizione Zeegelaar. Non molla l’Empoli, che si riversa verso la porta avversaria, non trovando il 3-3 con Di Lorenzo al 31′, Traorè al 31′ e il neo entrato Mchedlidze al 33′, ma alla fine perde 3-2, complicando la sua strada versa la salvezza. Vola invece con Tudor in panchina.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News