Resta in contatto

News

Andata semifinale Coppa Italia: spettacolo al Franchi nel 3-3 tra Fiorentina e Atalanta

Tutto aperto in vista del ritorno fissato ad Aprile a Bergamo tra le squadre di Pioli e Gasperini che non si sono certo risparmiate per oltre i 90′ di gara

Grande serata la Franchi tra Fiorentina e Atalanta, nella sfida d’andata della semifinale di Coppa Italia. Dopo lo 0-0 di ieri a Roma tra Lazio e Milan, stasera le emozioni non sono certo mancate in particolare fin dai quattro gol del primo tempo. In avvio la squadra di Gasperini gioca meglio, sfiora la rete dopo 11’ con Ilicic dal limite dell’area, che non arriva per miracolo di Lafont con un riflesso pazzesco, poi va in vantaggio al 16’con un contropiede da parte proprio di Ilicic che serve in area Gomez, il quale supera il portiere dei viola in uscita con un tocco morbido. L’undici di Pioli accusa il colpo e, neanche 120 secondi dopo subisce lo 0-2 grazie alla marcatura di Pasalic, dopo un fraseggio con Ilicic.

RISCOSSA VIOLA. I bergamaschi puntano ad addormentare la gara e ci riescono fino al 33’, ovvero quando la compagine di casa (complice un brutto errore di Palomino) riapre i giochi con Chiesa, bravo a depositare in rete il pallone con un destro di grande precisione sull’uscita di Berisha. Tre minuti dopo contesa sul 2-2: girata di prima intenzione di Benassi e il portiere ospite in pochi minuti non può fare altro che raccogliere il pallone dal sacco per la seconda volta. In apertura di secondo tempo i padroni di casa spingono alla ricerca del vantaggio, che quasi ottengono (9’) con il colpo di testa di Vitor Hugo, che però non insacca la sfera.

ALTRO BOTTA E RISPOSTA. A siglare è invece De Roon al 13’ che riporta l’Atalanta avanti 3-2, complice anche il non perfetto intervento di Lafont, sfortunato anche nella successiva lieve deviazione di Chiesa, che lo mette fuori causa con pallone che si infila all’incrocio dei pali.  Al 33’ Atalanta nuovamente raggiunta. A marcare la rete del 3-3 è  il colombiano che deve solo depositare il pallone nel sacco sul perfetto assist di Chiesa, con il mancino. Infine in pieno recupero (48’) Atalanta ad un soffio dal 4-3 con il colpo di testa di Hateboer che colpisce la traversa. Finisce 3-3. Ritorno a Bergamo il 24 aprile.

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "A C A S I N U G I U L I N I VA T T E N E"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News