Resta in contatto

Approfondimenti

Dov’è finito Filip Bradaric?

Dopo un ottimo avvio di stagione, Bradaric sembra essersi perso nella mediocrità di opache prestazioni. Ma il Cagliari, per rilanciarsi, ha bisogno del regista croato.

ASPETTATIVE. “Direttamente dalla Russia, dove con la sua Croazia è arrivato fino alla finale del Mondiale, ecco a voi il vice Campione del Mondo Filip Bradaric”. Una presentazione che anche solo così basterebbe per dare grandi aspettative nei confronti del regista acquistato dal rossoblù nel mercato estivo.

SUBITO TITOLARE. Il vice-Modric dei croati è arrivato in Sardegna con gli occhi addosso. E non ha avuto paura di tenerseli: piedi buoni, intelligenza tattica, calma e serenità nella gestione del pallone ma anche buone capacità d’interdizione, gli hanno permesso di guadagnarsi e mantenere il posto come regista titolare dei rossoblù. Con Luca Cigarini, già dalla seconda di campionato, costretto alla panchina.

CHI L’HA VISTO? Poi, il blackout. Il contraccolpo delle fatiche estive in Russia, problemi d’ambientamento, semplici picchi di discesa in una normale alternanza di alti e bassi. Forse tutto questo, forse solo alcuni di tali motivi. Fatto sta che il Filip Bradaric conosciuto nella prima parte di stagione sembra essersi perso, sparito, scomparso.

MEDIE VOTO. Travolto dalle insicurezze post Juve, con l’autogol e il quasi rigore procurato, non è riuscito più a riprendersi. Tanto che, da una media voto di 6,2 nelle prime nove partite disputate, il regista classe ’92 è passato a incatenare dopo la gara all’Allianz Stadium solo un 4,5, un 5,5 e un 5 (sv nella gara contro il Torino – fonte: La Gazzetta dello Sport).

DISCESA VERTIGINOSA. Un’involuzione che fa paura e che proprio contro i granata Maran aveva provato a risolvere concedendo un turno di riposo al numero 6 rossoblù. Ma anche contro il Frosinone è arrivata una prestazione opaca, lontana dalla brillantezza mostrata dal Bradaric appena sbarcato nell’isola.

CAGLIARI NEEDS FILIP. Dov’è finito Filip Bradaric? È il momento che torni in campo. E torni se stesso. Specie dopo che con l’infortunio del Pata Castro il tasso di qualità a centrocampo è sceso vertiginosamente, deve essere lui a tenere le fila della manovra rossoblù. Il talento ammirato nelle prime gare va riscoperto e ritrovato. Il Cagliari ha bisogno di Filip.

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "Campionato di serie B (vergognatevi) Ediz. 2022-23 - Portieri:BraccioFerro-Bruto-Pluto-Olivio..."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "ai sapientoni del calcio teorico indichiamo i seguenti dati reali: Cerri anni 26 presenze fra A e B 190 con 35 goal... Brunori anni 28 presenze fra..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti