Resta in contatto

News

Posticipo: il Milan sbanca il Mapei Stadium battendo 4-1 il Sassuolo

Prova importante per i rossoneri che si impongono sul campo di una delle squadre più in forma del campionato. Determinante Suso al gol dopo 1737 minuti

Il Milan dimentica il pareggio di giovedì scorso al Castellani contro l’Empoli e quello di domenica scorsa in casa con l’Atalanta, imponendosi 4-1 al Mapei Stadium contro un Sassuolo partito con il morale mille per la posizione di classifica e la possibilità di issarsi addirittura al secondo posto dietro la Juventus e davanti al Napoli.

La partenza degli emiliani è forte con tanto pressing. Tuttavia al 4’ l’undici di De Zerbi, riceve però un’avvisaglia importante dai rossoneri col palo colpito da Suso con destro potente. Nonostante questo Gattuso non è per nulla soddisfatto e ricorre a una modifica con Calhanoglu che va a fare il falso nueve mentre Castillejo è spostato sulla sinistra. Al 24’ Kessiè sfiora il vantaggio dopo essersi trovato a tu per tu , con Consigli, ma Lirola salva sulla linea.

MILAN AVANTI. Gara comunque apertissima tra due squadre che non vogliono lasciare nulla di intentato. Al 31’ Donnarumma nega la rete a Di Francesco respingendo la conclusione con una gamba. Due minuti dopo lo stesso Di Francesco manca un’altra chance. Il Milan colpisce al 39’. Lo fa, profittando di un errore difensivo degli emiliani che permettono a Kessiè stavolta di superare il portiere nero verde con un mancino perfetto che si insacca rasoterra. Squadre al riposo senza recupero.

SUSO RITROVA IL GOL POI CASTILLEJO CALA IL TRIS.  Lo spagnolo raddoppia e fa respirare il Milan. Dopo il gol realizzato al 4’ con un tiro a giro di sinistro  che si insacca, corre ad abbracciare Gattuso, festeggiando dopo 1737 minuti senza siglare.  I rossoneri orano giocano sul velluto mentre il Sassuolo ha accusato il colpo. Dopo essersi salvata dal terzo gol (11’) sempre su tiro di Suso, la squadra emiliana lo subisce al 18’ da Castellejo con una splendida conclusione da fuori area che si insacca sul secondo palo.

Nonostante il passivo di tre reti la squadra di De Zerbi non vuole alzare bandiera bianca e va in rete al 23’ grazie a Djuricic che piazza la palla sul primo palo. Vane le proteste del Milan che voleva un fallo di Boateng su Romagnoli. Arbitro e VAR concedono la rete.  Gattuso capisce che è fondamentale non abbassare la guardia. Al 32’ si copre togliendo Calhanoglu e inserendo Laxalt.   Continua la pressione del Sassuolo che si stabilizza nella metà campo milanista alla ricerca della seconda rete spronato dai continui incitamenti del suo tecnico.

Concessi tre minuti di recupero da Giacomelli, nel secondo dei quali Suso si conquista una punizione interessante poco fuori area. Il gol arriva da una ribattuta. Inizialmente sembra sia annullato per fuorigioco di Cutrone. La VAR invece ritiene tutto regolare e concede il quarto gol al Milan.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Tutte cose di cui è dotata questa società di peracottari. Mettiamoci a ridere che è meglio va."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News