Resta in contatto

Approfondimenti

Quelle magiche serate contro il Milan…

Da anni ormai Cagliari-Milan è sinonimo di spettacolo, in campo e fuori. Nelle ultime stagioni il Cagliari ha dato il meglio di sé contro i rossoneri e anche domenica scorsa ha continuato la sua tradizione.

UNA BATTAGLIA STORICA. Da sempre, uno spettacolo. Rossoblù contro rossoneri. Una sfida epica, che da sempre, sin dagli anni ’70, ’80 e soprattutto ’90, ha significato una serata magica per i colori rossoblù. Negli ultimi anni la tradizione si è consolidata, con il Cagliari che avuto, nelle ultime quattro stagioni in Serie A, proprio contro il Milan la miglior gara del suo campionato.

IBARBO E BONAVENTURA.  Tutto comincia già nell’era Zeman, nona giornata del campionato 2014-2015. Spettacolo al Sant’Elia, dove lo stadio gremito colora di rosso e blu l’ingresso in campo delle due squadre. La squadra inizia bene e comincia all’attacco contro i rossoneri: il gol arriva presto. La sblocca Ibarbo con un colpo di testa su assist perfetto di Cossu dalla sinistra. Gran gol del colombiano che esulta sotto la Sud facendo impazzire lo stadio. Il Cagliari continua la sua ottima partita e i tifosi cominciano a sperare possa diventare realtà il sogno di battere il Diavolo. Sogno che, tuttavia, verrà amaramente spezzato pochi minuti dopo, con il tiro beffardo di Bonaventura che si insacca alle spalle di Cragno. Pari e patta. Con il Cagliari che per tutta la partita esprimerà un gran bel gioco, che non sarà sufficiente tuttavia nel corso della stagione per evitare la retrocessione.

PISACANE EROE PER UN GIORNO. The Last Match, 2016-2017. Allo Stadio Sant’Elia si celebra la fine di un mito, quello di uno stadio glorioso che dagli anni ’70 ha regalato centinaia di gioie sfrenate, ma anche amare delusioni, ai tifosi rossoblù. Ma l’epilogo non poteva che essere magico. Ultima giornata del campionato: un Cagliari già salvo vuole solo la bella figura contro un Milan all’ennesimo tentativo di rinascita, durante anni turbolenti. La gara è pazzesca: Joao Pedro insacca al minuto 17, Crosta (ex giovanili rossonere, esordiente in Serie A a diciannove anni) si permette il lusso di parare uno storico rigore a Bacca regalandosi una grande gioia condivisa con lo stadio, la cui storia durerà ancora solo pochi minuti. Il Sant’Elia si congeda dunque, non prima di aver regalato un finale da romanzo: pareggia Lapadula al ’72, ma serve solo a regalare a Pisacane una delle gioie più belle della sua drammatica e incredibile vita: un gol al 93′ che chiude l’ultima gara della sua prima stagione in Serie A. E con essa la storia eterna dello stadio cagliaritano.

FANNO TUTTO BARELLA E KESSIE. Emozioni anche alla Sardegna Arena, nel 2016-2017, dove sono protagonisti della gara Barella e Kessie. Il Cagliari si porta avanti proprio con il numero 22 rossoblù, che la sblocca all’ottavo con un destro che batte Donnarumma. Il Cagliari gioca bene e sembra possa essere la svolta nella stagione del Cagliari e di López, alla guida dei rossoblù. Ma Kessie cambia il destino dei sardi. La doppietta dell’ivoriano a fine primo tempo capovolge la gara e regala a Gattuso la gioia della vittoria. Finale nervoso, con i rossi per R. Rodriguez e Barella. E Cagliari che, all’ennesima delusione, finirà malissimo la stagione, raggiungendo la salvezza solo all’ultima giornata.

ULTIMO EPISODIO. Non è stato da meno anche l’ultimo Cagliari-Milan. Inizio di gara da urlo del Cagliari, che nei primi 15 minuti mette in imbarazzo la difesa del Milan. L’intero fronte offensivo inizia a mille la gara. Il palo folle di Pavoletti, il gol di Joao Pedro e quel calcio al pallone che va oltre lo stadio e che sa di liberazione, il tiro di Barella a un millimetro dalla gloria, la beffa di Higuain che conta poco e un pubblico, quello rossoblù, che sempre e comunque contro il Milan esplode in una gioia e in un accompagnamento alla prestazione squadra in campo che sa quasi di magia. Tutto questo, insomma, è però solo storia recente e materiale da ricordare per il prossimo, avvincente, Cagliari-Milan…

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Si vergogni sindaco e amministrazione di cagliari che fanno giocare la squadra ds 17 anni in uno stadio prefabbricato"

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti