Resta in contatto

News

La Spal regola all’inglese l’Atalanta: il posticipo finisce 2-0

Gara sontuosa per la squadra di Semplici nella sfida che ha concluso la quinta giornata del massimo campionato. Protagonista con una doppietta l’ex Petagna

C’è anche la Spal in alta classifica dopo il 2-0 inflitto stasera nel posticipo del quinto turno ad una brutta Atalanta. I ferrarresi, grazie alla doppietta messa a segno dall’ex Petagna, agganciano il Napoli a quota 9 punti a -3 dalla Juventus e mettono in cassaforte altri punti preziosi in chiave salvezza. Eppure il primo tempo si è chiuso a reti bianche, con Gollini protagonista al 23’ di una splendida parata in allungo sull’atteso ex Petagna. Nella circostanza Fares in scivolata non riesce a ribadire la sfera in rete.

Sugli sviluppi di un angolo Felipe non aggancia la sfera e la squadra di Gasperini si salva di nuovo. Da segnalare al 38’ l’uscita di Rigoni (protagonista alcune settimane fa in casa della Roma) in serata no. Al suo posto l’ex Palermo, Ilicic. Sicuramente dall’Atalanta ci si aspettava di più. Curiosità: in queste prime quattro giornate di campionato la Spal ha sempre chiuso la prima frazione di gioco sullo 0-0.

PETAGNA SEGNA AL SUO RECENTE PASSATO. Al 4’ della ripresa padroni di casa in vantaggio con l’attaccante lo scorso anno in nerazzurro. Il suo tap-in è vincente dopo un’altra super parata di Gollini sulla conclusione  potente di testa di Felipe sulla punizione battuta da Lazzari. Momento positivo per gli emiliani di Semplici, che raddoppiano al minuto 11 ancora con un gol siglato da Petragna che raccoglie la girata di testa da parte di Schiattarella, che segna col mancino, complice la deviazione di Toloi.

Atalanta fuori dal match al Mazza. Mai un tiro in porta per oltre un’ora di gioco, e che per poco non subisce il terzo gol al 19’ sul sinistro dellex Hellas Verona Fares,  il quale si vede impedita la gioia di festeggiare solo per un ennesimo intervento provvidenziale di Gollini. Primo tiro in porta dei bergamaschi arriva solo al 34’, con la girata di Masiello, che termina fuori di poco. In pieno recupero Ilicic sfiora il gol su punizione, con palla fuori di poco.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Io ci vedo Bernardo Mereu....."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"Bonimba", uno dei più forti attaccanti rossoblu

Roberto Boninsegna

Altro da News