Resta in contatto

News

Posticipo Serie A. Tutto facile per la Roma: Lecce battuto 4-0

Assurdo episodio a poche ore dal match. Scontri tra tifosi salentini e del Bari con tanto di furgoni a fuoco. I due club condannano quanto accaduto

Per fortuna c’è il calcio giocato, che regala emozioni, come il 4-0 della Roma sul Lecce che riporta il sorriso anche in campionato per i capitolini. Infatti non bastava il Coronavirus che sta allarmando l’Italia, con tanto di partite di Serie A (oltre ad altri eventi annullati) che,  in un periodo come questo la stupidità di certe persone, non ha limiti. Dei tifosi del Lecce, che andavano a Roma per la partita e del Bari diretti a Cava dei Tirreni, si sono incontrati causalmente a Candela all’altezza dell’area di servizio Ofanto Nord. I momenti di tensione sono stati davvero forti, con tanto di mezzi bruciati.

LA PARTITA. Tornando giustamente alla partita, la sfida tra le due squadre dai colori sociali giallorossi è sbloccata dai padroni di casa al 13’ con Under che, con un preciso sinistro sul secondo palo sigla, sul suggerimento di Mkhitaryan abile nel rubare palla a Petriccione. Al 25’ intervento coi pugni di Vigorito ad anticipare Cristante. Due minuti dopo Dzeko prova a sorprendere senza riuscirci, il portiere avversario. Al 30’ Pellegrini fa partire un destro di prima intenzione, palla fuori non di molto. La squadra di Liverani sfiora il pareggio con Majer, che entra in area cercando il destro sul secondo palo, ma non fa i conti con Smalling che salva tutto. Nel rovesciamento opposto (37’) arriva il 2-0 dell’undici di Fonseca con Mkhitaryan, che profitta di un’uscita non da ricordare di Vigorito e lo batte facendo passare il pallone in mezzo alle gambe del portiere di Macomer. Contendenti all’intervallo dopo 1’ di recupero, concesso da Giacomelli.

Forte del doppio vantaggio Pau Lopez e compagni controllano agevolmente il match, anche perché i pugliesi pur proponendosi in avanti, non sono mai pericolosi nella ripresa e subiscono il 3-0 al 25’ con Dzeko, prima annullato da Giacomelli in campo e convalidato da Mazzoleni al Var. Tre minuti dopo, il neo entrato Perez fa partire il tiro di prima intenzione col piede sinistro, pallone che sfiora il palo e termina fuori. Il 4-0 al 35 lo segna Kolarov, a sigillare una gara perfetta della sua squadra attesa giovedì al ritorno degli ottavi di Europa League a Gent e domenica alle 18 alla Sardegna Arena dal Cagliari.

 

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Sandro
Sandro
5 mesi fa

Meno male non si è giocato…altrimenti 4 pere le beccavamo anche noi…Altro che il Lecce e DEIOLA

Simone
Simone
5 mesi fa

Che partita deiola….nessuno lo dice oggi dopo un 4-0….?
E castro peggiore in campo???
Ah dimenticavo Ceter,partitone anche oggi,peccato ancora fermo a 1 goal in totale….
Oggi pochi rimpianti eh?

Fabrizio
Fabrizio
5 mesi fa

A tratti si è visto un buon Lecce, propositivo .
Non male Deiola, che può far meglio .
Si vede che Liverani crede in lui, l’ha tenuto in campo per tutta la gara, nonostante due cambi a centrocampo .
Ha giocato da mezzala e per una parte della gara regista basso .
Si farà una buona esperienza, tornerà a Cagliari più maturo e ci sarà utilissimo, spero da titolare .
Forza Cagliari Sempre !

Ludo
Ludo
5 mesi fa
Reply to  Fabrizio

Perché vuoi titolare deiola, quando il Cagliari ha Rog, Nandez, Pereiro, Pedro, Naingollan, Ionita, Cigarini, Oliva. Di tutti i reparti, il centrocampo è l’unico che va bene, e vuoi rovinarlo? 🙂

Gigino
Gigino
5 mesi fa
Reply to  Ludo

È colpa del-corona vairus-…….
impedisce di ragionare… in alcuni casi

Fabrizio
Fabrizio
5 mesi fa
Reply to  Ludo

Ludo, Nandez probabilmente verrà venduto ( il ricavato almeno in parte servirà a rifondare la difesa ), Nainggolan molto probabilmente andrà via.
Pedro ( se è JP, è un trequartista/seconda punta ) e Pereiro ( è un trequartista ) hanno ruoli diversi da Deiola che è una mezzala ( a Lecce impiegato anche come regista basso ).
Insomma, non si può fare di tutta l’erba un fascio .
Forza Cagliari Sempre !

I Miti rossoblu

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

Advertisement
Advertisement

Josè Oscar Herrera

Ultimo commento: "Un gran signore. Un artista nel suo ruolo. Come Francescoli e Fonseca."

Gigi Riva

Ultimo commento: "Oggi che ho una certa età, la figura di Riva per me rappresenta il ricordo di un'infanzia vissuta di pari passo con una squadra di calcio che ti..."

Giampietro Piovani

Ultimo commento: "Cosa de maccusu, anche io volevo parlare di Piovani."

Mario Brugnera

Ultimo commento: "

Ops dal Carbonia😉

"

Carmine Longo

Ultimo commento: "Fu un grande Ds. Onore a Carmine Longo."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da News