Resta in contatto

News

Il Napoli soffre ma batte 1-0 la Fiorentina nel secondo anticipo di giornata

Gara difficile per i padroni di casa in un San Paolo mezzo vuoto merito di una bella gara giocata dai viola di Pioli. Decisiva la rete siglata di Insigne

La Fiorentina merita gli applausi per quanto fatto vedere al San Paolo nel secondo anticipo di questa quarta giornata del massimo campionato, iniziata col botto per via dell’impresa del Parma impostasi 1-0 in casa dell’Inter, ma i tre punti vanno al Napoli. I partenopei si impongono di misura, grazie alla marcatura del secondo tempo, opera di Insigne.

LA GARA. Entrambi i tecnici cambiano portieri rispetto alla precedente giornata di campionato. Ancelotti si affida a Karnezis al posto di Ospina, Pioli, che non può avere l’infortunato Lafont  schiera Dragowski. Prima azione da rete dopo 11’. La costruiscono i viola col destro potente di Eysseric, con il portiere del Napoli che alza il pallone sopra la traversa.

Risposta partenopea con l’interno destro di Insigne che sfiora la rete al 20’. Nella circostanza bella la giocata rasoterra sul vertice sinistro di Zielinski per il compagno. Col passare dei minuti i ritmi non sono alti. Le due squadre si propongono ma i portieri avversari non sono mai impegnati. Al 38’ tiro a giro improvviso di Chiesa (che profitta di un errore di Allan) palla di pochissimo fuori alla sinistra di Karnezis. Squadre al riposo senza recupero.

Al 10’ grande chance per Mertens, il quale fa partire un destro potente, che grazia Dragowski. Un attimo dopo il belga lascia il posto (anche in previsione gara di Champions) al più fresco Milik. Ancora fortunato, ma anche bravo l’estremo difensore viola, che respinge in angolo (16’) la battuta diretta al sette alla sua sinistra, deviata involontariamente dal suo compagno di squadra Milenkovic nel tentativo di anticipare Insigne.

INSIGNE INSACCA. Insiste la squadra di casa che pressa nella propria area la Fiorentina e costruisce un’altra occasione con Zielinski, il quale al 18’lascia sul posto tre avversari, si accentra e fa partire una botta col sinistro, comunque abbondantemente fuori. Un minuto dopo destro di Insigne, sfera sull’esterno della rete. Poco fortunato al 26’l’attaccante,  imbeccato dallex Empoli Mario Rui, cerca la battuta vincente senza successo, sul primo calo e la gara resta ancora senza reti.

Il Napoli sblocca la partita al 34’ e lo fa con la qualità e la tecnica impressionante di Insigne, il quale batte Dragowski dopo aver ricevuto palla da Milik, incrociato il pallone col destro. Non al meglio il numero 24 lascia il posto a Rog. Al 45’ strepitosa uscita del portiere della squadra di Pioli che dice no al tiro potente di Zielinski dopo un controllo col petto nell’ultima azione della partita. In attesa di JuventusSassuolo, in programma domani pomeriggio, il Napoli aggancia i bianconeri in vetta a quota 9 punti.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "A tutti i tifosi che voglio la cessione della società, continuate cosi, lamentatevi su calciocasteddu, non perdete neppure un articolo, vedrete che..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News