Resta in contatto

News

ESCLUSIVA – Tovalieri: “Pavoletti gran bel giocatore, Atalanta squadra temibile”

In vista di Atalanta-Cagliari abbiamo sentito in esclusiva per voi un grandissimo doppio ex, Sandro Tovalieri, indimenticato bomber degli anni ’80 e ’90.

IL COBRA. Tra i grandi bomber della storia rossoblù non si può non menzionare Sandro Tovalieri, attaccante di Pomezia classe 1965 con oltre 150 reti tra i professionisti. Il “Cobra” ha la particolarità di essere uno di quei rari giocatori che non hanno avuto bisogno di una lunga militanza per entrare nel cuore dei tifosi sardi. Appena cinque mesi con la maglia del Cagliari, terminati con una dolorosa retrocessione ma conditi da 12 reti in sole 23 presenze. Quanto basta per essere ancora ricordato come uno dei migliori attaccanti degli ultimi vent’anni e non solo.

Lo abbiamo sentito in esclusiva per i lettori di CalcioCasteddu in vista di Atalanta-Cagliari, partita che Tovalieri seguirà da doppio ex:

1995, Coppa Italia. Il Cagliari perse 4-2 con l’Atalanta e due gol degli orobici li segnò Tovalieri. Che ricordi ha di quella partita?
“Una partita bellissima giocata in condizioni difficili, tirata fino alla fine. Abbiamo vinto noi con la soddisfazione di qualche gol. Sono partite che quando uno le gioca le ricorda sempre con piacere, soprattutto quando il risultato è positivo”.

A proposito di attaccanti, Leonardo Pavoletti sembra in gran forma, che ne pensa?
“È un gran bel giocatore, ha iniziato bene la stagione. Fisicamente forte, è bravo di testa e può far sponde per i compagni, porta su la squadra. È un giocatore che sicuramente negli undici del mister avrà sempre uno spazio importante e garantirà tanti gol per fare un campionato tranquillo”.

Di contro però le seconde punte Sau e Farias ancora faticano dopo la scorsa stagione non brillante. Come possono sbloccarsi?
“Le qualità sicuramente non si discutono. La condizione fisica nelle prime partite non è ancora ottimale per tutti, quindi ci vuole un po’ più di tempo anche se chi deve fare un campionato con traguardi diversi dalle big sicuramente fa una preparazione per cercare di accaparrare più punti possibili all’inizio. Però sono giocatori che hanno dimostrato il loro valore e quando saranno nelle condizioni giuste saranno importanti.

La partita col Sassuolo le è piaciuta?
“Il Cagliari è stato sfortunato, meritava ampiamente la vittoria dopo una prestazione sottotono nella prima partita a Empoli”.

Domenica l’Atalanta. Peserà l’eliminazione dall’Europa League?
“L’Atalanta è una squadra bellissima da diversi anni, Gasperini le ha dato un bel gioco. Cambiano giocatori, vendono qualcuno di importante e ne arrivano altri, danno spazio ai giovani. Un ambiente sereno e tranquillo che sta facendo ottimi risultati. Sicuramente c’è delusione perchè non meritavano l’esclusione dall’Europa League visto il cammino fatto. Si troveranno in una condizione fisica avanzata per aver fatto già diverse partite, si è visto anche contro la Roma nonostante il turnover”.

Che partita si aspetta?
“In casa l’Atalanta è una squadra temibile, avrà delusione per l’eliminazione ma con il calore dei tifosi la rabbia può trasformarsi in entusiasmo. Da una parte c’è la delusione ma dall’altra la possibilità di giocarsi un campionato con delle qualità importanti. Sarà una partita difficile ma il Cagliari darà filo da torcere perchè poi all’inizio del campionato le partite sono tutte equilibrate”.

Tornando a lei, attualmente in cosa è impegnato?
“Sto facendo un’esperienza in Puglia in una squadra dilettante dove alleno dei ragazzi e faccio il responsabile del Settore Giovanile. Mi è stato proposto di venire qui al Modugno, una squadra di Bari dove ho un legame particolare con la città. Sono contento di lavorare con i giovani dopo aver fatto un’esperienza bellissima con i ragazzi della Roma”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Secondo me Giulini pensa a Canzi......Puntualizzo, Giulini, non il sottoscritto....."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "Bravo, ma senza "garra"!"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."

Mazzarri, i lettori di CalcioCasteddu vogliono finire la stagione con il tecnico

Ultimo commento: "In ogni caso,ce la siamo scappati lo scorso anno, per il rotto della cuffia. La Salernitana, grazie a Nicola, provvidenziale il cambio,Colantuono è..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News