Resta in contatto

News

Moggi e l’aneddoto con l’ex rossoblù Zebina: “Mi chiese il rinnovo…”

In un’intervista fiume al Corriere dello Sport, l’ex dg della Juventus racconta alcuni retroscena del suo passato da dirigente in Serie A

CONFESSIONE. Sono passati ormai dodici anni da calciopoli e la vicenda continua a far discutere. Luciano Moggi è ancora oggi una delle figure più controverse del mondo del calcio, tra chi lo acclama come uno dei più grandi dirigenti della storia e chi lo accusa di ogni nefandezza occorsa nel mondo del pallone. Quel che è certo è il suo ruolo di primo piano nell’epoca d’oro del calcio italiano e la sua lunga esperienza dirigenziale. Oggi, in un’intervista al Corriere dello Sport, l’ex factotum bianconero si è raccontato a 360 gradi.

RINNOVO INDIGESTO. Tra gli aneddoti rivelati c’è un tentativo di rinnovo da parte di Jonathan Zebina, ex difensore del Cagliari poi passato alla Roma e infine arrivato alla corte di Moggi: Cazziatoni ai giocatori? Ne ricordo uno a Zebina. Dopo quattro mesi che stava alla Juve, infortunato, mi chiese un prolungamento di contratto e un aumento di stipendio, parlando male di Capello. L’avresti dovuto vedere come se ne andava correndo dalle scale”.

SU NAINGGOLAN. “Nainggolan bad boy? Io l’avrei raddrizzato. Montero mi diceva che per lui il giorno era la notte. Finchè il campo mi diceva che era uno dei migliori non mi importava. Quando si è sposato tornava a casa alle 8 di sera, ha smesso di giocare. Gli ho detto di tornare a frequentare i locali se no l’avrei cacciato”.

LA CESSIONE MORIERO. Moggi gestì anche un affare che riguardava un ex rossoblù per conto dell’Inter: “Prima di Calciopoli Moratti mi aveva preso all’Inter. Firmai il contratto. Mi chiese di dar via Moriero. Riuscì a venderlo al Middlesbrough, lasciai il merito a Mazzola. Il giorno dopo venni a sapere che avevano rinnovato il contratto a Moriero”.

VENTURA. “Uno scandalo. Doveva allenare la Lazio dopo la sparizione di Bielsa. Gli diedero la Nazionale dopo che Capello aveva rifiutato. Fu Lotito allora il vero factotum in Federazione, Tavecchio non sa nemmeno come è fatto un pallone”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Si vergogni sindaco e amministrazione di cagliari che fanno giocare la squadra ds 17 anni in uno stadio prefabbricato"

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News