Resta in contatto

News

Supercoppa europea all’Atletico Madrid: Real battuto 4-2

A Tallinn gara spettacolare tra la vincitrice della Champions e dell’Europa League: dopo il 2-2 dei tempi regolamentari tutto si decide ai supplementari

Il primo trofeo internazionale della nuova stagione lo solleva l’Atletico Madrid. A Tallin la squadra di Simeone (vista una settimana fa a Cagliari in amichevole) si impone 4-2, capitalizzando contro i cugini del Real gli episodi avuti con Diego Costa grande protagonista con una doppietta.

BOTTA E RIPOSTA IN 27’. Ed è proprio lui a segnare un gol lampo dopo appena 52” di gara, grazie al lungo lancio di Godin, che da posizione abbastanza defilata, beffa sul primo palo Navas. Il Real accusa il colpo e poi si ricompone. Al 18’ ci vuole la strepitosa parata di riflesso di Oblak sul colpo di tacco di Asensio, imbeccato da Marcelo, per evitare il pareggi, che gli uomini di Lopetegui ottengono al 27’.

A siglare è Benzema di testa, dopo aver agganciato il perfetto cross di Bale dalla destra, che ha fatto impazzire con due dribbling altrettanti avversari diretti. Nel finale della prima frazione entrambe le squadre hanno abbassato il ritmo della contesa, che ha avuto una prima mezz’ora forsennata.

RAMOS E CORREA. Al 12’ della ripresa Lopetegui si affida a Modric, il quale prende il posto di un Asensio in gran spolvero. Il pareggio ha cambiato la gara. A farla è infatti il Real Madrid, che al 17’ si guadagna il rigore per fallo di mano di Juanfran. Dal dischetto Sergio Ramos non lascia scampo a Oblak e piazza la sfera in rete con una conclusione bassa.

Atletico in difficoltà, con Griezmann mai in partita, e Simeone inserisce Correa il quale, riapre la gara al 33’ innescando Diego Costa che insacca il 2-2, complice anche un errore di Marcelo.  Nel Real Madrid dentro Vazquez per Isco. I campioni d’Europa cercano di evitare i supplementari, che arrivano dopo 3’ di recupero con il brivido, quando in piena area si avita ma perde la coordinazione per battere a rete.

EXTRA-TIME.  Non sono bastati 90’ più recupero per decidere la Supercoppa Europea tra le due squadre di Madrid a Tallinn. Avvio superiore del Real rispetto all’Atletico, che al minuto 8’ del primo tempo supplementare si porta in vantaggio, con la siglatura di Saul, che fa partire la conclusione che si infila all’incrocio dei pali dove Navas non può nulla, dopo un errore di Varane.

ALLUNGO ATLETICO. La squadra di Simeone è incredibile nello sfruttare gli episodi che capitano ai suoi giocatori. Il terzo gol regala infatti grande fiducia. Lopetegui toglie Kroos e inserisce Borja Mayoral, ma la sua compagine subisce il quarto gol al 13’: Diego Costa elude proprio il neo entrato e serve Koke, che infila il portiere avversario con un tocco morbido. Prima del cambio di campo Modric impegna Oblak, che neutralizza.

Nella ripresa l’Atletico controlla la partita senza particolari problemi, con Simeone che concede il palcoscenico a Diego Costa per i meritati applausi. Dopo 1’ di recupero parte la festa dei Cholconeros.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Il tutto parte da Giulini perché è lui che negli ultimi anni ha fatto il mercato e non il ds, dunque per me in primis al Cagliari manca il rispetto..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini comunque vada un tecnico giovane bravo e con tanta voglia di fare bene sia in A o B e col cuore ROSSOBLU"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News