Resta in contatto

Russia 2018

Mondiale, 1-0 al Belgio: Umtiti regala la finale alla Francia

Allo Zenit Arena San Pietroburgo la formazione di Deschamps batte di misura quella di Martinez al termine di una gara non facile con occasioni per entrambe

Eliminate Argentina agli ottavi e Uruguay ai quarti, la Francia fa fuori anche il Belgio e si guadagna la finale in programma a Mosca domenica alle 17 italiane, contro la vincente di Croazia-Inghilterra che si sfideranno domani sera. Decisiva la rete di Umtiti dopo 6’ della ripresa, nel momento migliore degli avversari. Che, dopo il 2-0 con l’Argentina (doppietta di Maradona) escono di scena in semifinale, come accadde  32 anni fa a  Messico ’86.

LA GARA. Pronti, via e subito (1’) transalpini in avanti con Mbappè che crossa per Griezmann, il quale viene intercettato non in modo semplice dalla difesa giallorossa. Col passare dei minuti sono Hazard e compagni a mantenere il possesso prolungato della sfera, anche se (12’)  sono ancora i francesi che si rendono pericolosi con Pogba che va via a Vertonghen, serva Mbappè che scatta in area, Courtois esce in presa bassa e salva i suoi.

ASSEDIO BELGIO. 16’: De Bruyne imbecca Hazard, che tira di prima intenzione dopo un breve tocco, col mancino e sfera che si spegne di pochissimo fuori sul secondo palo. Sale il ritmo della nazionale belga, che tre minuti dopo sfiora il vantaggio. Decisiva deviazione in corner di Varane sul tiro a giro di Hazard, dopo aver lasciato sul posto Pavard.

Al 21’ super intervento di Hazard, che con entrambe le mani devia in angolo una conclusione di Alderweireld.  Continua il pressing dei belgi. Che si ripongono verso la porta avversaria al 28’ con De Bruyne, Umtiti si libera mandando in fallo laterale il pallone. La Francia sciupa due occasioni rilevanti per sbloccare il punteggio.

Al 37’  contropiede di Griezmann che arriva fino in porta , ma manda il suo sinistro fuori, quindi al 39’ splendida palla di Mbappè per Pavard, che calcia in diagonale sul secondo palo, ma trova Courtois a salvare spedendo in angolo. Nell’unico minuto di recupero della prima frazione, è Lukaku a fallire la rete ad un passo da Lloris, che non si aspetta la sfera dopo l’errore di  Umtiti sulla palla falla partire da De Bruyne.

FRANCIA IN VANTAGGIO. 2’ della ripresa e Lukaku ancora a crearsi un’occasione importante in area: nell’occasione Varane lo ostacola senza fallo e l’azione sfuma. Risposta francese con una fiammata al 5’ di Giroud (assist di Mautidi), con Kompany che libera in angolo. Sugli sviluppi arriva l’1-0 transalpino grazie a Umtiti, che perfeziona la battuta sul calcio piazzato di Griezmann, con un colpo di testa che batte Courtois, anticipando Fellaini.

Che giocata Mbappè (11’) con un colpo di tacco strepitoso in piena area per Giroud , ci pensa Dembelè a evitare un 2-0 praticamente sicuro. Reazione belga 9’ dopo con il cross del napoletano Mertens, entrato da poco in campo, per Fellaini che di testa sfiora solo il palo alla sinistra di Lloris. Evidentissimo errore dell’arbitro Cunha, che non concede una punizione  (35’) per fallo di Giroud su Hazard in velocità.

Un minuto dopo altra incursione del numero 10, che viene fermato da Varane , sfera a Witsel che ci prova troppo centralmente e Lloris agguanta. Al 42’ punizione rimediata da Hazard (fallo di Kantè) che batte De Bruyne. N’Zonzi allontana di testa, pallone che giunge in qualche modo a Varane, il quale per poco non favorisce Lukaku, pronto alla battuta vincente.

Sei i minuti di recupero che restano al Belgio per impattare e portare la sfida ai supplementari, nel secondo dei quali Griezmann sciupa il match-point. Poco male perché la Francia va in finale dopo Germania 2006 (persa con l’Italia ai rigori) ma anche 20 anni esatti dopo il trionfo in casa.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Il tutto parte da Giulini perché è lui che negli ultimi anni ha fatto il mercato e non il ds, dunque per me in primis al Cagliari manca il rispetto..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini comunque vada un tecnico giovane bravo e con tanta voglia di fare bene sia in A o B e col cuore ROSSOBLU"

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Russia 2018