Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Mauro Nardini: “In Sardegna anni stupendi. Cagliari buona squadra”

In esclusiva ai nostri microfoni un ex amatissimo dai tifosi rossoblù. Ci parla della sua esperienza in Sardegna, nonché del Cagliari attuale

Arrivò nell’estate del 1990 tra l’indifferenza generale. Eppure, Mauro Nardini fece sin da subito notare le sue qualità di cursore di fascia inesauribile.

I tifosi lo ricordano con tanto affetto per il suo spirito mai domo e per la sua capacità di ricoprire più ruoli, se necessario.

Ecco una breve intervista ai nostri microfoni:

Che ricordi hai della tua esperienza in Sardegna?

Bellissima! Arrivai dal Barletta che all’epoca era in serie B. Per me era un sogno essere acquistato dal Cagliari e trovare la serie A. Giocare per per quella maglia e per il popolo sardo, vestire la maglia con i quattro morì ti dava una carica indescrivibile, la maglia indossata da Gigi Riva. Sono stati due anni indelebili, due salvezze fantastiche con allenatori di tutto rispetto e di grande spessore umano e tecnico come Claudio Ranieri  e Carletto Mazzone. Ho avuto la fortuna di giocare con giocatori come Gianfranco Matteoli, Aldo Firicano, Mauro Valentini, Enzo Francescoli, Daniel Fonseca, Pepe Herrera, Massimo Cappioli e Carlo Cornacchia. Non scorderò mai questa esperienza e dico sempre forza Casteddu!”

Come mai il rapporto si interruppe?

“Nel 1992 il Cagliari cambiò dirigenza. Arrivò Cellino ed il mio rapporto con il Cagliari si interruppe. La motivazione all’inizio sembrava di carattere economico, in quei giorni mi sentivo con mister Mazzone e il direttore Carmine Longo e sembrava dovessi firmare un contratto biennale e invece dopo qualche giorno mi dissero che avevano acquistato dal Napoli Vittorio Pusceddu. Acquisto azzeccato perché Vittorio fece dei campionati bellissimi portando il Cagliari in Coppa Uefa e addirittura a non vincerla per poco. Comunque devo ringraziare la società perché mi ha fatto passare due anni stupendi della mia vita e che mi hanno fatto crescere sia a livello umano che tecnico”.

Cosa pensi del Cagliari attuale?

“Buona squadra, società organizzata che ha forti ambizioni e non può che far bene. Noi tifosi siamo stati contenti di quest’ultima salvezza proprio perché è stata sofferta. Penso che quest’anno con l’arrivo di mister Maran, allenatore di grande esperienza, le cose possano andare  meglio, anche se devo dire che anche che mister López ha lavorato bene ed ha fatto una grande impresa”.

Un saluto ai tifosi del Cagliari.

“Forza Cagliari, sempre! E da tifoso voglio pronunciare una frase sempre ricorrente: ‘facci sognare!’. Un abbraccio a tutti i tifosi rossoblù!”.

 

 

 

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
500
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Ivan Argiolas
Sottoscrittore
ivan Argiolas

Saluto con tanto affetto un ottimo calciatore.

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Esclusive