Resta in contatto

Russia 2018

Mondiale. Gruppo H, altra sorpresa: 2-1 del Senegal alla Polonia

Allo Spartak Stadium la squadra africana ottiene tre punti al termine di una partita dove ha sofferto poco mettendo in cassaforte un successo d’oro

Seconda partecipazione dopo quella in Corea del Sud 2002, che si chiuse ai quarti per il Senegal è vittoria come in quell’esordio contro i campioni del mondo della Francia. Stasera Niang e compagni hanno meritato il successo contro una Polonia sottotono, che ha giocato solo dopo essere stata sotto 2-0. Gli africani, al pari del Giappone, sono inaspettatamente in vetta al Girone H.  La partita ha visto i ragazzi in maglia verde subito in avanti a proporsi proprio con il granata dopo 8’ anticipato in modo provvidenziale da Rybus, che evita guai seri ai suoi. Continua a fare la gara la squadra di Cissè, imprecisa però sottoporta, mentre la Polonia si vede solo al 20’con Grosicki dopo un tocco di Zielinski, ma palla fuori. Tanti comunque gli errori da una parte e dall’altra in campo.

SENEGAL AVANTI FAVORITO DA UN’AUTOGOL. In uno di questi  (38’)  il Senegal trova il vantaggio con l’autorete di Cionek, difensore della Spal) il quale sfortunatamente mette fuori causa il proprio portiere, lo juventino Szczesny , nel tentativo di spazzare via un pallone non certo potente di Gueye su passaggio di Manè.

Prima del riposo (45’)  Krychowiak già ammonito dopo 12’ commette su fallo Gueye, ma l’arbitro Shukralla  lo grazia non estraendo il secondo giallo che lo avrebbe mandato sotto la doccia in anticipo.

Al 5’ punizione di Lewandowski (concessa per fallo ai suoi danni di Sanè) non particolarmente potente, respinta senza tanti problemi alla sua sinistra dal lungo portiere degli africani NDiaye. Lo stesso Sanè due minuti dopo si trova sbarrata la strada del 2-0, sulla chiusura assolutamente provvidenziale di Pazdan. Gara comunque aperta con la compagine di Nawalka (11’) vicina al pareggio con il tiro al volo di Piszczek.

RADDOPPIO DEGLI AFRICANI SU GRAVE ERRORE POLACCO. Polonia da rivedere tantissimo sia in attacco che in difesa. Assolutamente clamoroso quanto accade al quarto d’ora. Una disattenzione che regala il 2-0 ai ragazzi di Cissè, in rete a seguito una palla non conquistata da Bednarek, che fa partire Niang, il quale senza problemi in un derby TorinoJuventus, supera Szczesny e marca a porta assolutamente vuota.

La reazione della Polonia al secondo gol subito arriva a distanza di dieci minuti con l’assist di Piszczek per l’attaccante del Napoli Milik, che sfiora la porta, mandando fuori con la punta, la sfera. Cionek e compagni riaprono i giochi al 42’ , complice un errore di lettura sulle posizioni da tenere dei senegalesi. Merito di Krychowiak, che di testa batte NDiaye, perfezionando al meglio l’assist di  Grosicki. Per cercare di arrivare al pareggio la Polonia avrà 4’ di recupero, la compagine di Cissè tiene e conquista una meritata vittoria.

Nella seconda giornata, in programma domenica, confronto diretto tra Giappone e Senegal (alle 17 italiane), mentre alle 20 sfida da dentro o fuori tra Polonia e Colombia.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Capozucca, i lettori di CalcioCasteddu si dividono. La maggioranza però cambierebbe ds

Ultimo commento: "ha solo seguito gli ordini del presidente: RETROCEDERE"

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Cerri merita un’altra chance

Ultimo commento: "Ci siamo dimenticati di Cerri, secondo me le darei un'altra chance, ricordiamo il bel gol di testa nel finale di partita, alcune cose buone le ha..."

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "QUI VA TUTTO MALE.....BENEDIRE PURE I TIFOSI....."

I lettori di CalcioCasteddu divisi: Liverani non è l’uomo giusto per il nuovo Cagliari

Ultimo commento: "Brunori mi sarebbe piaciuto ma come al solito giocatori buoni rifiutano il cagliari,facciamo affari sbagliati,prendiamo giocatori oltre i trenta senza..."

SONDAGGIO – Cerri sulla via del ritorno a Cagliari: giusto dargli un’altra possibilità?

Ultimo commento: "E migliorato molto con i piedi...sa far salire la squadra..meglio cerri con lapadula..affianco"
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Russia 2018