Resta in contatto

News

Play-off Serie B. il Frosinone impatta 1-1 col Cittadella e va in finale

Allo Stirpe ancora un pareggio tra i laziali e i veneti come all’andata al Tombolato, ma qualificazione per affrontare il Palermo in una doppia sfida che vale la massima serie

Il Gol di Gori regala l’atto finale al Frosinone. Il pareggio con il Cittadella, 1-1 come all’andata in Veneto, consente l’accesso al match contro il Palermo, che ha battuto nella prima semifinale 1-0 l’ottimo Venezia di Inzaghi. 

Padroni di casa sorpresi dall’avvio sprint degli ospiti, che sfiorano il gol con il tiro dalla distanza di Salvi che grazia Vigorito. Botta e risposta tra il 29’ e il 31’: prima Bartolomei innesca Strizzolo, che in spaccata  arriva con un pizzico di ritardo facendo scorrere il pallone sul fondo, quindi dall’altra parte punizione di Ciano, che Alfonso tocca quel minimo per evitare il gol. Il portiere del Cittadella è decisivo al 39’sulla strepitosa  conclusione dalla distanza di Gori, deviando dopo un volo alla sua destra.

GORI SEGNA, KOUAME’ PAREGGIA. In campo si ripresenta un Frosinone carico. Infatti, appena 2’ e arriva l’1-0. Azione che nasce dal cross basso di Soddimo, sfera  proprio a  Gori con un rimpallo: destro leggermente deviato da Lora, che batte Alfonso facendo esplodere il Benito Stirpe. La gara sembra scivolare tranquilla, ma la squadra di Longo (come accaduto nell’ultima giornata della stagione regolare col Foggia) subisce il pareggio degli avversari.

A realizzarlo è il giovane ivoriano Kouamè, osservato in Tribuna dal presidente del Cagliari, Tommaso Giulini. Gol che arriva alla mezz’ora esatta dopo una ribattuta di Chiaretti su conclusione di Bartolomei. Sulla sfera Kouamè è lesto e batte Vigorito. Dopo un momento di silenzio riprende l’incessante tifo sugli spalti a favore dei gialloblù, alla ricerca della finale contro il Palermo per l’accesso alla Serie A. Concessi quattro minuti di recupero, nel terzo dei quali Cittadella in dieci: fallo di Varnier (già ammonito) su Citro, con l’arbitro Nasca che lo manda anzitempo negli spogliatoi. Non c’è più tempo: Frosinone in finale con il Palermo, Cittadella a casa tra gli applausi, assolutamente meritati.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News