cropped-cropped-CC-11.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Play-off Serie B. Palermo in finale: un bel Venezia battuto 1-0

La squadra di Stellone approfitta di una sfortunata autorete di Domizi per avere la meglio su un’avversaria mai doma che ha chiuso in dieci per l’espulsione di Pinato

Palermo in finale per fare compagnia in Serie A alle già qualificate Empoli e Parma. Al Barbera però onore ad un Venezia che non ha mollato fino alla fine, andando anche vicino al pareggio che avrebbe significato portare la sfida ai supplementari. I rosanero attendono di sapere chi tra Frosinone e Cittadella, sarà la loro avversaria.

ROSANERO SUBITO AVANTI CON FORTUNA. La squadra di casa parte forte ma il gol che arriva dopo 5’, arriva in un modo casuale con doppio tocco sfortunato doppio tocco di Domizi dopo una gran parata sula conclusione a incrociare di Trajokowski, da parte di Audero. Parte male la gara per la compagine di Filippo Inzaghi, che nel riscaldamento ha perso Falzerano, sostituito prima del fischio d’inizio, da Fabiano. Il Venezia tenta la reazione ma sono i padroni di casa ad essere pericolosi, trovando un portiere avversario super. Anche se al 21’ Bruscagin salva il pareggio dei veneti sul traversone di Pinato.  Col passare dei minuti il Palermo controlla e va al riposo avanti 1-0.

RIPRESA. La squadra ospite va alla ricerca del pareggio che aprirebbe ai supplementari, ma i rosanero non soffrono più di tanto, aldilà di una parata di Pomini al 3’, che alza la sfera sulla traversa sul colpo di testa di Modolo. Altra parata che evita il pareggio al 19’ con i piedi sul colpo di testa velenoso di Geijo sull’assist di Garofalo. Grande sforzo profuso dei lagunari contro un Palermo che ha difficoltà nella manovra che non va oltre la metà campo, che vivacchia dal vantaggio fortunoso ottenuto in avvio di gara.

LA GUMINA SBAGLIA UN RIGORE. Al 36’ Venezia in dieci per il rosso diretto estratto da Aureliano a Pinato per il fallo commesso su Jajalo. Poteva starci il giallo, è arrivata invece la sanzione massima.  Al 44’ La Gumina ha sui piedi al palla del raddoppio, per un rigore concesso per fallo ai suoi danni da Domizi: la battuta è però respinta da Audero. Nei 5’ di recupero Venezia da un passo dal pareggio con Litteri, che  vinto il duello con Andelkovic gira di testa, palla di poco alta sopra la traversa. Poi è festa Palermo per la finale ottenuta.

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Allo Stirpe ancora un pareggio tra i laziali e i veneti come all’andata al Tombolato,...

In casa contro Cittadella e Venezia sia gli uomini di Longo che quelli di Stellone...

Dal Network

L'ex campione del mondo da giocatore con l'Italia nel 2006, prende il posto dell'esonerato in...
La squadra di Juric, squalificato e sostituito da Paro in panchina, e quella di Di...

Altre notizie

Calcio Casteddu