Resta in contatto

News

Doping, coinvolto anche De Vrij?

Non solo Joao Pedro. Nella giornata di ieri coinvolto nel doping anche il biancoceleste De Vrij

Rischia di trasformarsi in una partita molto più assurda di quanto ci si potesse aspettare, Cagliari-Lazio.

Le notizie di ieri, su entrambi i fronti, parlano infatti del ripresentarsi di un problema che francamente tutti pensavano fosse ormai sempre più esterno al mondo del pallone. Eppure il doping nel calcio esiste ancora, purtroppo. Lo ha dimostrato qualche mese fa Lucioni del Benevento. E, nella giornata di ieri il rossoblù Joao Pedro e il biancoceleste De Vrij.

A dirla tutta, dando anche per buona l’ingenuità e la buona fede dei calciatori coinvolti, il problema del brasiliano è ben diverso da quello dell’olandese, che pertanto non è stato nemmeno sospeso (almeno non ancora). JP10 infatti ha assunto un diuretico le cui tracce sono state rinvenute nelle provette dell’antidoping nei test post-partita delle trasferte contro Sassuolo e Chievo.

Per De Vrij invece si tratterebbe solo di un problema procedurale. Una firma mancata in una provetta o forse in un modulo, nei test del dopo Verona-Lazio. L’olandese, come spesso accade a fine partita agli atleti, era disidratato e avrebbe svolto i test in due tranche, dimenticando una delle due autenticazioni. Per questo il difensore sarebbe stato convocato in procura. Ma la vicenda ha ancora qualche lato oscuro: il capo procuratore Pierfilippo Laviani ieri non ha voluto ascoltare i medici della Lazio. Vuole sentire solo il giocatore. Che nel frattempo, nonostante avesse fatto intendere di voler chiarire subito, ha chiesto e ottenuto un rinvio a lunedì dell’incontro, in modo da far arrivare il suo avvocato da Londra e partecipare regolarmente alla trasferta di Cagliari.

Ma, anche qui, come segnala La Gazzetta dello Sport, c’è davvero bisogno di organizzare una difesa, se il problema consiste solo in una firma? Anche per questo motivo altre fonti parlano della presenza di un cortisonico nei test, che dunque sarebbero positivi. Tale sostanza sarebbe consentita, in quanto presente in molte infiltrazioni per gli atleti, ma solo se regolarmente dichiarata e preannunciata dall’atleta. Se non lo avesse fatto nel rispetto delle norme, la negligenza di De Vrij sarebbe ben più grave di una firma.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini o un altro l'importante è che vada via GIULINI"

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "A me piacerebbe Zanetti e in d.s. in gamba e Giuliani che li facesse lavorare in pace"

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."

(SONDAGGIO) Cambio in panchina, giusto esonerare ora Mazzarri?

Ultimo commento: "decisione tardiva ma indispensabile. con Mazzarri la B era sicura , forse adesso c è qualche stimolo in più. Purtroppo è l epilogo di una serie di..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News