Resta in contatto

Approfondimenti

Quando per andare avanti in Europa si rischiava la retrocessione

L’eliminazione precoce del Napoli da tutte le coppe ha fatto molto discutere, se non altro perchè si è trattato di un suicidio sportivo annunciato. La logica è comprensibile: concentrare tutte le energie sul Campionato e cercare di portare a casa un trofeo che quest’anno si presenta alla portata dei partenopei come non mai. Non importa se questo significa rinunciare all’orgoglio in campo internazionale, pazienza se si viene tacciati di mentalità provinciale; gli azzurri hanno fatto all-in sullo Scudetto.

E allora quel quarto di secolo trascorso dall’ultima apparizione del Cagliari in Coppa Uefa sembra riportarci a un passato lontanissimo, dove l’Europa non era considerata un terno al lotto ma una questione di prestigio. Per i tifosi isolani la stagione 1993/1994 è passata alla storia come quella della straordinaria cavalcata europea di Oliveira e compagni, ma non tutti ricordano che i rossoblù chiusero quel Campionato a due punti dalla zona retrocessione.

A far fuori i sardi dalla Coppa Uefa, in semifinale, fu l’Inter che poi vinse la competizione. Ebbene i neroazzurri chiusero la stagione in Serie A al tredicesimo posto su diciotto squadre partecipanti, appena un punto sopra al Piacenza retrocesso (retrocedevano le ultime quattro e ogni vittoria valeva ancora due punti). Sono passati ventiquattro anni e il calcio è cambiato molto. Più business, più calcoli, meno orgoglio.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

SONDAGGIO – Cagliari in B: Giulini deve restare o sarebbe meglio un’altra proprietà?

Ultimo commento: "Tutti a dire...vendere....vai via........ma. prima sarà meglio che ci sia qualcuno serio che voglia prendere e fare bene x il Cagliari calcio......e..."

Salvezza o meno i lettori di CalcioCasteddu vogliono una nuova guida tecnica

Ultimo commento: "Qui permettimi di rispondere; ma non ti sembra un po da miserabili disperati mettere 3 attaccanti contro una squadra di poveracci che meritano di..."

(SONDAGGIO) Ripartire da Agostini o cambiare ancora?

Ultimo commento: "Agostini ha preso una squadra praticamente condannata alla retrocessione. Ci voleva coraggio. Occorre un drastico cambiamento a partire dal presidente..."

(SONDAGGIO) Pereiro, fuoco di paglia o serve fiducia?

Ultimo commento: "È un giocatore che ogni tanto si sveglia del letargo e regala qualche prodezza, ma sono sicuro che un giocatore come Ragatzu avrebbe dato di più al..."

(SONDAGGIO) Cagliari-Sassuolo, ultima spiaggia per Mazzarri?

Ultimo commento: "Non credo che Mazzarri abbia molte colpe, visto che ha trovato una squadra inadeguata e anche impreparata, gli innesti di dicembre hanno portato..."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti