Resta in contatto

Approfondimenti

Atalanta-Cagliari 1993: il gran rifiuto di Radice

Tra le varie contese che Atalanta e Cagliari hanno messo in atto negli anni, quella che ha fatto certamente storia è la sconfitta per 5-2 subita dai rossoblù sul campo neutro di Bologna. Non tanto per l’esito finale ma per quanto accaduto alla vigilia dell’incontro. La partita, giocata il 29 agosto 1993 e valida per la prima giornata del massimo campionato, è segnata infatti dall’esonero di Gigi Radice da parte di Massimo Cellino, allora presidente del Cagliari, che non solo non ha gradito un pre campionato assolutamente disastroso, ma anche l’ostinazione dell’ex tecnico del Torino dello scudetto ‘75/’76, di voler giocare a zona e non come voleva il patron. Proprio Cellino, dopo aver conquistato al suo primo anno di presidenza la qualificazione in Coppa Uefa con Carlo Mazzone (che ha lasciato il club isolano per allenare la sua Roma ndr) aveva scelto Gigi Radice per un’altra stagione importante.

Cellino comunica la sua decisione allo stesso Gigi Radice la sera di sabato 28 agosto, invitando l’allenatore a sedere in panchina nella gara del giorno dopo. Ma arrivò il rifiuto del mister e Cellino ingaggiò Bruno Giorgi. Per la cronaca l’Atalanta, allenata in quella stagione da Francesco Guidolin, si impose 5-2 andando in vantaggio con Cristiano Scapolo dopo 18’ di gara, e raddoppiò al 32’ con Roberto Rambaudi. I rossoblù riaprirono la gara con il gol di Dely Valdés al 37’ ma subirono al 46’ il 3-1 bergamasco con Maurizio Ganz.

Nella ripresa ancora Dely Valdès a segno per il secondo gol del Cagliari che sembra riaprire la partita. Ma sarà un illusione che durerà appena 6’, quando Maurizio Ganz colpisce ancora. Nel finale (’90) l’autogol di Matteo Villa decreta il definitivo 5-2.

 

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Joao Pedro deve restare

Ultimo commento: "IN TURCHIA RESTERÀ FERMO UN MESE PER STIRAMENTO, GRANDE FORTUNA DEL CAGLIARI PER LA SUA FUORIUSCITA."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti