Resta in contatto

News

L’amarezza di Acquafresca: “Dopo Cagliari, solo false promesse”

L’ex attaccante del Cagliari Robert Acquafresca, ora in forza agli svizzeri del Sion, ha ripercorso la sua parabola agonistica per ToroNews.

Diversi gol in maglia rossoblù – due stagioni in doppia cifra per 24 reti totali – durante il periodo di comproprietà con l’Inter, un mercato italiano che si apre per lui. Siamo nel 2009, Acquafresca ha appena 22 anni. Sembra l’inizio molto promettente di una carriera luminosa. Invece i nerazzurri non credono in lui (“Mi chiamò Branca. Stavo già cercando casa seguendo i loro consigli, poi mi cedettero a titolo definitivo pochi giorni più tardi”) e la sua storia diventa un’altalena su e giù per l’Italia. Atalanta, Genoa (che ne acquista il cartellino), Bologna, Levante. Le illusioni, le promesse, l’incapacità da parte del giocatore di giocarsi le proprie carte fino in fondo: “Per come sono andate le cose dò per metà la colpa a me, l’altra metà al destino”. A 30 anni ha ricominciato in Svizzera, con qualche rimpianto e due certezze. La moglie Michela – conosciuta durante la militanza nel Cagliari – e il figlioletto.

35 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
35 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News