Resta in contatto

Approfondimenti

Ma come si fermano i tre fenomeni?

Mertens, Insigne, Callejon. Tre fenomeni, tre fuoriclasse che guidano l’attacco della squadra più prolifica del campionato: 22 gol in 6 partite, nessuno meglio del Napoli in Europa, nemmeno Barcelona, PSG o Real Madrid. Tre giocatori dalla classe sopraffina, tre talenti che non danno riferimenti alle difese avversarie e, proprio per questo, risultano imprevedibili. Fanno gol in ogni modo. Verticalizzazioni, tagli centrali della punta o degli esterni, cross sul secondo palo di Insigne per Callejon o di Callejon per Insigne, sempre che non ci sia Mertens ben posizionato. Poi tiri da fuori, punizioni chirurgiche, calci di rigore. E come li fermi tre fenomeni così?

Non li fermi, forse. Specie se la difesa ancora non è rodata e mancano i due centrali che meglio hanno figurato fin ora: uno è Fabio Pisacane (titolarissimo), l’altro è Luca Ceppitelli, che pur cominciando come riserva di Andreolli ha ben figurato contro Spal e Sassuolo. Spazio dunque ad Andreolli e Romagna, con Capuano che dovrebbe fare il terzino sinistro (in alternativa l’ex Pescara si sposterebbe centrale e Miangue occuperebbe la corsia) e Padoin quello destro. Certo, a fare i cattivi, visto quanto dimostrato dal reparto e dai singoli nelle ultime uscite, il confronto pare abbastanza impari.

Eppure bisogna provarci. E allora Rastelli dovrà preoccuparsi di preparare qualche accorgimento per limitare i tre tenori napoletani: difesa alta, attenta alla linea del fuorigioco e sempre in pressione sul portatore di palla. Dovrà essere una partita fatta di concentrazione e intensità, sin dal calcio d’inizio, altrimenti il Cagliari subirà il tracollo. Più di quanto già non rischi…

D’altronde contro gli alieni spesso le armi sono poche. Il cuore è una di queste.

16 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti