Resta in contatto

News

QUI NAPOLI – L’ex Vinìcio: “Non mi stupirei di un’altra goleada”

“O’ lione”, Luìs Vinìcio, fu colui battezzò il San Paolo, segnando il primo gol della storia dello stadio. Era un Napoli diverso, ma che segnava tanto, come questo, anzi (almeno per ora) anche di più.

Già perché Mertens e co. hanno l’occasione unica di battere un record che resiste dagli anni cinquanta, precisamente dalla stagione ’57-’58: 23 gol nelle prime 7, con lo stesso brasiliano Vinìcio che realizzò sei reti nelle prime sei (proprio come l’attuale centravanti Dries Mertens). Il Napoli di Sarri riuscirà nell’impresa di superare quello di “Fornaretto” Amadei, all’epoca in panchina? Vinìcio crede di sì, come riporta La Gazzetta dello Sport in un’intervista all’ex attaccante partenopeo: “Non lo temo, glielo auguro e credo sia probabile perché ormai gli azzurri viaggiano a medie realizzative impressionanti. Non mi stupirei quindi di un’altra goleada. Del resto, il tridente del Napoli è fortissimo. Tecnicamente è diverso da quello in cui giocavamo Di Giacomo, Pesaola e io perché diverso era il calcio di allora e diverso è l’obiettivo: noi partimmo per salvarci, loro mirano in alto“.

Pochi dubbi, dunque. Il Napoli contro il Cagliari ha l’occasione di riscrivere la storia, di continuare a segnare a raffica con i tre folletti del gol (Mertens, Insigne e Callejon) e di mettere in cascina punti importanti in vista della lotta per le prime posizioni del campionato.

Vinìcio infatti fu alla fine secondo nella classifica dei capocannonieri di quel campionato di A, con 21 reti finali, mentre quel Napoli finì quarto; questo invece può puntare ancora più in alto, magari allo Scudetto: “È una parola che non voglio pronunciare, sono scaramantico come un vero napoletano e poi bisogna sempre tenere presente che siamo soltanto all’inizio della stagione. Certo, il Napoli ha grandi qualità perché gioca un bel calcio con degli ottimi interpreti e, secondo me, in questo momento sta meglio della Juve. Guai però a pronunciare quella parola…

31 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."

I lettori di CalcioCasteddu a maggioranza: Joao Pedro deve restare

Ultimo commento: "IN TURCHIA RESTERÀ FERMO UN MESE PER STIRAMENTO, GRANDE FORTUNA DEL CAGLIARI PER LA SUA FUORIUSCITA."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da News