Resta in contatto

Approfondimenti

Quando il Cagliari perse la Serie A per una arancia…

Quel pomeriggio del 20 marzo 1977 molti tifosi non lo hanno mai scordato. Erano in 17.200 circa allo stadio Sant’Elia per seguire Cagliari-Lecce sotto la direzione di Lo Bello di Siracusa. Il match sul campo terminò 1-0 per i rossoblù, per effetto della rete di Bellini al 42’ della ripresa. Una vittoria inutile, perché al termine del primo tempo si verificò un episodio che costò al Cagliari non solo la sconfitta a tavolino contro i pugliesi, ma soprattutto la mancata promozione in Serie A alla squadra allora allenata da Lauro Toneatto.

Un tifoso cagliaritano, mentre le squadre rientravano negli spogliatoi per l’intervallo, scagliò con forza un’arancia, colpendo in piena faccia Cannito, che (proprio in quel momento) era al fianco dell’arbitro Lo Bello.

Il numero 8 del Lecce rimase per svariati minuti sotto choc. Inoltre nella circostanza Cannito perse abbondantemente sangue dal naso, avendo anche conati di vomito, accusando capogiri. I dirigenti di Cagliari e Lecce decisero quindi di accompagnarlo in ospedale. Il resto è storia: il Giudice Sportivo decretò lo 0-3 a tavolino e al Cagliari vennero tolti i due punti che costarono carissimo.

Recentemente, a 40 anni da quell’episodio, Cannito ha affermato a L’Unione Sarda: “Ho ancora la sensazione che l’arancia forse era rivolta all’arbitro: ma me la beccai io, tra occhio e naso, e mi fece male, molto male. Perché ero vicino all’arbitro rientrando negli spogliatoi? Lo Bello mi aveva ammonito e mi ero avvicinato per chiedergli spiegazioni, ma all’improvviso sentii come un cazzotto, cominciò a uscire sangue dal naso, ebbi quasi uno svenimento”.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Difesa ballerina, serve tempo a Liverani o è necessario andare sul mercato?

Ultimo commento: "Speriamo che si svegli in fretta la nostra dirigenza se non la finiamo in serie c con la difesa che abbiamo sempre gli stessi errori non si coprano i..."

(SONDAGGIO) Quale modulo per il nuovo Cagliari?

Ultimo commento: "Il tridente con luvumbu a destra lapadula al centro e desogus o contini a sinistra ..... contini è un ragazzo che ha corsa e molto generoso ci..."

Il modulo del nuovo Cagliari, i lettori di CalcioCasteddu promuovono il 4-3-3

Ultimo commento: "GIULINI DAI UNA SPERANZA ALLA SQUADRA ED AI TIFOSI, LASCIA LA PROPRIETA'"

Fascia da capitano, Deiola non convince i lettori di CalcioCasteddu

Ultimo commento: "I rigori li sbaglia chi li tira. Di sicuro non li tira un cacasotto che ha trascorso il suo tempo in campo nascosto dietro l'avversario, sbagliando un..."

(SONDAGGIO) Lapadula la spalla giusta per Pavoletti?

Ultimo commento: "Se avevi Caceres e Godin non saresti retrocesso."
Advertisement

I Miti rossoblu

16 campionati in rossoblu per la bandiera del Cagliari

Daniele Conti

Il portiere del leggendario scudetto del 1969-70

Enrico Albertosi

Magic Box è stato il calciatore sardo più forte in assoluto

Gianfranco Zola

Il giocatore più importante di tutta la storia del Cagliari

Gigi Riva

"BONIMBA", UNO DEI PIÙ FORTI ATTACCANTI ROSSOBLU

Roberto Boninsegna

Altro da Approfondimenti